Forever ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 9 anni fa

perchè mi sono ridotto a tal punto? tutto ciò è assurdo e ne sono consapevole?

ho 24 anni mi sono ridotto ad una esistenza che piatta è dire poco. In pratica passo le mie giornate o dormendo o al pc, o qualche volta, in alternativa, guardo la tv. Non faccio assolutamente altro. Ho accumulato una serie di esami che dovrei dare, ogni giorno vorrei cominciare, ma appena apro il libro mi viene l'angoscia per tutto quello che dovrei fare, ho la sensazione di non capire niente, mi sento uno stupido e mollo dopo poco. Inoltre rileggo i miei stessi appunti e riassunti e non capisco ciò che io stesso ho scritto mesi fa e non riesco a sopportarlo. E così passano i giorni ed i mesi. Non ho alcun contatto sociale. All'università non conosco nessuno. I vecchi compagni di classe, beh ero in pessimi rapporti con molti di loro, e la parte restante mi ignorava semplicemente. IN famiglia non parliamo. I miei si stanno separando, mia mamma me l'ha comunicato oggi, ma non riesco neanche a sentirmi dispiaciuto. Semplicemente, non mi importa. Ah, dimenticavo: dormendo il giorno, la notte non ce la faccio a ridormire, allora sto sveglio, sto al pc e guardo video porno o gioco alla playstation, ore ed ore, fino a star male; giusto per non pensare, giusto per avere un sollievo temporaneo dalla sensazione di noia e solitudine che mi perseguita. Che vita è questa? come potrò andare avanti? come farò a reinserirmi in una vita normale, se mai sarò costretto a farlo? come potrò presentarmi, cosa dirò di me, della mia vita? mi chiederanno -è già successo-, "conosci Tizio?", "conosci Caio?", ed io No, No... boh davvero non so che fare, cerco di non pensarci ma è peggio. Consigliatemi voi, cose sensate e concrete che posso fare nella mia situazione.

10 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    È evidente che tu soffri di una qualche forma di ansia sociale (categoria in cui sono annoverati disagi come la timidezza e la fobia sociale).

    Alla base di tale condizione ci sono le credenze, schemi di memoria che si formano sin dalla nascita e che hanno lo scopo di informare il sistema cognitivo su se stessi, gli altri e il mondo.

    Quando le credenze anziché essere interpretazioni della realtà oggettiva, lo sono di una realtà emotiva, si formano le varie forme di ansia sociale. Se non c'è comunicazione in famiglia, è probabile che la causa di base della tua sofferenza possa essere il mancato apprendimento di modalità di relazionamento sociale, giacché non hai avuto esempi sufficienti per apprenderli. Non a caso le forme di ansia sociale si sviluppano proprio in ambienti anassertivi, carenti da un punto di vista della trasmissione di emozioni, sentimenti, modelli comportamentali o dove i genitori sono, a loro volta, degli ansiosi sociali.

    Non riesci ad apprendere le materie che devi studiare perché la tua mente consuma le sue energie tra pensieri automatici negativi, sensi di vuoto, di impotenza, di inutilità e a correre dietro la propria sofferenza.

    Le credenze operano a un livello soprattutto inconscio, pertanto se vuoi uscirne, devi operare avendo a disposizione delle tecniche appropriate. Il miglior modo è quello di rivolgersi a un psicoterapeuta che utilizza le tecniche cognitivo comportamentali. In alternativa puoi utilizzare il fai da te con l'uso di un manuale di auto aiuto, ma presupporre una tua forte determinazione.

    Una strategia efficace può essere quella di suddividere i tuoi obiettivi in tanti piccoli sotto obiettivi raggiungibili. Potresti anche provare con degli esercizi attentivi che servono ad imparare a svolgere determinate attività anche in presenza dei pensieri disturbanti. Ma questi sono solo palliativi che non risolvono i tuoi problemi di fondo. Comunque eccone alcuni che ho consigliato in altre risposte:

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Au...

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Aj...

    Articoli che potresti leggere per approfondire:

    http://www.addio-timidezza.com/2011/09/lattivita-d...

    http://www.addio-timidezza.com/2011/12/viaggio-all... (credenze)

    http://www.addio-timidezza.com/2011/12/viaggio-all... (invalidazioni e rinforzi)

    http://www.addio-timidezza.com/2011/12/viaggio-all... (invalidazioni e rinforzi 2)

    http://www.addio-timidezza.com/2010/06/attenti-ai-...

    http://www.addio-timidezza.com/2010/06/le-distorsi...

    http://www.addio-timidezza.com/2011/11/lattribuzio...

    http://www.addio-timidezza.com/2011/11/la-timidezz...

  • 9 anni fa

    Reagisci, anche se hai paura obbliga te stesso a fare ciò che non fai. Per iniziare cambia look e pettinatura, poi butta i videogiochi e lascia il computer e datti un esame. Inizia a studiare a poco a poco . Ti sei mai chiesto perchè non ti va di studiare? Forse non hai scelto la facoltà giusta! Iscriviti in palestra e buttati nella mischia! Ferma la gente per strada, inizia a parlare con una scusa e poi.. Fai amicizia con qualche collega o compagno di palestra!

