Perché il genere Metal è molto più diffuso in Italia rispetto ad altri genere come il Punk?

In Italia di certo è il genere derivato dal Rock più diffuso ed ascoltato. Un genere come il Punk in Italia e non intendo il Pop Punk, ma il Punk vero e proprio, è di certo meno ascoltato e mentre in nazioni come la Germania o la Gran Bretagna è molto più facile vedere qualche tizio con una bella cresta e con una maglietta degli Exploited, qui in Italia vedi molto più probabilmente il tizio coi capelli lunghi e con una maglia degli Iron Maiden.

Secondo voi per quale motivo in Italia il Metal ha attecchito più che altri generi?

Aggiornamento:

Aminato: Non è vero! Il Punk non è morto... se ancora troviamo tanta gente che ascolta Punk questo significa che non è morto per nulla! Nessun genere muore mai veramente, finché ci sarà la ribellione nei cuori della gente il Punk non sarà mai morto! E i commenti relativi che troverai in questa canzone te lo confermeranno! E il fatto che la canzone non sia attuale non significa niente... sono i commenti che fanno fede!

http://www.youtube.com/watch?v=jCKt2JGfHrQ

Youtube thumbnail

Aggiornamento 2:

Liletto Boaro: Ma guarda fortunatamente andando all'università incontro varia gente che ascolta buona musica e devo dire che il genere più ascoltato di certo è il Metal. Il Punk non è poi così ascoltato e poi figurati per i Metallari convinti, il Punk è un genere quasi da disprezzare e poco degno.

Però certo camminando per la città ovviamente, su 100 ragazzi, forse ne puoi trovare 2 o 3 che ascoltano Rock e derivati (e magari stò sparando anche alto). Purtroppo spesso passano le macchine con quella ***** di radio messa a 1000000 con la musica dialettale che sia Napoletana o comunque musica made in Sud. Cosa che mi rende molto triste, però insomma cosa faccio gli sparo? (oltretutto anche se volessi non possiedo armi da fuoco)

Aggiornamento 3:

Licht: Non hai detto un bel niente con questa affermazione. Le capigliature e i vestiti sono ciò che si riconduce in maniera più immediata e sono anche delle bandiere, che fanno riconoscere in quali nazioni i generi sono più ascoltati. Dunque per quanto siano poser è ciò che di più rilevante c'è. E questo fa risaltare il fatto che in Gran Bretagna e in Germania il punk è molto più ascoltato che in Italia.

La mia domanda non era riguardo ai posers e ai veri intenditori di musica ma parlavo effettivamente dei generi che vengono più ascoltati da alcune parti e da altre meno. Dunque se vuoi rispondi alla domanda, però quella roba cancellala.

Aggiornamento 4:

Totò: I posers sono ciò che indica il genere che viene ascoltato. tu non ti vesti in nessun modo particolare e manco io se vuoi detta la verita mi vesto in qualche modo specifico. Niente di vistoso comunque e niente che mi possa ricondurre a qualche tipo di genere. Però se c'è certa gente che si veste in un modo da qualcuno spunto devono pur prendere e prendono spunto da quella gente che ascolta musica e basta e che diffonde il genere. Poi ovviamente il poser non fa altro che conoscere quei 2 gruppi esponenti del genere e appena scendi nei particolari e in qualche genere più di nicchia rimarra a bocca aperta con il rigangnolo di salica che scende. Però se ci sono i posers di un determinato genere questo è inidice che il genere è più ascoltato e in Italia vedi monta più gente vestita da Metallari che da Punk al contrario dell'Inghilterra in cui ne vedi di Punk. Ovviamente il vestiario è ciò di più superficiale che c'è, però non ti sembra che sia una sorta di indicatore.

E po

Aggiornamento 5:

Totò: Mi ha tagliato quello che avevo scritto nei dettagli. Comuque non credi che ci siano anche motivazioni politico culturali, nella musica che viene ascoltata in una nazione.

Le nazioni europee non sono tutta una cosa. Si passa dall'Italia il paese dove si fa quello che si vuole a uno come la Germania in cui le regole sono un qualcosa che sta alla base o anche L'Inghilterra dove sono ancora più rigidi. non pensi che questo influisca sull'ascolto della musica? O dici che influisce solo sulla produzione musicale? Cioé un gruppo produce un certo genere di musica, per lottare contro il proprio sistema, però poi dici che gli ascoltatori di tutta europa sono omogenei? E non ci sono differenze?

