Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 8 anni fa

MA quante correnti ci sono nell'Islam? Sunniti, Sciiti,...?

Sono abbastanza ignorante in materia di ramificazioni (si può dire? sette?) della religione islamica. Sapevo che la maggior parte dei musulmani è sunnita, mentre un'altra fazione, decisamente minoritaria, ma forse non meno importante, è quella sciita; qui saremo in Iran. C'entrano qualcosa con i talebani? Le due chiese hanno testi sacri molto diversi tra di loro? E poi...

- DOMANDA PIù RILEVANTE: qual è la fazione islamica che persegue con più tenacia la causa della "guerra santa"?

Il sufismo, invece, cos'è? Che ne pensa della guerra santa e della legge del taglione che vige ancora in molte realtà rurali? Il mondo gay subisce gli stessi pessimi affronti da tutte?

10 punti al migliore. Se siete musulmani, cercate di essere un pochettino obbiettivi, non rispondete in maniera dogmatica! Grazie!

Aggiornamento:

@ Musulmano: Ah, per fortuna che ci sei tu che mi rassicuri del fatto che essere gay non è peccato, e che la Jihad è solo una strategia di lotta ad Assasin Creed...mah

I Baha'i non sono per caso il corrispettivo islamico di Scientology, tipo? Fanno terrorismo, o è una clamorosa balla? Sono una lobby di potere spirituale?

Aggiornamento 2:

Grazie di cuore a tutti! Si apre per me un mondo che conoscevo solo dai risvolti della vita quotidiana, ma non nella sua parte storiografica e dottrinale. Sarà difficile scegliere la risposta migliore. Leggerò tutto attentamente e poi se ho dubbi vi chiedo. Grazie!

7 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Il Sufismo rappresenta la parte mistica dell'Islam, Non è nata in Arabia come l'Islam, ma è nata in Persia, dove esistevano all'epoca già confraternite di asceti mistici e anche di monaci cenobitici cristiani dediti all'ascesi. Pertanto, giungendo in queste zone, l'islam ha incontrato queste realtà che per sopravvivere avranno dovuto dirsi musulmane, cioè sottomesse.

    Il sufismo si distaccava enormemente dall'islam della sharia e di Muhammad, per questo i sufi sono sempre stati perseguitati e uccisi. Uno tra i mistici maggiori che aveva scoperto la guida di Cristo e chiamava Cristo "sigillo dell'amore" (cioè dopo di Lui nessuno ha avuto un amore simile- in paragone a Muhammad considerato dai musulmani "Il sigillo della Profezia") è stato crocifisso.

    Un altro grande mistico, Mevlana, detto Al RUMI che significava "cristiano" (anche attualmente i cristiani intesi come occidentali in vari paesi arabi vengono soprannominati "Rumi") già dal soprannome fa intuire come fosse considerato.

    Attualmente, l'islam europeo/americano, vedendo che in realtà sono i sufi ad avere maggior somiglianza con il cristianesimo, tendono a farne una sorta di identificazione, come se l'intero islam fosse "sufi", mentre in realtà la stragrande maggioranza della popolazione araba nemmeno lo conosce. Si tende inoltre a ricostruzioni storiche assolutamente non veritiere per far risalire il Sufismo all'epoca del profeta, cosa che assolutamente non è, dato che Muhammad deprecava la castità contro cui ha detto citazioni accreditate negli hadith oltre che avere una serie di mogli.L'ascetismo insomma non faceva per lui, mentre la vita guerresca del profeta non si confà certo al monachesimo dei mistici. Ovvero:le due realtà sono incompatibili.

