Mi viene da piangere... e poi davvero con la crisi stiamo a questi livelli?

I miei cognati (marito e moglie; lui è il fratello del mio fidanzato) si trasferiscono anche loro a sei ore di autobus da dove vivo, come il mio ragazzo. Mi è appena arrivato un quadro con dedica che lei ha realizzato per me (sono entrambi artisti)... Mi viene da piangere. Adesso devo telefonargli per ringraziare, ma non voglio far sentir loro che piango per telefono. Non so perché, ma avverto puzza di addio nell'aria e non mi piace. Senza contare che hanno detto che staranno fuori per un annetto, poi dopo vogliono trasferirsi in Norvegia "per far soldi" e stabilirsi là! Ognuno è LIBERISSIMO di far quel che diamine vuole della propria vita, però io credo che sia una follia da parte loro. La Norvegia è una nazione ricchissima, ma non credo basti andare lì per risolvere i nostri problemi. Voglio dire: adesso vendono la loro casa di proprietà, hanno venduto il loro negozio e hanno una bimba di due anni. C'è chi sta peggio di loro. Vanno lì senza conoscere neanche una parola di Inglese, figuriamoci di Norvegese! Non conoscono nessuno lì. Non hanno alcun mestiere preciso e da soli non hanno mai fatto nulla (il negozio e la casa sono stati comprati dal padre di lui). Giusto il tempo di confondere il vocabolario della bambina? Perché lei appena inizierà a frequentare la materna di sicuro il norvegese lo impara perché è piccola. Poi se non fanno fortuna? Tornano qui e hanno meno di quanto avevano quando sono partiti? Neanche la casa di proprietà come prima. Un po' avventata come scelta, secondo me. Considerazioni?

Comunque premetto che so BENISSIMO che io non sono NESSUNO per giudicare le scelte degli altri. Perdonatemi, ma è il coinvolgimento emotivo. Ho paura per loro. Tutto qui.

Aggiornamento:

Mi auguro davvero che sia come dite voi. So benissimo di sembrare pessimista. Il fatto è che non mi preoccupo tanto per la decisione in sé, ma perché conosco entrambi bene da anni. Non hanno mai lavorato seriamente in vita loro, non per morale basso o la mancanza di possibilità, ma per completa assenza di intenzione. Voglio loro molto bene, ma riconosco i loro difetti. Hanno sempre cercato di far soldi a discapito degli ingenui (della serie "per fa mangiare il dritto, c'è bisogno del fesso" -.-"), per poi spendere il denaro in costosissimi giocattoli da collezione e far pagare le loro bollette al paparino. Spero che la Norvegia serva loro a maturare. Non vorrei che ritornassero "al nido" dopo aver sprecato un'opportunità e sperperato un patrimonio. :-/

5 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Marie.

    Ti parlo come uno che ha fatto la stessa cosa e ritorna a incementare le radici trapiantate.

    Hanno venduto casa, il loro negozio, quindi il capitale ci sarebbe.

    Avranno ragionato sul da farsi e credimi, molti stati rispetto all'italia danno la possibilità di poter vivere decentemente e senza dover ogni giorno venir presi in giro da quello che guardano intorno, dalle ingiustizie e dal fittizio benessere che sembra darti questo paese.

    L'italia ormai è un paese per ricchi.

    Le amicizie si faranno, la lingua si imparerà, non sono quelli i problemi, ma il fatto di svegliarsi la mattina e vivere in una società che ti rispetta davvero senza sentirsi presi in giro è una cosa di inestimabile.

    Ovvio vedendo le cose in 3° persona, magari con una personalità poco avventurierà può creare timori, ma io ti posso dire che con quella scelta che feci, sono rinato quindi penso che anche loro hanno capito che qui il futuro è buio e vedere levarsi tutto quello per cui hai lavorato una vita è un attimo.

    L'italia mi stava davvero facendo invecchiare e perdere di autostima come un tarlo rosicchia le cose senza che tu te ne accorga.

    Devi avere stima per loro, perché hanno i cojoni quadrati nel aver fatto questo passo, è il passo che fa paura, non quello che capita dopo.

    La porta è la strada più lunga e difficile di un viaggio, ricordalo, una volta oltrepassata, quello che viene viene, e da lì agisci di conseguenza se hai cervello e due braccia ;)

  • .
    Lv 7
    9 anni fa

    Beh è un po' una pazzia, ma cavoli loro. La Norvegia aiuta moltissimo gli immigrati (non come l'Italia). Dubito moriranno di fame. Quanto alla figlia: sotto i 3 anni ha la possibilità di riconoscere tutti i fonemi di tutte le lingue, capacità che abbiamo tutti alla nascita, si perde nei primi anni di vita. Quindi è ancora in grado di imparare 2-3 lingue senza confondersi sul fatto che sono lingue diverse ;) buon per lei!

  • 9 anni fa

    tu hai detto che loro vogliono, non che possono, è diverso in quanto ciò implica che non è detto che ci andranno, e poi beh, può anche darsi che le loro fossero semplici chiacchiere, insomma, sicuramente sanno meglio di te qual è la loro situazione e certamente comprendono i rischi che porta andare in terra straniera con nulla in mano, neanche la padronanza della lingua... poi vedi, tra un anno le cose saranno certamente diverse, non sai cosa potrebbero fare in determinato tempo ne cosa penseranno dopo...

    io mi preoccuperei meno per quello, più che altro è la lontananza... comunque se rimarrai con il tuo ragazzo allora continuerai ad aver rapporti pure con loro, non ti preoccupare, se ci si vuole sentire allora un modo si trova, certo non sarà più come prima ma pensa più al bene per loro... se lo fanno è perché pensano di vincerci, tu esponi loro le tue paure e senti cosa ti dicono, se è vero che non puoi convincerli a rimanere è vero che puoi dar loro consigli :)

    mi dispiace che si stiano allontanando da te, spero solo che terrete i rapporti...

    buon pomeriggio Marie e su con il morale.. :)

  • ?
    Lv 7
    9 anni fa

    certo che se hanno l'ottimismo che hai tu faranno davvero successo nella vita

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    E' una scelta coraggiosa, ma avranno fatto le loro valutazioni. Credo l'abbiano fatto per la bimba, per loro saranno grandi sacrifici, ma lei in Norvegia avrà sicuramente un futuro migliore che se fosse rimasta in Italia. Un tempo si emigrava dal Sud al Nord d'Italia, ora i tempi sono cambiati... ora si emigra dal Sud al Nord d'Europa.

    Una scelta altruistica credo: hanno sacrificato il loro bene per il bene futuro della bimba

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.