Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteMalattie e disfunzioniMalattie del cuore · 7 anni fa

Cosa sono le extrasistole?

2 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Migliore risposta

    L’extrasistole è un disturbo in cui il cuore batte in modo anomalo, avendo origine in una delle cavità inferiori del cuore (ventricoli). I battiti in eccesso alterano la normale frequenza cardiaca ed a volte possono far avvertire al paziente, a livello toracico, la sensazione di aver perso un battito. L’extrasistole è molto frequente: quasi tutti, prima o poi, ne soffriamo.Il cuore è costituito da quattro cavità: due superiori (gli atri) e due inferiori (i ventricoli).

    In condizioni normali il battito cardiaco è regolato dal nodo senoatriale, una zona di cellule specializzate che si trovano nell’atrio destro. Questo pacemaker naturale produce gli impulsi elettrici che causano il battito cardiaco. Dal nodo senoatriale, gli impulsi elettrici attraversano gli atri e arrivano ai ventricoli, facendoli contrarre e facendo loro pompare il sangue nei polmoni e nel resto dell’organismo.

    L’extrasistole è un insieme di contrazioni premature che iniziano nei ventricoli. Le contrazioni anomale di solito anticipano il battito normale. Spesso interrompono l’ordine normale degli eventi, perché di solito gli atri battono prima dei ventricoli. I battiti cardiaci non sincronizzati e anomali di solito sono meno efficaci nella loro azione di pompaggio del sangue nell’organismo.

    I motivi per cui si verifica l’extrasistole non sono sempre chiari: le cellule dei ventricoli possono perdere la loro stabilità elettrica a causa di diversi fattori scatenanti, patologie cardiache o alterazioni dell’organismo.

    Anche le patologie cardiache o le lesioni possono alterare il percorso degli impulsi elettrici.L’extrasistole può essere connessa a:

    alterazioni o squilibri chimici dell’organismo,

    disturbi dello stomaco come l’ernia iatale od il reflusso gastroesofageo,

    determinati farmaci, come i diffusi farmaci anti-asma,

    alcol o droghe,

    aumento dei livelli di adrenalina nell’organismo, causato ad esempio dalla caffeina, dall’esercizio fisico o dall’ansia,

    lesioni congenite e non del muscolo cardiaco, ipertensione o infezioni (miocardite).Il rischio di extrasistole può aumentare a causa di determinati fattori scatenanti, patologie e sostanze stimolanti:

    caffeina,

    alcol,

    tabacco,

    esercizio fisico,

    ipertensione (pressione alta),

    ansia,

    patologie cardiache congenite e non, coronaropatie, infarto, miocardite e cardiomiopatia.L’extrasistole spesso rimane asintomatica, ma il paziente può avvertire una sensazione strana nel torace, ad esempio:

    battito che esita,

    palpitazioni,

    cuore che batte forte o che “salta in gola”,

    cuore che salta un battito o più battiti,

    maggior consapevolezza del proprio battito cardiaco..Se gli episodi di extrasistole sono sporadici, può essere impossibile diagnosticarli durante l’elettrocardiogramma standard, che è un esame breve. Probabilmente dovrete usare un monitor Holter o un registratore di eventi per 24 ore o più per diagnosticare le eventuali aritmie.

    Se i sintomi sono frequenti, vi consigliamo di annotarli, insieme alle attività che svolgete. In questo modo probabilmente riuscirete a identificare le sostanze o le azioni in grado di provocare l’extrasistole.

    Modificate le vostre abitudini. La caffeina, l’alcol, il tabacco e altre droghe ricreative sono noti fattori scatenanti dell’extrasistole. Se diminuite l’assunzione di queste sostanze o le eliminate completamente, riuscirete a diminuire i sintomi.

    Tenete sotto controllo lo stress. L’ansia può provocare l’extrasistole. Se pensate che l’ansia possa contribuire al vostro disturbo, provate le tecniche di riduzione dello stress, come il biofeedback, la meditazione o l’esercizio fisico, oppure chiedete al medico se è opportuno assumere ansiolitici

    tranquilla nn è niente di grve passerà un voto come migliore risposta nn è male grazie , cmq tranquilla ...

  • 7 anni fa

    dei battiti in più, non necessari, che fa il cuore. a me è successo qualche volta. in situazioni di ansia o tachicardia. il cuore va tipo in tilt e aggiunge battiti in maniera più o meno irregolare dove non dovrebbero esserci.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.