    @Abu-Rumi.Che sia continuamente accusata di fandonie dimostra soltanto poca conoscenza, coperta da una presunta informazione. I vostri testi saranno scritti da arabi francofoni o comunque persone occidentali. La biografia ufficiale del Profeta (Sira) e testi originali storici dell'epoca (come lo storico AL-Tabari) raccontano con dovizia di particolari l'espansione dei musulmani arabi verso Oriente, la sanguinosa conquista della Siria ad esempio. La violenza dei primi islamici doveva essere tale da passare sopra tutto. Siria Giordania e così via anche Irano Iraq non erano musulmane prima dell'arrivo degli arabi. Poi posso fare una domanda, che spero colga anche Il folle dello Zen? Secondo voi un manipolo di guerrieri per quanto numerosi via via, esaltati e violenti, quanto può influire immediatamente su civiltà millenarie come il territorio di Babilonia e Persia e Turchia. Chiaro che questi paesi si erano "sottomessi" all'islam pagando la zakat, la tassa, ma permettete che per secoli sia difficile cambiare la mentalità di un popolo. Si erano sovrapposte civiltà a vari livelli, babilonesi, persiani, greci, romani. Cosa avevano sviluppato nel desero gli Arabi musulmani fino a quel momento di civile? NULLA. Hanno TROVATO civiltà e questo fa cadere il mito della Bagdhad musulmana. Grazie tante, capaci tutti di arrivare e trovare la civiltà! Però dopo un po' di secoli di mentalità coranica oppressiva ce l'hnno fatta e guardate come hanno ridotto delle fiorenti civiltà!

    @Al-Rumi: ano bizantini, ma dato che ancora ora occidentale per gli arabi vuol dire cristiano figurati allora. Per quanto riguarda il Corano...stai citando quello di Hamza Piccardo: lo sai che nemmno conosce l'arabo ha avuto problemi con le varie persone intepellate per tradurlo? E poi se citi la frase della Sura della Luce per dimostrare l'pprovazione della castità sei fuori luogo, dato che si tratta di attesa per sposarsi che sarebbe la grazia di Allah. Nella stessa Sura si parla della fustigazione degli adulteri e simili grazie coraniche, dato che i musulmani sono nella luce e i kafiruna che non flagellano nè lapidano secondo l'nsegnamento di Gesù sura sarebbero nelle tenebre in questa sura.

    Inoltre il DETTO DI MUHAMMAD CENTRALE PER L’ISLAM : LA RAHBANIYA FI’L’-ISLAM (“NON C’È MONACHESIMO NELL’ISLAM) NONCHÉ IL SUO ESEMPIO PERSONALE non depongono a favore di monaci asceti e casti. L'Anatolia guarda caso è la zona della Turchia dove se vai_te lo consiglio-trovi centinaia di grotte dove vivevano sin dai primi secoli del cristianesimo (primo paese cristiano in assoluto) i monaci eremiti cristiani. E la terra dei Padri della Chiesa, guarda caso. Ci sono intere città sotterranee fatte dai cristiani per sfuggire a invasioni mongole e poi quelle musulmane.

    Fonte/i: @Monsef: si dice.. appunto! Ora che globalizzandosi si accorgono che il sufismo è compatibile con Occidente e diritti umani, cercano di riappropriarsene interamente cambiandone le origini. Facci caso che tutti gli italiani convertiti si rifanno al sufismo, non all'slam normale, chissà perché. (Ma pochissimi musumani originari si rifanno al sufismo, nemmeno sanno cos'è!) Con simpatia, a presto! Specifico che le persone musulmane non c'entrano con il fatto che l'islam è così,Chi è nato lì non aveva scelta. Si può essere musulmani di ricerca, come considero Monsef e "a chi bussa sarà aperto", la verità non è lontana se la si ricerca con cuore sincero.
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • TdC
    Lv 6
    8 anni fa

    L' unica guerra Santa è nella lotta contro il male, il male che è in noi stessi, non quello che è negli altri...

    E' facile vedere e soprattuto vincere contro gli altri, ma non si vince il male che era in loro, anzi lo si eredita, cosi va a crescere quello che abbiamo già...

    Io non mi sento né sciita né sunnita, ma sottomesso al Corano, con il quale Dio ha inviato Mohammad come suo nunzio e testimone della sua sovranità... inscha-allah.

    Aspetto le vostre risposte...

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Au...

    .....

    Brava Sofia "Al-Hallaj", ho comprato il suo libro negli anni 90 dai paulini, una bella storia lo consiglio a tutti anche se purtoppo non credo che sia ancora presente in italia...

    Da Wikipedia:

    Nasce verso l' 858-9 a Tur, a nord-est di al-Bayda, in Iran. Si dice che fosse un discendente di Abu Ayyub, il primo Compagno medinese del Profeta.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Vado a linkarti la risposta di un fratello che spiega in maniera impeccabile le diverse sottocategorie del mondo islamico:

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Ak...

