Sono intrappolata in un corpo vecchio che non sento mio?

Mi sono guardata allo specchio e mi sono accorta di non essere più una ragazzina.

Davanti a me vedo una ragazza di 21 anni ma me ne sento 15.

Quando vedo le 15-16enni che passeggiano insieme provo invidia, perché possono fare un sacco di cose che a quest'età non posso più fare. Sono un'adulta e non di certo a un'età in cui posso permettermi di fare follie, le classiche cazzate adolescenziali.

L'adolescenza è un periodo che ho vissuto malissimo, senza amici e senza mai un fidanzato. La gente quando mi vede mi chiede sempre se ce l'ho perché lo danno per scontato, dato che a quest'età tutte le ragazze ce l'hanno. O quasi.

Comunque, per tanto tempo mi sono sempre ingiustamente mancate cose che hanno tutti. E non aver avuto qualche amore nell'adolescenza è ancora più doloroso della solitudine che sento ora, perchè a quell'etá è tutto più emozionante e magico.

Quegli anni di solitudine e depressione sono praticamente da buttare. E adesso che sono grande, guardandomi indietro sento di essere priva di un pezzo di vita importante.

Essendomi mancate delle cose così normali, adesso vivo malissimo.

Da bambina sicuramente immaginavo il mio futuro diversamente. Sognavo una splendida adolescenza, ricca di amici, vita, esperienze. Sognavo una me di 21 anni in macchina con un bellissimo ragazzo su una decappottabile in viaggio verso chissadove. Magari una fantasia un po' infantile, ma sicuramente reale per molte mie coetanee.

In questi ultimi anni ho cominciato ad aprirmi al mondo e nascondere dietro un sorriso la mia grande angoscia, e per qualche minuto riesco anche a dimenticarmene.

Ma il passato resta un buco nero. Una catena di fallimenti, delusioni, disagi, dolori.

Troverò mai la pace interiore? La vita ha qualcosa di bello in serbo anche per me?

Sono disperata, e non posso parlare con nessuno di quello che sento altrimenti sarei presa per pazza.

Forse avrebbero ragione.

Ma questi brutti pensieri si sono insediati nella mia mente e se ne stanno nutrendo come dei parassiti

Aggiornamento:

@blanca, "corpo vecchio" è una metafora. Certo che non sono vecchia, ci mancherebbe altro. E la tua risposta non mi offende, al contrario apprezzo che mi abbia detto la tua. Capisco anche il tuo "sdegno" e probabilmente se fossi al tuo posto anch'io rimarrei un po' perplessa, ma in momenti così "no" come quello che sto attraversando ora la lucidità va un po' a farsi *******

9 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 5
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Visto che è un problema che ho avuto anch'io ti dico come l'ho risolto, in parte. Anche io ho avuto un'adolescenza in cui mi sono state negate un sacco di cose (non dal mio carattere o dal caso, ma dai miei genitori, in particolare da mia madre e dalla sua mentalità ristretta e dittatoriale). In pratica, mentre tutte le ragazzine facevano gite scolastiche, si vestivano da ragazzine, avevano un pc, andavano in palestra... a me tutte queste cose sono sempre state negate perché ci vedevano qualcosa di male. Pensa che fino quasi a 16 anni mia madre mi ha fatto andare in giro col monosopracciglio (perché non voleva mi depilassi)... e vestita che sembravo un ragazzo... e ho detto tutto! Sedici anni di qualche anno fa certo erano diversi da quelli di oggi, però ero sempre una donna, cavolo!

    Non appena ho avuto un minimo di autonomia, ho cominciato a comprare coi soldi dei miei lavoretti le cose che mi servivano e a conciarmi più decentemente, tanto che sono diventata carina (lo ero sempre stata, ma mai valorizzata come meritavo!). Ho comprato tutte quelle cose che avevo sempre sognato, da piccola, e a poco a poco ho recuperato il tempo perduto. Non mi importa un fico secco se sono grande e a volte mi ritrovo a fare cose da "piccola", perché alla fine non tutti hanno lo stesso percorso e non tutti vivono i tempi giusti come dovrebbero essere. Io ho diritto a recuperare la mia adolescenza, così come anche tu hai lo stesso diritto. Per cui, anche se in ritardo non ti rimane che prendertela! Fregatene degli altri. E magari le cose più infantili falle da sola, o con le poche persone di cui puoi fidarti! :)

  • Violet
    Lv 7
    8 anni fa

    Ma tu sei un pò fuori secondo me....

    Ma ti rendi conto di quello che dici?

    Hai 21 anni, mica 85!!!!!!

    Cavolo, ancora vai in giro col ciuccio e già fai discorsi come se fossi chissà quale donna vissuta, parli di fallimenti a catena, di dolori eccetera...

    Possono capitare le delusioni, tutti le riceviamo prima o poi, questo non vuol dire buttarsi giù così!

