Davide ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 8 anni fa

chi mi sa veramente aiutare con il tema di italiano? 5 steline?

ciao a tutti tempo fa vi avevo chiesto di aiutarmi con questo tema.... ma non ci siete riusciti perciò vi propongo adesso di aiutarmi...

il tema e di raccontare una scena di amore( sesso ho di un fil ho di un libro) ma ai me non riesco con parole tutte mie. con questo tema mi salverete alle superiori se riuscite ad aiutarmi...

io ho scritto delle parole ma non riesco ad esprimermi bene mi potete aiutare? potette modificarlo ho pure aggiungere fatte voi vi da libra fantasia basta che mi aiutate...

come ho detto si parla di una storia molto romantica e in quel momento devo descrivere un atto di amore( sesso) con parole molto dolci....

io ho scritto:

La luna spendeva e sentiva lerba fresca sulla mia pelle nuda, il suo respiro le sue careze i suoi baci era un sognio non volevo piu risvegliarmi sapevo di amarlo sapevo che mi amava era tutto cio che volevo, santivo dolore ma la pasione e il desiderio era pio forte e più dolce di qualsiasi cosa in quel momento mi sentivo suo e basta.

qui devo giungere 1 che lui dolcemente la spogliava

2 che era notte ed d'erano in un boschetto vicino a un laghetto artificiale.

3 che cosa fanno alla vine del....... avete capito di cosa parlo.....

comunque vi ringrazio veramente tanto e scusate per gli errori di grammatica ma sono di fretta chi mi aiuta 10 punti più 5 stelline grazie veramente.

liberate la vostra fantasia....

2 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Eravamo li', bramavo quel momento da tempo era come un sogno un'idea irrealizzata ma con lui mi sentivo me stessa, sempre e comunque in qualsiasi situazioni, riusciva a rendere ogni evento indimenticabile. Con quella tenerezza che solo lui e' in grado di esprimere mi adagio' lentamente sullo schienale del letto e sbottono' il bottoncino della mia camicetta, imbarazzata tendevo a guardare il basso (era sempre la mia prima volta *-*) lui con un sospiro' mi alzo' con un dito il mento e mi bacio' con passione, poi riprese la sua opera incompleta, sbottono la camicetta del tutto, poi passo alla delicata gonnellina di jeans , la sollevo velocemente , in breve rimasi in intimo. Passov circa due minuti a fissarmi e a contemplare il mio fisico tonico e asciutto, minuto ma allo stesso tempo formoso, cerco' di sganciare il gancetto del mio reggiseno, ma fu un tentativo invano, sorrisi e lo aiutai. Arrivo' il momento..abbasso' delicatamente i miei slip in pizzo : ero nuda, nuda davanti a lui, non provavo imbarazzo, ma mi sentivo libera, libera da tutto cio' che mi separava da una relazione carnale con lui. Decisi che era arrivato il momento di svestirlo cosi' con fare piuttosto intraprendente e passionale gli sfilai la maglia , e gli accarezzai il petto, gli slacciai affannosamente la cintura, gli calai i pantaloni e subito scesero anche i boxer. Sembravamo due bambini quando vanno allo zoo, e osservano e scrutano ogni particolare..la mia attenzione si soffermo sulla grandezza del suo membro. Lui vide la mia attenzione al suo sesso e gli apparve un sorriso sgembo beffardo, un sorriso MALIZIOSO. Avevo capito il suo intento: torturarmi e farmi ansimare. Ci stendemmo sul letto ed io mi misi delicatamente sopra il suo corpo, incomincio a lasciarmi baci languidi su tutto il corpo partendo dalle labbra , per arrivare all' incavo del collo, diede dei baci e dei teneri morsi al mio seno, poi passo' all'addome, finalmente arrivo' li'..al mio sesso..tremavo e ansimavo provavo una sensazione mai vissuta prima la lussuria. Poi tocco' a me feci lo stesso con lui..arrivo' il momento in cui la distanza che c'ra tra i nostri corpi si dissolse in un piccolo gesto una spinta un gemito. Era dentro di me, dapprima fece piano, aveva paura di rompermi come se fossi una bambola di porcellana, provavo un po' di dolore ma non lo diedi a vedere, quel dolore si tramuto' subito in un folle e perverso piacere, gli intimai di andare in maniera piu' irregolare, incomincio a penetrarmi piuttosto violentemente, ma sempre.con quella sua dolcezza che lo contraddistingueva. Ci guardammo un ultimo istante negli occhi eravamo stremati branditi da sudore e dall' eccitazione. Mi diedi un lieve bacio sulla fronte, e passammo tutta la notte abbracciati, mi riconobbi in quell'abbraccio : finalmente mi sentivo me stessa, avevo donato la mia verginita' alla persona che amavo..ERO UNA DONNA..mi addormentai tra le braccia del mio amato cullata da morfeo.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Puoi dire se è la ragazza che parla in prima persona...

    E mentre dolcemente il mio cavaliere mi liberava delle mie leggeri vesti, ero incantata dalla pace di quel bosco di ciliegi... Meraviglioso era il riflesso della luna su quello specchio d'acqua tremolante... "Lui" era dolce e per niente violento, con maestria e delicatezza mi fece toccare il cielo con un "dito". FINE

    non so se va bene a me sembra carino... In bocca al lupo e ricordati di non fare errori grammaticali sul testo vero ;)

    10pnt !????!!!

    Fonte/i: 9 in italiano haha
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.