    Ti rispondo pure io:

    In principio la divisione è costituita da Sunniti e Sciiti. Il Sunnismo è l'ortodossia islamica originaria, la Sciiah un'eresia sorta e radicalizzatasi nei secoli. Le maggiori correnti, sette, ramificazioni che si diversificano anche dottrinalmente sono per lo più appartenenti al mondo sciita. La sciiah in pratica dottrinalmente non è una, ma esiste la "madre" dello sciismo, ossia lo sciismo duodecimano (Iran) e numerose "figlie" illegittime partorite nei secoli, branche e sottobranche che si diramano al suo interno e al di sotto.

    "C'entrano qualcosa con i talebani?"

    No, i talebani non sono una corrente a parte. I cosiddetti studenti coranici (taleban) provengono dalla "scuola" sunnita dei Deobandis, sita in India (se non erro), scuola di stampo Hanafita (da "hanafi", ossia una delle quattro scuole giuridiche dell'Islam sunnita - la più diffusa. Senza confonderti ti dico che semplicemente si tratta di Sunniti allo stato puro).

    "Le due chiese hanno testi sacri molto diversi tra di loro?"

    Se intendi sempre sciiti e sunniti, sì, in un certo qual modo. Senza divagare ma sottintendendo come testi sacri principali il Corano e la Sunnah (le raccolte dei detti del Profeta*) dico solo che i sciiti hanno una raccolta di Ahadith (detti del Profeta*) e tramandazioni diverse e divergenti. Anche le scuole dottrinali a cui fanno riferimento sono diverse.

    "Il sufismo, invece, cos'è?"

    I Sufi sono anch'essi una sorta di corrente interna al mondo islamico (Sunnita). Detto in parole povere è la via ascetica dell'Islam, prettamente improntata al distacco fisico dal mondo materiale (senza farsi del male, togliti dalla testa "flagellanti" o altre cose di questo genere) e l'impegno personale volto ad incentivare lo spirituale.

    "Che ne pensa della guerra santa e della legge del taglione che vige ancora in molte realtà rurali?"

    Chi, sempre i Sufi? Per aver meglio chiaro di cosa stiamo discutendo ti faccio una metafora: immagina l'Islam come un corpo, il Sufismo è la parte del corpo da cui scaturisce il sentimento di amore. Detto ciò il Sufismo è l'Islam, e i Sufi sono ovviamente musulmani devoti, per cui essendo musulmani e sottomessi a Dio accettano completamente la Sua legge sacra.

    Comunque la legge islamica vige anche nella modernissima Arabia Saudita, quindi non è che parlando di Shar'ia la si debba accostare per forza alle cosiddette "realtà rurali".

    "Il mondo gay subisce gli stessi pessimi affronti da tutte?"

    L'Islam vieta i rapporti omosessuali, questo è quanto.

    Spero di esserti stato chiaro e d'aiuto nella comprensione.

    ______________________________________

    Primo link a cui facevo riferimento nell'altra risposta: http://www.sufi.it/sufismo/sufi.htm

    Da cui riporto un bel estratto abbastanza chiarificatore:

    Imam Shafi'i (il fondatore di una delle quattro scuole giuridiche ortodosse) disse:

    Faqihan wa sufiyyan fa kun laysa wahidan

    fa inni wa haqqillahi iyyaka ansahu

    Sii un faqih (giureconsulto; esperto nella Legge Sacra) ma anche un sufi: non essere solo uno dei due!

    In verità, questo è il mio consiglio sincero

    Mentre Imam Malik (altro fondatore di una delle quattro scuole giuridiche ortodosse) disse:

    Man tasawwafa wa lam yatafaqqa fa qad tazandaqa

    wa man tafaqqaha wa lam yatasawwaf fa qad tafassaqa

    wa man jama`a bayn al-ithnayn fa qad tahaqqaqa

    Chi segue il Sufismo ignorando la Legge diviene un perverso,

    Chi segue la Legge ignorando il Sufismo diviene un empio.

    Chi armonizza Legge e Sufismo si dimostra veridico.

    ____________________________________________________

    Quote: "Se c'è una cosa che non hai capito è che invece mi sei simpatico! (Almeno finora)."