Aggiornamento 6:

Totò: Non parlavo proprio di impegno polito/sociale ma più di una reazione alla società e comunque gli Irah a quanto sto ascoltando vanno contro lo stato e il potere (li sto ascoltando comunque da 10 minuti).

In Scandinavia troviamo per esempio il Black Metal e insomma qualcosa lo dovrà pur dire. Se li è nato questo genere, sarà dovuto a qualcosa proveniente dalla società, dalla cultura. Una reazione, un grido straziante, dovuto alla sensazione di solitudine in cui sono immersi.

Diciamo la mia domanda verteva più su questo. Sul fatto che effettivamente esistono dei confini musicali, anche se in effetti è vero che in qualche modo si diffondano col passare del tempo anche nelle altre nazioni, da dei centri di diffusione.

E comunque anche gli stessi componenti delle band li ritrovi vestiti in certi modi e lo fanno appositamente per indicare e sottolineare il genere a cui fanno parte. Non ci sarebbe allora motivo di creste, visi pittati, catene, borchie. A questo punto allora i primi pose

Aggiornamento 7:

posers, sono i componenti delle band, visti i modi in cui si vestono. Dovrebbero allora salire sul palco vestiti casual e non assumere degli atteggiamenti tipici del genere. Allora a questo punto portano avanti nient'altro che uno spettacolino per guadagnare soldi e basta. Non esiste niente dunque. Nessuno crede in niente. E' tutto spettacolo e basta. Nessuna implicazione sociale, politica, nessuna reazione, niente di niente.

8 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 6
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Sinceramente, se io vedessi uno in giro con un crestone (magari rosa o verde) e una maglietta degli Exploited probabilmente lo seguirei per deriderlo finchè non torna nella sua bella casa.

    L'abbigliamento non è valido come indicatore di ascolti, io ascolto punk (hc per la precisione) ma non ho neanche una maglietta di alcun gruppo esistente o esistito. Vedendomi come faresti a capire che ascolto i Grandine o gli Irah??

    Non rimane a bocca aperta, probabilmente li scarterà. O è troppo pigro per ascoltarli.

    Ti posso assicurare che un genere è diffuso in tutte le Nazioni europee in modo più o meno omogeneo.

    Certo che la differenza c'è. E sta nell'assimilare ciò che si ascolta.

    Alla base del mio discorso c'è l'idea che la musica non debba influenzare niente, se non la cultura di un Paese, dove per cultura intendo l'insieme di esperienze artistiche legate a un popolo. Trovo ridicolo il fatto che se uno ascolta una canzone, il giorno dopo si mette a bestemmiare in mezzo alla strada perchè la canzone va contro ogni qualsivoglia divinità, e quindi è giusto farlo perchè si segue quella filosofia. Così come trovo ridicolo girare conciati da pappagalli per esprimere un pensiero che in realtà non dovrebbe esistere all'interno di una canzone. O meglio, può esserci, ma non deve essere preso come la guida suprema di uno o di un altro genere.

    La Norvegia è un paese dalle forti tradizioni in campo di hc punk, ma non ho visto nessuno girare con segni tipici del punk come l'hai esposto tu. E non credo che nessuno lo ascolti, perchè di locali hc ce ne sono a bizzeffe lì. Magari prendono più seriamente la cosa, non degradandola a semplice fenomeno sociale, ma per semplice divertimento o semplicissimo ascolto.

    Meglio sicuramente quelli che girano con la musica alta per la strada.

    Quando trovo accostata la musica a impegno politico/sociale rido, non posso far altro.

    Esatto, le ultime tue frasi sono il mio pensiero, tranne per il fatto di guadagnare. Se la musica è libera ne esce sicuramente un ottimo lavoro.

    Per la radici della musica certo, è normale, ogni cosa è fondata su un'altra, nulla si crea dal nulla, le canzoni (la maggior parte) parlano di qualcosa, ma senza impegno. Poi ognuno sceglie di cosa parlare, basandosi su questa o quella ispirazione, su una o sull'altra tradizione. Se ci sono cretini che vogliono infondere pensieri sulla gente o dettare un costume, lì è dove si muore.

    É lì che la musica perde il suo niente.

    Concludo con tre precisazioni:

    - seguo molto il testo delle canzoni, senza prenderli sul serio. Ma mi interessa capire ciò che dice.

    - gli Irah possono parlare di ciò che vogliono. Conosco i loro testi, e mi basta questo.

    - non dico che la musica non serva per guadagnare. Ma senza un corrispettivo dietro ne nascono belle realtà. La maggior parte dei componenti delle band che ascolto lavora, non si dedica solo a quello che dovrà dire nella prossima canzone.

