Anonimo
Anonimo ha chiesto in Affari e finanzaCredito · 9 anni fa

Ho emesso un assegno post datato al 30 ottobre 2012 però è stato già riscosso ma non ho credito sul conto.?

Salve alcuni mesi fa ho emesso un assegno di 6.050 € con scadenza al 30 ottobre 2012 ad una azienda di allestimento bar. Il proprietario di questa azienda ha già riscosso l'assegno solo che sul mio conto avevo solo 2000€. Ho chiesto a lui di ritirare l'assegno non ne vuole sapere, non se ne frega proprio. Io e lui abbiamo una scrittura privata che dice che lui avrebbe potuto riscuotere questo assegno nel periodo prima illustrato. come posso fare per riavere questi soldi o non so fare denuncia di smarrimento ... consigliatemi. So che l'assegno post datato è illecito farlo. Questa domanda è solo per trovare una soluzione.

Aggiornamento:

ma in questo caso io avendo 2000 € circa sul conto lui ha incassato cmq tutto l'assegno? ... in questo caso sarò io debitore nei confronti della banca... che cosa rischio in questo caso? sanzioni? o cosa? e la banca quando lunedì mi chiamerà per andare a dare spiegazioni che ca... gli dico che ho fatto un assegno post datato? .. soluzioni?

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    l'assegno non era posdatato sennò non lo poteva iincassare. la banca glielo rifiutava proprio.

    l'assegno non riportava la data. lui ce l'ha messa e zac. l'ha messo in pagamento.

    l'assegno è un titolo di credito. in italia la legge sui titoli di credito è abbastanza stringente. un assegno, proprio perchè è titolo di credito, ha vita propria rispetto al motivo per il quale è stato fatto. nel senso che se io ho in mano un tuo assegno, non importa per quale motivo tu me l'hai fatto, anche se me l'hai fatto per scherzo... è un assegno quindi incassabile. E caso mai tu prima devi pagare e poi sarà a tua cura e soprattutto a tue spese dimostrare che quei soldi non me li dovevi. vale la cosidetta inversione della prova.

    nel tuo caso in sostanza, quella carta che avete firmato vale forse il prezzo della cornice per appenderla e farne un quadretto a futura memoria.

    tu hai firmato un assegno? bene. nell'istante in cui l'hai firmato tu a sot signore gli devi dei soldi e non c'è una scadenza. perchè è un assegno, non una cambiale... altro titolo di credito.

    denunci lo smarrimento? cioè il falso... e incorri in altro tipo di reato. non credo sia il caso.

    nel tuo caso non puoi farci proprio nulla.

    ricordati sempre che per fare un gentlemen agreement (perchè quella carta altro non è che un gentlemen agreement) servono 2 elementi indispensabili: gli agreement e i gentlemen... di solito i gentlemen sono merce rarissima.

  • Erre
    Lv 5
    9 anni fa

    La frittata è fatta dal punto legale, solo se tu ce la racconti dritta.

    Ho un dubbio sul tuo racconto relativo alla messa ad incasso di un assegno post datato in quanto la Banca che lo riceve non ha assolutamente titolo per pagarlo. E' vietata l'emissione e su questo c'è evidente una colpa già scoperta e quindi perseguibile, ma la banca ripeto non ha titolo al pagarlo, sarebbe un reato perseguibile anche per la Banca perchè per incassarlo deve cancellare la data originaria e metterne una nuova, ma non può farlo nel modo più assoluto.

    Quindi non credo che questa cosa sia realmente avvenuta.

    Nella eventualità che qualcuno leggesse questa risposta e dovesse trovarsi in una situazione contrattuale simile, ricordarsi che gli assegni post datati sono vietati, legalmente bisogna fare delle cambiali a scadenza.

    saluti, Renzo

  • 9 anni fa

    l'assegno può essere post datato ma siccome è illegale emettere assegni postdatati se lo porti in banca vale la data a vista. perché l'assegno è sempre a vista.

    quindi lui ha portato l'assegno ed ha attivato la procedura per l'incasso, però i soldi non ci sono. l'assegno andrà in protesto e tu verrai contattato dal notaio entro poco tempo. se porti al notaio immediatamente i soldi (contanti) o nel frattempo versi i soldi in banca non avrai problemi. altrimenti sarai protestato con tutto quello che consegue. fino a qualche tempo fa era un reato penale, adesso c'è una sanzione amministrativa piuttosto salata. se hai un bar credo avrai un commercialista, chiedi a lui consulenza.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.