    Hahaha.. grazie, mi ha fatto davvero piacere sta cosa. Allora ricambio la simpatia, ma.. ocio! :-P

    -

    Fonte/i: Altri due utili link a chi si voglia informare: Cos’è il Tasawwuf (la radice araba da cui deriva "Sufismo") ? http://sunnita.wordpress.com/tasawwuf/cose-il-tasa... Cosa NON è il Tasawwuf? http://sunnita.wordpress.com/tasawwuf/cosa-non-e-i...
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Esatamente come dice al-Rumi ed altri prima di me, le correnti piu diffuse in islam sono 4: Sciiti, Sufi, Sunni, Salafi.

    Da queste 4 correnti si dipartono in tutto 73 diverse ramificazioni, quindi immagina l'Islam come un albero, il sunnismo e' il tronco piu uno dei rami e le altre tre scuole gli altri tre rami principali, da questi rami si dipartono le diverse correnti , la cui differenza sta nell'imam di fondazione che, rimanendo attaccato al suo ramo di origine, e' cresciuto indipendentemente e ne ha creato la Mahanaj (metodologia ) di insegnamento.

    in questo link di wikipedia e' spiegato in maniera abbastanza chiara, spero tu conosca l'inglese: http://en.wikipedia.org/wiki/Islamic_schools_and_b...

    E' sbagliato chiamarle sette, poiche' non lo sono, ma e' come nel cristianesimo esistono evangelisti, battisti, cattolici, ortodossi, mormoni, etc...

    I Talebani seguono la corrente sunnita coranica allo stato puro.

    Gli Sciiti invece sono un argomento a parte, poiche' la stessa Lega Araba non li accetta tra le scuole islamiche esistenti, alcuni imam addirittura dicono che loro non sono neppure musulmani, perche' hanno fondamenti che vanno contro i dettami dell'Islam stesso:

    1)si flagellano per ricordare il martirio di Ali AS, e Dio ci ha proibito di farci del male.

    2)hanno aggiunto alla Shahada (il credo) che "Dio ha bisogno di Ali", ma Dio non ha bisogno di niente e nessuno, poiche' puo' ogni cosa.

    3)i maggiori imam sciiti insegnano che dio commise un errore e non doveva essere Mohamed SAW il profeta, ma Ali AS. Dio non commette alcun errore poiche perfetto, gli uomini invece si.

    4) per alcune correnti sciite, e' permesso uccidere il proprio fratello musulmano se necessario. Un Sunnita non tocchera' mai il proprio prossimo, se non appena per difendersi, ma gli e' proibito ucciderlo ugualmente.

    5)alcuni sciiti credono che i loro imam siano profeti, ma non esiste alcun profeta dopo Mohamed SAW, lui stesso disse che sarebbe stato l'ultimo messaggero di Dio.

    Per il Sufismo Sofia ti ha risposto adeguatamente e piu di quanto io stessa ne conosca.

    La Guerra Santa, o anche chiamata Jihad, e' la guerra contro il male degli uomini, non andare ad ammazzare il prossimo solo perche' predica una fede diversa, e' combattere per cio' che si ama e cio' che si crede. La Jihad di una donna per esempio e' partorire, poiche al tempo del profeta SAW era facile che le donne morissero di parto nel mettere alla luce i propri figli, tenuti in grembo per 9 mesi, quello e' l'ultimo atto d'amore.

    L'islam proibisce l'unione omosessuale in qualsiasi sua forma.

    io personalmente sono sunnita e seguo le corenti sia Maliki che Hanbali.

    Fonte/i: musulmana da 11 anni :)
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    8 anni fa

    ابو محمد Al-Rumi* account di riserva per lo spazio:

    @Folle: hahaha.. ma se non vuoi nemmeno informarti dalle fonti ordinarie, mi spieghi che razza di "informazione" vuoi ottenere? Da Sofia? Sofia ha detto una marea di fandonie, qui come anche altrove parlando sempre di Islam. Secondo me il "groviglio" ce l'hai in testa, ostinandoti a non voler accettare la pura verità. Va beh che non ti fidi di me perché ti sto antipatico, ma internet non si riduce al solo answers..