    E poi stai sicura che ci sono migliaia di ragazze che alla tua età non hanno mai avuto esperienze con i ragazzi, te lo dice una che sta su answers da un pò e ne ha lette a centinaia di domande come la tua...

    Quindi basta fare questi discorsi idioti, poi scusa, hai UN CORPO VECCHIO??? A 21 ANNI???

    Mah, non so cosa dire, reagisci perché così veramente non vivrai mai, che importa se non giri in decappottabile con un fìgo al volante, cavolo, questi sono discorsi infantili!! Anche se ci vanno le tue coetanee questo non fa di loro persone realizzate o migliori di te, mica chi non ha la decappottabile automaticamente è una persona da buttare nel cèsso! Coltiva altre cose, sicuramente diventerai una persona migliore delle tue conoscenti fìghettine.

    Vivi la tua vita e fatti meno film da dodicenne, te lo dico per il tuo bene, scusa se sono stata un pò diretta.

    @Sì, ti assicuro che anch'io ho momenti no e a volte mi sfiorano alcuni discorsi negativi del tipo che immaginavo i miei vent'anni in modo diverso eccetera eccetera... Ma il punto è che è inutile farsi logorare da questi pensieri perché obiettivamente sono una perdita di tempo e non portano a niente.

    Se la tua vita di adesso non ti piace, buttati in un nuovo progetto, cambiala, basta pochissimo, dedicati a un nuovo hobby, iscriviti ad un corso particolare, fa qualcosa per rinascere, non ti fossilizzare a casa con questi tarli in testa perché altrimenti ti immobilizzerai per sempre e ti perderai quel che di bello potrebbe capitarti.

    Dici che la lucidità va a farsi *******, ma questo non devi permetterlo, devi essere razionale e capire che questi discorsi non ti portano a niente. inizia a dare importanza ad altro invece che sospirare quando vedi i tuoi conoscenti in decappottabile, perché quella è la loro vita, la tua è un'altra e la devi vivere giorno per giorno TU, da protagonista.

    un saluto :)

  • sinceramente io ho fatto più follie a 21 anni che a 15, a 15 ero assorbita dal liceo e nessuno di noi usciva di sera essendo senza macchina, crescendo andavo a ballare e avendo finito la scuola uscivo molto di più e avevamo modo di fare cose molto più belle del giretto e del gelato.

    basta che ti trovi delle amiche che siano spensierate e abbiano uno stile di vita molto divertente così puoi uscire con loro!

    io ho 23 anni e ti assicuro che mi diverto più ora a fare cazzate che prima! cmq trovati amiche che siano preferibilmente single e studentesse! all'epoca attuale nelle grandi città x i ventenni che studiano l'adolescenza è prolungata... non sto parlando della 24enne del paesino siciliano che magari è già incinta e sta con un 35enne (è solo un esempio) però ecco se vivi in una grande città ce ne sono di occasioni!

    io penso che fino a dopo i 30 anni farò la stessa vita che faccio ora, ho intenzione di finire gli studi universitari, uscire con le amiche , viaggiare... e poi godermi i primi stipendi senza convolare a nozze o fare figli... voglio costruirmi una carriera e divertirmi! e ti assicuro che a parte un paio di ragazze , le mie coetanee e compagne di facoltà sono così come me!

    divertiti!

    ps di dove se? se vuoi mandami una mail

  • H7-25
    Lv 5
    8 anni fa

    Tu a 21 anni puoi ancora permetterti il cazzeggio adolescenziale ;)

    Io di anni ne ho ben più di te eppure non mi vergogno di cazzeggiare ancora, credo che lo farò finché sarò vivo e non mi importa se la gente mi considererà patetico !

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Oniria
    Lv 5
    8 anni fa

    A 21 anni ti senti già adulta? Complimenti. Io ne ho 22 ma me ne sento 16. Perdere l'incanto dell'infanzia/adolescenza è quanto di più brutto possa capitare. Sopratutto se hai solo 21 anni e ti imponi di ragionare da adulta. Se già alla tua età vuoi smettere di divertirti e ti ritrovi a invidiare delle 15 enni che senza dubbio dovrebbero avere molte più restrizioni, vista la giovane età, vuol dire che vivi male i tuoi vent'anni. Sveglia! Si vive una volta sola. Ti troverai a 40 anni piena di rimpianti x esserti fatta carico dell'essere già adulta a soli 21 anni

  • 8 anni fa

    Leggendo mi sono venute le lacrime agli occhi, non so che dirti, cerca di divertirti, anche se sei adulta, cerca di sfuggire dal tuo passato e cerca di crearti un presente e soprattutto un buon futuro..

  • 8 anni fa

    Ma la pace interiore non si raggiunge facendo "follie" e cazzate adolescenziali. Hai 21 anni, rassegnati a una vita più sobria e consona a quell'età.

  • 8 anni fa

    PIZZA MARGHERITA DOPPIO POMODORO

  • Anonimo
    8 anni fa

    OLIVE ASCOLANE

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.