Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 9 anni fa

Che dite di un marito che in casa aiuta così...............?

Ciao a tutti,

sono sposata da un paio d'anni e a periodi alterni mi vengono dei veri e propri rodimenti per via di tutto il lavoro che mi sento addosso. Mio marito e io ci amiamo moltissimo, è stato non dico amore a prima vista ma poco ci manca. E' un uomo molto sensibile e intelligente, solo che non mi aiuta molto in casa... Io lavoro 9 ore al giorno e tra il viaggio che affronto all'andata e al ritorno sono fuori casa 12 ore al giorno. La mattina appena sveglia gli metto sù il caffè mentre è al bagno a lavarsi, poi rifaccio il letto, apparecchio la tavola, mangiamo insieme qualcosa ma io sto per poco a tavola perchè inizio a prepararmi e finisco di pulire e lavare quelle due tazze e poco altro che c'è da lavare. Quando torno spazzo per terra, pulisco, lavo il bagno sempre in disordine, poi cucino, lavo i piatti, finisco di sistemare, quando serve passo l'aspirapolvere, metto i panni a lavare, li stendo, e non mi viene in mente altro al momento.

Tutto questo pulire perchè i cani (suoi da prima che ci conoscessimo) sono abituati a entrare in casa e salire pure sul letto, non sono giovanissimi quindi inutili sono stati i tentativi di rieducarli, visto che lui per debolezza non riesce a rimproverarli veramente e i miei rimproveri seppure forti non sono mai sentiti veramente come quelli del padrone vero e proprio.

Lui dal canto suo fa un lavoro molto faticoso, per questo anche cerco di risparmiargli il più possibile, e nell'incertezza di un contratto precario e a rischio. Torna a casa prima di me, almeno cinque ore prima, e in quelle ore comprendo debba riposarsi, ci mancherebbe, ma in compenso non fa assolutamente nulla in casa, anzi.. Unica cosa che fa la spesa, quella la fa sempre lui. E qualche lavoretto tecnico se occorre. Più volte a tentato di coinvolgermi nel portare a spasso i cani, ma sinceramente non ce l'ho fatta proprio fisicamente e pare pure mi debba sentire in colpa per questo.

Io sono molto stanca, arrivo alla sera sempre stremata e non abbiamo figli. Ma mi pare che sia come se ce li avessimo. Se rimango incinta mi devo sparare? Battuta tristemente ironica ma il mio è solo un sfogo. Ogni tanto sbotto e passo pure per acida e pazza. Quel botto magari lo fa rigare un pò più dritto per qualche giorno ma dura sempre poco.

Vi saluto e grazie per l'ascolto...

Aggiornamento:

@raga..ecc..: beh, pensare a un domani e alla morte dei cani come dimezzamento del lavoro non mi pare molto positivo come pensiero :) anche perchè amo molto gli animali e so che comunque sarà un grande dispiacere. Poi ci sono già passata tempo addietro, purtroppo spesso tocca affrontare anche le malattie che precedono questo evento ed è davvero un dolore immenso per chi li ha amati. Detto questo dubito sulla risoluzione lavorativa, se non in peggio (troppo lungo spiegare), vista anche l'età. Probabile rimarrò solo io a lavorare e questo mi preoccupa molto per la sua serenità di uomo. Ci vogliamo molto bene ma tante volte mi sembra di sentire sul groppone tutto il peso delle sue disgrazie passate e anche delle sue scelte passate. Ma non mollo...

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Dovresti parlargliene infine dei conti non sei schiava di nessuno.. Si fa questo x amore ok ma bisogna anche farsi rispettare perché se una persona fa tutte queste cose senza mai ribadire merita veramente una medaglia scusa ma è vero perché ci sono molte persone che non capiscono che alzare il culetto a volte fa piacere alle persone che si ha intorno

  • 9 anni fa

    Quale storia poco allegra !

    La domanda sarebbe stata che ne pensiamo del tuo sposo: non molto bene, tuttavia, come tu scrivi, ha tante scuse e non delle bazzecole.

    Preferisco scriver in positivo. Pensa che i cani non sono giovanissimi ed un giorno o l'altro non ci saranno più. A quel punto o ne ricomprate (allora insieme e d'accordo) oppure no; nel primo caso potrete educarli molto meglio per te. In entrambi i casi ci sarà meno da pulire.

    Pensa che prima o poi tuo marito potrebbe (spero che ci siano probabilità elevate, penso di si se egli lavora seriamente e ci sa fare nel suo mestiere) non essere più precario; non voglio con questo concludere che potrà faticare molto di meno, ma almeno sarà meno stressato e potrete discutere con più serenità del tuo problema di superlavoro.

    Frattanto, puoi alleviar i tuoi guai proponendogli questo: <<Caro, torni almeno 5 ore prima di me a casa, prova a darti questa regola se mi vuoi bene: riposati pure interamente e completamente per 4 ore ogni volta, poi alzati dal divano (o quello che è) e fammi questo lavoretto>> vedi tu con lui, o lavare dei panni o pulire una stanza, insomma cosa che sia fattibil in un'ora. Ti auguro che troviate un accordo accettabile.

    A livello di commento, spero che questo serva di lezione a tutte le madri. Sono loro che viziano i figli maschi. A me, quando volevo imparare come si cucina, la mia mamma diceva che non era il caso non valeva la pena eccetera e che mi trovassi una moglie che cucinasse bene. Per inciso, l'ho trovata ma ci sono altri problemi sui quali sorvolo adesso.

  • Anna
    Lv 4
    9 anni fa

    ah la vita delle donne...

    credo sia una situazione simile a mille altre...agli uomini non si può chiedere più di quanto non comprendano da soli...

    D'altra parte pulire la casa è una cosa necessaria (sia con che senza cani) e voi siete solo in due, non mi sembra un gran lavoro ...

    Cerca magari di fargli venire la passione per la cucina (ci sono tantissimi programmi tv pronti ad ispirare) e durante quella ore che ti aspetta a casa potrebbe preparare la cena... sarebbe già una gran cosa...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.