  • 8 anni fa

    Sai, non ci avevo mai pensato o.o però è verissimo... i generi musicali in genere variano da paese a paese, si vede che il punk sin dall'inizio si è diffuso più in altri posti anziché in Italia. Questo succede anche con molti altri generi...

  • ?
    Lv 6
    8 anni fa

    Non è certo dalle capigliature dei poser che si capisce la diffusione di un genere musicale rispetto ad un altro..

  • Il Metal ha attecchito più di altri generi? Non so dove vivi tu ma, dalle mie parti, vedo solo truzzi e falsi rapper ovunque e di locali che fanno musica accettabile (non parlo di ottima musica ma di musica accettabile) ce ne è uno su 20 (nella mia zona ne ho trovati persino 2). Il Metal e il Rock in generale sono malvisti dal mentalmente limitato popolo italiano.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 4
    4 anni fa

    E' solo questione mediatica. Se al posto del Pop come sempre fanno, le television e le radio ci bombardassero di steel, allora tutti compreremmo solo steel. Poi c'è l'aggravante dell'accostamento al satanismo, dovuto alle tematiche dei testi. Certo che parlare di violette con voce growling francamente sarebbe ridicolo... Gran parte dei gruppi parlano di Satana, ma non sanno neppure cosa dicono. Il steel è un insieme di generi, non c'è solo chi fa dying o Black con testi satanici, c'è il capacity, dove le tematiche riguardano le epiche battaglie (generalmente intendo), il present day steel, con le influenze di ogni tipo , il Gothic, lo velocity, il Thrash, l'Epic, l. a. NWOBHM, e by utilising skill of by utilising skill of molti altri. Con questo voglio solo dire che ce n'è in step with tutti gusti, in step with cui è solo questione mediatica. Poi noi qui in Italia , lasciamelo dire, facciamo proprio pena, siamo esterofili! Tutto quello che viene dall'estero è oro colato, noi subiamo le peggio schifezze e le passiamo in step with oro. Non siamo capaci di giudicare con l. a. nostra testa, deve esserci sempre qualcuno che ci dia l. a. moda. Questo purtroppo vale anche in step with l. a. politica, ma qui mi fermo altrimenti mi arrabbio. Ciao ;-)

  • 8 anni fa

    Beh il punk è nato in gran bretagna quindi penso sia per loro un motivo di vanto. Mentre in italia probabilmente sentiamo più vicino a noi il genere metal io anche preferisco il metal al punk ma sono i miei gusti! E vedere in giro il tipo coi capelli lunghi e la maglia degli iron maiden è moda non è passione per la musica ormai tanta gente ha l maglia degli iron maiden ma veramente troppi non hanno mai ascoltato una loro canzone e si vantano di essere metallari quindi bisognerebbe cercare maglie che portano il logo di altri gruppi come gli slayer per esempio.. per concludere penso che non sia una questione di Paese ma di gusti e di quello che ci propongono

  • 8 anni fa

    Il punk è morto 30 anni fa o giu di li...il metal seppure con le sue contraddizioni è ancora vivo

    Non so la tua età, io quegli anni la li ho vissuti, e pure qua in italia, io sono veneto, c'erano gruppi punk-rock e anche bravi, per fare un nome, The Great Complotto da Pordenone, e tutto il movimento punk, fu osteggiato da tutti i media dell'epoca, perchè il punk non rendeva ed era visto male. Erano magari preferiti pseudo artisti soporiferi, o anche artisti bravi che però scendevano a patti con l'industria musicale. Sul fatto che la gente possa ascoltare ancora punk, niente da dire,anch'io ogni tanto lo riascolto volentieri, però come riascolto i P.I.L. a volte riascolto pure Bach, che poi tu mi dica "che la canzone non sia attuale non significa nulla" "sono i commenti che fanno fede" la risposta te la dai da solo, il Punk è morto, che poi ci siano persone che ancora lo amano e si proclamino "Punker" può o sarà vero. Ma allora allo stesso modo chi ascolta per esempio Elvis, e magari ha varie reliquie del re del rock'n'roll, non puo non dire che il rock'n'roll sia morto. Sebbene abbia ancora numerosi estimatori. .....Quindi...a parte che mettere per categoria la musica...non ha molto senso....è altrettanto vero che bisogna prendere atto dei cambiamenti che purtroppo o per fortuna avvengono nella societa..sia in campo musicale che in tutti i campi.... quindi come cantavano i Who nel 1972 "rock is dead they said, long live rock,long live rock"

    Fonte/i: Linux user
  • BBo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.