Alessio ha chiesto in Animali da compagniaPesci · 7 anni fa

vorrei un aiuto per costruire un acquario?

vorrei costruire un acquario senza spendere soldi un acquario di 10lt ! chi mi puo aiutare??

Do 10 pt a chi mi da la migliore risposta!!!!

3 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Migliore risposta

    La prima scelta da fare per costruirsi una vasca è quella del materiale da utilizzare. Esistono diverse soluzioni, ma ormai vengono impiegate, per acquari d’appartamento praticamente solo le vasche in vetro. Riportiamo quindi, alcune possibili alternative, per poi dedicarci alla costruzione della vasca in vetro, incollata col silicone. In ogni caso, è importante che i materiali da utilizzare abbiano le seguenti caratteristiche:

    - impermeabilità

    - atossicità per gli ospiti

    - resistenza all’usura

    - resistenza alla pressione esercitata dalla colonna d’acqua.

    Un tipo di vasca che si può facilmente costruire in casa e quella in plexiglas. Questa materia plastica ha il vantaggio di poter essere facilmente lavorata con le stesse attrezzature che si usano per il legno. Già a una temperatura di 60C° diventa flessibile è può essere modellata a piacere. Uno svantaggio consiste nel fatto che si riga piuttosto facilmente; bisogna perciò evitare di togliere la carta protettiva dalle lastre almeno fino a lavoro ultimato, e anche dopo, una volta allestita la vasca, è necessario prestare attenzione durante i piccoli interventi di manutenzione, come la pulizia della superficie da alghe incrostanti.

    Lo spessore delle lastre di plexiglas deve essere, a parità di misura, circa il doppio rispetto a quello di vetro. Queste vengono incollate con appositi mastici (resine), che induriscono rapidamente a contatto con l’aria, in particolare in presenza di radiazioni ultraviolette. In alternativa, è possibile utilizzare come collante l’acetone, in cui saranno stati fatti sciogliere (impiegando qualche giorno) dei pezzetti di plexiglas.

    La vasca in plexiglas ha trovato largo impiego negli acquari pubblici di molti paesi, dato che è possibile costruire lastre di notevoli dimensioni (diversi metri di lunghezza e larghezza) in un pezzo solo; è un materiale robusto e completamente inerte, che può avere una perfetta trasparenza.

    Altre ancora sarebbero le soluzioni per costruirsi un acquario ma, a parte casi particolari, l’acquario in vetro è sicuramente quello più diffuso e più interessante per l’acquariofilo.

    Ovviamente, per la costruzione della vasca dovremo procurarci le lastre di vetro, il silicone e del nastro di carta adesiva. Questi materiali vanno scelti accuratamente; infatti,esistono in commercio diversi tipi di vetro e, per quanto riguarda il silicone, il mercato offre un ampia gamma adatta proprio a questo tipo di lavoro.

    Per il fondo della vasca si può utilizzare qualunque vetro ordinario.

    x 30 litri misure:50 X 30 X 20

    Spessore in mm delle lastre perimetrali:4mm

    Spessore in mm lastra di base (fondo):6mm

    mentre per i quattro lati è consigliabile il vetro “float” (da floating , galleggiante), prodotto in fogli mediante galleggiamento su un bagno di metallo fuso; questo tipo di vetro è più costoso, ma di qualità decisamente migliore, e garantisce una perfetta trasparenza.

    Per quanto riguarda il silicone, è bene scegliere come già detto quello apposito per acquari. Si tratta di un polimero silicio-organico a base di acido acetico, con un’elevatissima resistenza alla trazione meccanica; può essere bianco, nero o trasparente.

    Tutti i collanti siliconici hanno comunque proprietà adesive sorprendenti, per cui, una volta polimerizzati, possono sopportare addirittura una forza di trazione di 18 kg/CM2 ; i diversi gradi di resistenza alla trazione dipendono dalla quantità di riempitivo (dal 20 al 60% circa) addizionato alla gamma siliconica vera e propria. Possiedono anche una notevole elasticità e un’elevata resistenza agli agenti atmosferici (luce, oscillazioni di temperatura da -60C° a +180C°); una volta polimerizzati sono assolutamente atossici.

    Per applicare più comodamente questo collante, evitando spiacevoli sbavature e il contatto con le mani, è consigliabile acquistare l’apposita “pistola” con una cartuccia di silicone da 350cc.

    Bisogna comunque prestare un po’ di attenzione mentre si maneggia il silicone, visto che si attacca facilmente a tutte le superfici, pelle compresa; è bene tenere a portata di mano una bacinella con acqua tiepida da utilizzare per pulire tempestivamente eventuali sbavature o per sciacquarsi le dita se si è venuti in contatto con il collante.

    Per tenere insieme le lastre di vetro finché il silicone non sia ben polimerizzato, è necessario un peso, che può essere un pezzo di legno, un mattone ecc… o ancor meglio un cavalletto a doppio ripiano che formi un angolo di 90° (per spiegarmi meglio che abbia la forma di un libro aperto a metà).

    Altri materiali utili sono del nastro adesivo di carta per non sbavare con il mastice ed un taglerino.

    Una volta trovato un comodo piano d’appoggio su cui lavorare, ci si può finalmente mettere all’opera!!

    Fonte/i: ne ho costruito uno e funziona da anni!!
  • 7 anni fa

    10 litri ? non è un acquario. é il filtro di un acquario di 50l. Non conviene vai su "subito" trovi un buon usato e guadagni 15g un acquario pronto, un sacco di problemi e la spesa di un vetraio che ti taglia i vetri e te li mola a regola d'arte.

  • 7 anni fa

    Bastano 5 pezzi di vetro, tutti alti sui 10 cm circa, 2 quadrati e gli altri 3 lunghi il doppio, uno dei 3 lunghi va sotto per il fondo, gli altri messi parallelamente di fronte al pezzo della stessa misura. Uniti poi con silicone atossico. Se vuoi ho una vasca inutilizzata da 15 te la vendo!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.