    Andiamo con ordine.. @Sofia: la domanda a cui abbiamo risposto chiedeva a proposito delle "correnti" interne all' ISLAM. Qualunque cosa si discosti da questa parola automaticamente non è più islam, e con la diffusissima disinformazione che avete in Occidente a proposito dei Sufi (l'idea che siano insomma una sorta di hippies in salsa new age) è molto probabile che i Sufi a cui ti riferisci (te come altri) non siano propriamente musulmani ed ortodossi. Mi parli di "cristiani", l'imprecisione si fa ancora più opprimente..

    1) Leggete qui per favore: (pardòn, lo linko nelle fonti dell'altro account..)

    2) Rumi vuol dire "cristiano" nella tua testa, questa è mistificazione pura, leggi anche qui per cortesia (se vuoi dare uno sguardo al mio profilo dove spiego il perché del mio nick, dato che il sottoscritto è anche arabo):

    "According to the authoritative Rumi biographer, Professor Lewis Franklin of Chicago University: "The Anatolian peninsula which had belonged to the Byzantine, or eastern Roman empire, had only relatively recently been conquered by Muslims and even when it came to be controlled by Turkish Muslims rulers, it was still known to Arabs, Persians and Turks as the geographical area of Rumi. As such, there are a number of historical personages born in or associated with Anatolia known as Rumi, literally “from Rome”. In Muslim countries, therefore, Jalal al-Din is not generally known as "Rumi"[13] The term مولوی Mawlavi (Persian) and Mevlevi (Turkish) which means "having to do with the master" is also used for him.[14]"

    http://en.wikipedia.org/wiki/Rumi

    Rumi letteralmente vuol dire "romano", non cristiano, e nella lingua araba sottintende l'impero romano facendo riferimento soprattutto ai suoi ex territori orientali, divenuti poi impero romano d'Oriente e successivamente "Bisanzio", quindi vuol dire anche "bizantino". La parola cristiano e la religione cristiana non c'entrano niente, se non per il SOLO fatto che ovviamente Bisanzio era di confessione cristiana.

    3) Il celibato volontario non è vietato nell'Islam, è raccomandato di sposarsi, ma a seconda delle necessità può anche essere, anzi è, consigliato:

    Corano: "E coloro che non hanno [i mezzi] di sposarsi cerchino la castità, finché Allah non li arricchisca con la Sua Grazia."

    4) Possibile che tanti maestri Sufi fossero persiani, ma il Sufismo inteso come lo conosciamo oggi si seppe diffondere principalmente (ed è tuttora assai diffuso) nei territori detti in arabo "Bilad al-Sham", soprattutto Siria, Turchia sud-occidentale e Giordania, allora musulmane.

    Vedrò di linkare qualche utile link a chi si voglia informare, ma lo faccio nelle fonti dell'altro account.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    @ Al-Rumi:

    Come vedi Sofia differisce molto da te, quando dice contrariamente a te che i Sufi sono molto diversi dai musulmani comuni, piuttosto dà ragione a me quando sostengo che sono al di là del Corano stesso e che mai potrebbero armarsi e uccidere qualcuno, sarebbe un controsenso, i mistici non uccidono.

    @ Sofia:

    Grazie, mi stai dando delle informazioni interessanti, ad esempio non sapevo che i Sufi fossero mistici cristiani e questo spiega molte cose.

    Io avevo letto un libro molto vecchio che si intitolava "I mistici dell'Islam", e mi aveva appassionato molto, ma non riuscivo ad accomunarli ai musulmani, mi sembrava proprio un voler sciogliere l'olio nell'acqua, impresa impossibile, e adesso tu mi stai sciogliendo un nodo che non voleva saperne di sciogliersi. Grazie, approfondirò ancora!

    @ Abu-Rumi:

    Se c'è una cosa che non hai capito è che invece mi sei simpatico! (Almeno finora).

    Romano o cristiano non penso che a quei tempi il termine fosse così distinto, forse "romano" era solo un altro modo di chiamare i cristiani.

    Comunque sono i contenuti che mi danno tutti questi dubbi, due modi di pensare totalmente diversi.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Non sono un esperto di Islam ma ne conosco 4: Sciiti, Sunniti, Sufi e Baha'i.

    Quelli fissati con la guerra santa sono per lo più Sunniti, che sono in minoranze rispetto agli Sciiti.

    I Sufi sono una specie di ordine monastico.

    I Baha'i sono una gruppo mistico nato nel' 800.

    • vedo che non sai un ***** dell' lslam, meglio non scrivere se non si sanno le cose

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.