    In bocca al lupo e ricorda che.. IL SOLE ESISTE PER TUTTI! :)

  • gobel
    Lv 4
    4 anni fa

    vorrei dare l. a. risposta un po a tutti visto che ci sto dentro ..gia e complicato according to chi a un 'anima dentro un corpo diverso ,e quando si capisce e un dramma. Abbiamo ereditato tutto quello che non ci rende felici da adamo ed eva Perche ci meravigliamo delle conseguenze!!?? Si ha un uniqueness senso di colpa perche magari l'ho si ha capito molto tardi e l. a. chiesa non ti fa sentire figlio di Dio poi abbiamo un papa che ha seguito un percorso nazzista e ha scritto un libro contro gli omosessuali perche non concentrarsi su problemi seri che pensare alla scelta sessuale di un uomo ???e non sapete tutto ha persino fatto fare i try according to espellere i preti gay io mi spiego in cosa consiste il try un prete etero ha le stesse tentazioni perche perche vietare anche l. a. casa del padre ?? ma questo non ci deve allontanare da Dio ce' tanta gente sensibile a questo mondo ma anche tanta ipocrita !! quando vedo dei gay che si danno l. a. mano io ho rispetto perche sono alla luce del sole onesti e coraggiosi ma dove questo e proibito si scaglia ancora l. a. pietra .

  • 9 anni fa

    Devi assolutamente rialzarti e combattere. Devi riprenderti la tua vita!!! il non fare niente ora ti porterà al non fare niente nel tuo futuro, perché sarai sempre cullato dalla sensazione del riposo...invece no!

    Iscriviti in palestra, segui qualche corso (teatro o qualsiasi altra cosa ti piaccia)...in questo modo non solo fai qualcosa che ti piace, ma conosci anche altra gente e magari ti fai degli amici.

    Insomma, sei ancora giovanissimo e se inizi a lasciarti andare ora sei finito!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Bhe sicuramente , anche se non sono uno psicologo e ho 16 anni, ti dico già subito che se sei riuscito a fermarti un attimo e a pensare a quello che ti sta accadendo è già un buon passo... Non ti voglio dire come un tipo qui sopra, che il sole esiste per tutti, perchè io di disagi ne ho avuti tanti e probabilmente anzi, sicuramente ne avrò ancora, quindi ti posso solo dire che staccarsi dal computer aiuta... Magari se vai in discoteca riesci a trovare un appuntamento "serio" già è un buon passo... Cerca di vedere il mondo in positivo... Devi trovare tu una soluzione , devi farti forza da solo in questo mondo di *****... Più ti abbatti più cadi, più cadi più ti abbatti , ci sono passato anche io , ma in modo diverso... non ho altro da dirti che augurarti buona fortuna, ciaooo!!!

  • 9 anni fa

    sono appena entrata in yahoo, senza un esatto motivo. non saprei spiegarmi una vera e propria ragione. però, vorrei dirti un paio di cose. la tua età, che hai voluto sottolineare con lo scrivere questo "messaggio", non è rilevante. quante candeline hai soffiato l'ultimo tuo compleanno è del tutto superfluo: capita a tutti di star male, di non capire quale sia il proprio scopo nella vita. alcuni però riescono ad essere un po' più forti. si fermano. si siedono. e, no non iniziano a pensare come potresti fare tu..ché più pensi più negatività entra nella tua mente. sono solo seduti. ecco. il mio consiglio è questo. sta' fermo. non pensare a nulla per un attimo. va' in un luogo dove il rumore più assordante è il silenzio del cadere di una foglia. guarda il tramonto. rilassati ché non c'è cosa più piacevole. non pensare ai tuoi, ai loro problemi. (sono loro, relativamente tuoi. hai altro a cui pensare) riprendi in mano la tua vita. credo sarà iniziata l'università o se non ha ancora aperto i portoni, non fa nulla..non appena entrerai lì, arricchisciti di autostima. compra vestiti nuovi. cura un po' il tuo aspetto fisico. rilassati. non ascoltare musica triste, solo quella che è capace di sollevarti. non far passare giorni, mesi. agisci subito e anche in fretta. ché la vita è troppo breve per lasciarla svanire così facilmente. datti degli obbiettivi e raggiungili. non credere che queste parole siano banali e dette così in uno stupido sito internet. credi in quel che fai. credi in quel che leggi. non concentrarti su quel che hai fatto ieri o su quale donna o uomo nudi hai visto la notte scorsa. concentrati su quel che verrà domani. riorganizza il tuo orario. dormi di notte e studia la mattina. datti una mossa. affronterai altre centinaia di difficoltà, ma io ti auguro con tutto il cuore di esser capace di cogliere il positivo che c'è in ogni cosa. sei solo? non è un problema, anzi meglio così. puoi ricominciare da zero. ps. immagina il mondo come una grande macchina in cui ogni ingranaggio ha la sua funzione. tu sei un piccolissimo ingranaggio, ma hai uno scopo. devi solo capire quale. SII FELICE

  • 9 anni fa

    sono nel tuo stesso stato e modestamente mi fa piacere sapere che non sono l'unico. la mia ormai è quasi una malattia mentale. è indescrivibile. non ne sarei capace di parlare con nessuno perchè nemmeno io riesco a descriverlo e tantomeno lo farei perchè me ne vergogno. ho perso lucidità mentale, ho bruciato il cervello. è vero che ho solo 16 anni...ma comunque è come se ne avessi 18 e passa visto che i miei genitori se ne infischiano di me e mi gestisco da solo.però qualche anno fa era un ragazzo normale che usciva sempre e odiava stare a casa adesso sono un recluso nerd. e quando esco mi sento spaesato e mi sento come se stessi in casa. e non sono capace di cambiare tutto questo.

    non ho consigli da darti. se li avessi nemmeno io starei cosi.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Lascia l'università e trovati un lavoretto che ti piace! secondo me ti sentirai molto più leggero! un cambiamento dira l'altro, e il resto verrà da sè...

  • 9 anni fa

    Non servono tamti giri di parole: esci e divertiti, butta nella spazzatura il pc, prima di dormire prendi melatonina o un sonnifero

  • 9 anni fa

    Esci prendi aria,fatti una vacanza,se continui cosi,vai da un psicologo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.