Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

salewa quanto calzano?

sapete per caso quanto calzano le salewa ? se più o meno come le nike oppure no?

io di nike indosso il 42 che dite sarebbe meglio prendere il numero 42.5 o addirittura il 43???

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Ciao Guido, in PRIMIS, quello che CONTA è la forma del tuo piede !!!

    ( se hai un piede GRECO-ROMANO- EGIZIO, pianta larga ,pianta stretta

    magro , grasso ect) MAI DIMENTICARE quando si acquistano scarpe

    specialmente da TREKKING o da ALPINISMO questa REGOLA .

    "è la scarpa che deve ADATTARSI al PIEDE e NON il PIEDE alla SCARPA"

    NON SI PUO' dire a PRIORI la CALZATA di SALEWA o di NIKE, DIPENDE

    dalla forma del TUO PIEDE, quidi VANNO provate ENTRAMBE e TENUTE

    nei piedi una decina di minuti, provando MOVIMENTI per vedere la REAZIONE

    dei tuoi piedi!

    l piede ha una sua tipica conformazione, anche se ognuno ha il suo con le sue piccole o grandi differenze. Per cui la forma con la quale si costruisce la scarpa è di importanza fondamentale e più è fedele all'anatomia del piede e meglio è. L'ideale sarebbe farsi fare una forma personale (lasciamo stare) ma anche solo guardando una scarpa e meglio ancora provandola, si possono fare già delle scelte oculate.

    - Più la forma è "a piede", più sarà comoda.

    - Più la forma è "affusolata" meno sarà comoda.

    Qui si puo notare la differenza tra una forma affusolata ed una a piede. Queso non vuol dire che la forma affusolata non sarà comoda (che dipende anche da quanto il costruttore ha voluto curare più il confort che l'estetica) ma solo far notare quanro il piede si deve adattare nell'entrare in una calzatura dalla forma affusolata piuttosto che in una a piede.

    Oltre alla lunghezza del prodotto è bene guardare anche la larghezza della pianta, che insieme al tallone sono le parti più sottoposte a stress. Evito di parlare del collo del piede perchè trattandosi di scarpe completamente "allacciabili", basta regolare l'allacciatura per avere la calzata ottimale.

    Il piede col camminare un pò, tende a dilatarsi quindi c'è da aspettarsi che alla fine del trekking si sente un pò di compressione o "senso di stretto/corto: anche questo aspetto và tenuto in considerazione quando la si acquista. Di contro, i materiali della tomaia, un pò per il calore del piede, un pò per le sollecitazioni meccaniche a cui sono sottoposti, possono (col tempo) "allungarsi" per cui rendono la scarpa più "comoda".

    In linea generale, io tendo ad usare scarpe/scarponi che sono leggermente più lunghi (di circa 6mm) e che accolgano la pianta del piede (con le dovute calze) comodamente a riposo, per poi avere una tolleranza quando il piede sarà dilatato. Tuttavia occorre evitare troppo spazio "vuoto" perchè questo può provocare "frizioni" tra piede e pareti della scarpa e conseguenti vesciche.

    Consigli per la scelta del numero.

    Provando la scarpa/scarpone, scegli il numero che abbia una buona combinazione lunghezza/larghezza. Quando la provate:

    - mettete la/le calze appropriate;

    - spingete indietro il tallone in modo da far si che tocchi la parete posteriore dello scarpone ed allacciate bene (senza troppo stingere)...accertatevi che rimanga spazio per far muovere le dita.

    Per la lunghezza lasciate un pò di spazio tra la scarpa e l'alluce; per la larghezza che sia giusta considerando i seguenti fattori:

    - se la tomaia è leggera (sintetici, mesh, nylon) e la costruzione è flessibile, va bene che sia giusta tendente all'aderente (tanto dopo poco tempo si allargherà);

    - se la tomaia è pesante (cuoio spesso) e la costruzione è rigida, meglio sceglierla tendente al comodo (si allargherà ma dopo un pò di tempo)-

    QUINDI al MOMENTO dell'ACQUISTO PROVARLE per BENE !

    Approfittate dei grandi negozi per provarle, calzatele per qualche minuto perchè la prima cosa da valutare è come i vostri piedi "vanno d'accordo" con la forma con la quale le scarpe/scarponi sono state costuite. Mettetevi le calze dello spessore adatto all'attività per cui le userete, allacciatele e provate a sentire se ci sono tensioni o compressioni in alcuni punti dei vostri piedi. Il consiglio che posso darvi è di scegliere il numero in modo che tra la punta dello scarpone ed il vostro amato pollicioni ci sia ancora dello spazio. Questo è molto importante perchè poi quando andrete in discesa, il piene (inevitabilmente) tende a "scivolare" in avanti e lo spazio che avanza evita che proprio il dito che "frena" tocchi la punta dello scarpone. Inoltre non sottovalutate l'utilizzo di calze/calzettoni adeguati all'attività che andrete a svolgere.

    Comunque , il TUTTO DIPENDE dalla FORMA del TUO PIEDE, quindi molta ATTENZIONE

    durante l'acquisto!!!

    SALUTONI!!!

    @@@Guido

    Ogni CASA di CALZATURE le FABBRICA secondo i SUOI PARAMETRI ( che NON sono UNIVERSALI

    Quindi le LUNGHEZZE e le CALZATE non saranno MAI perfettamente uguali,

    quindi il TUTTO NON sarà MAI uguale, quindi ASSOLUTAMENTE da PROVARE

    la MIGLIORE calzata che più si ADATTA ai NOSTRI piedi ( ENTRAMBI, siccome

    NON sono MAI perfettamente UGUALI!

    Fonte/i: Alpinismo ed Escursionismo di molti anni.
  • 7 anni fa

    Ciao per farti una idea piu' precisa su questi prodotti puoi guardare questo link di Amazon http://j.mp/1EJ449n .

    Troverai un elenco dettagliato dei vari tipo di scarpe da trekking con un elenco dettagliato di caratteristiche e prezzi. Ti consiglio anche di leggere le recensioni di chi ha gia' acquistato il prodotto che mi sono state molto utili quando ho deciso di acquistare online.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.