Anonimo
Anonimo ha chiesto in Elettronica di consumoMusica e riproduttori musicali · 8 anni fa

come si costruisce una antenna FM assolutamente indipendete per cuffie come le beats?

Io ho costruito una stazione fm e vorrei poterla sentire via cuffie senza fili. Quindi, come si crea una piccola antena fm munita di jack da mettere nelle beats per sentire la stazione fm senza bisogno di circuiti ????? E poi se mi tengo la stazione in tasca il segnale sarebbe forte, l'antenna avrebe comunque bisogno di essere regolata ???? Servono pile?? Le cuffie che ho io non sono beats, ma hanno comunque l'entrata per il jack, ma non sono alimentate, quindi basta antenna + jack o serve anche una pila ????

Grazie 1000 :)

1 risposta

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Se hai costruito una stazione FM dovresti a mio parere avere le idee un pò più chiare!mentre sembri averle molto confuse! Se trasmaetti un segnale, in questo caso FM, in una determinata frequenza hai bisogno per ascoltarlo di un ricevitore che deve essere sintonizzato sulla stessa frequenza. Se trasmetti un segnale a, per esempio, 100 Mhz e utilizzi un ricevitore sintonizzato sui 400 Mhz non sentirai mai il segnale trasmesso perchè le due frequenze sono molto lontane.Le antenne vanno calcolate sia sulla frequenza da trasemtetre o da ricevere sia come impedenza che di solito si attesa sul valore di 50 Ohm e in qualche caso di 75 Ohm. Se non rispettano queste regole funzioneranno male non essendo accordate sulla frequenza da trasmettere e/o ricevere e potrebbero danneggiare il trasmettitore creando le cosidette "onde stazionarie" le quali invece di essere irradiate nell'etere dall'antenna tornano indietro verso il trasmettitore riscaldando i transistor finali che per eccesivo calore possono distruggersi. Nel caso di mircrospie, le quali hanno potenze ridottissime sull'ordine di qualche millesimo di Watt, di queste regole si può fare e meno, accettando una rduzione più o meno evidente del segnale trasmesso/ricevuto,e quindi è possibile adottare uno spezzone di filo elettrico lungo un quarto d'onda ( 300.000/frequenza in KiloHertz e poi diviso per 1/4 per esempio per 100 Mhz 300.000/100.000= 3 metri 1/4 d'onda =0,75 metri). Il segnale a radiofrequenza per irradiarsi al meglio ha bisogno che l'antenna sia in campo libero e quindi senza ostacoli, se tieni il trasmettitore intasca credo sia evidente che la portata si riduce e di tanto! Quindi per ricevere un segnale a radiofrequenza occorre un ricevitore in grado di sintonizzarsi su quella stessa frequenza e che sia entro la portata del segnale trasmesso che nel caso di microspie è di qualche decina di metri o al massimo di un centinaio se ambedue i dispositivi sono dotati di antenna "accordata" e in campo libero. I due disposotivi, trasmettitore e ricevitore, per funzionare hanno bisogno di energia elettrica che può anche essere fornita da una pila.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.