Il fumatore medio è consapevole di "odorare" in un modo sgradevole?

Non voglio usare parole "offensive", ma il fumatore medio odora in un modo sgradevole di fumo. Sia i suoi vestiti che il suo alito. Non gli da fastidio che la persona media che si trova davanti fa di tutto per stargli lontano?

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Non del tutto.

    sono stata fumatrice per un bel po' di anni e poi un giorno ho ritrovato un barlume di lucidità e mi sono convinta a smettere: una delle poche cose intelligenti che potevo fare.

    Quando fumi hai comunque una dipendenza, e quando hai una dipendenza prima di tutto viene l'oggetto del tuo desiderio, nel mio caso le sigarette e poi tutto il resto. Sapevo di non emanare un buon odore, infatti ero sempre piena in tasca di mentine per l'alito, ma non credevo di puzzare così tanto in senso generale, me ne sono accorta smettendo. Dal momento che smetti ti si aprono dei mondo nuovi o forse dimenticati: senti di nuovo tutti gli odori di cui ti eri temporaneamente dimenticato, apprezzi i sapori in modo nuovo e riscoperto, i polmoni ringraziano, la pelle migliora.

    solo benefici in cambio di pochi sacrifici fattibili.

    Se questo non basta per invogliarvi a smettere, rilancio ed aggiungo che le sigarette sono testate sugli animali, nel senso più letterale del termine. Ai cani viene praticata una tracheotomia, inserito un tubo nella trachea tramite il quale vengono obbligati a fumare per testare la tossicità e la dipendenza della nicotina.

    Se amate gli animali smettere di fumare.

  • 8 anni fa

    c'è un detto: chi fuma non profuma....

    Fonte/i: bisogna esserne consapevoli...
  • 8 anni fa

    Penso di sì,ma lo ignora.Un po' come ignora il fatto di spendere 4€ o più per un qualcosa che a lungo andare uccide..

    Fonte/i: Me
  • 8 anni fa

    se ne rende conto, ma non per questo smetterebbe di fumare

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.