Anonimo
Anonimo ha chiesto in Auto e trasportiTrasporti marittimi · 7 anni fa

un privato può avere una nave-cisterna di supporto al suo yacht, per fare rifornimento in alto mare?

mettiamo che uno voglia fare una traversata da A a B, ma che il suo yacht non è in grado di offrire l'autonomia minima necessaria, e lungo il percorso non c'è nessuna isola dove sia possibile fare rifornimento di carburante... allora, uno potrebbe farsi costruire una nave-cisterna, la quale poi seguirebbe lo yacht lungo la traversata A-B... quando i serbatoi dello yacht sono vuoti, in alto mare, allora la nave-cisterna attacca i bocchettoni, e si fa rifornimento... oppure, come già discusso in un'altra domanda, lo yacht open/flybridge più grande al mondo, l'Overmarine Mangusta 165', grazie a 13.800 cv e idrogetti KaMeWa è in grado di spostarsi a 37-40 nodi di velocità, però la sua autonomia è di soli 600 nm... allora, si fa partire il giorno prima la nave-cisterna, e la si fa fermare dove, secondo i calcoli, sarà quasi finità la riserva di carburante dello yacht... si fa rifornimento, e così si può proseguire la traversata a 40 nodi, coprendo ad alta velocità una distanza doppia rispetto all'autonomia permessa dai serbatoi dello yacht... da un punto di vista tecnologico è sicuramente possibile, ma da un punto legislativo/di normative in vigore?? che ne dite??

(ringrazio in anticipo per le Vs. risposte molto competenti)

Aggiornamento:

Motorglass, dove lo monti un serbatoio supplementare su uno yacht?? non è un tir...

6 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Migliore risposta

    Da un punto di vista puramente"tecnico"non ci sono grossi problemi:Avendo una cisterna piena,un adeguato impianto di travaso,manichette,connessioni varie,si preme un bottone,si avviano le pompe,si sondano le casse,il combustibile circola,il direttore controlla i livelli....molto "semplice"

    Maa una domanda sorge spontanea:chi te lo fà fare?

    Mi spiego meglio.Il rifornimento in alto mare è una pratica comune e ben collaudata.In ambito militare però.Con unità speciali-i rifornitori di squadra-si possono traferire a bordo di altre unità,combustibili navali ed avio,viveri,acqua,parti di rispetto,armi etc.ribadisco in ambito militare

    A quanto ne so,per tutti gli altri,questo tipo di operazioni sono illegali.Uno.Due,cosa fai?ti fai costruire uno yacht/tanker espressamente concepito per rifornire un "Ciuccia"nafta che a malapena copre 600 miglia con un pieno?Per andare dove?in giro per il mondo spendendo e spandendo euro o dollari per passarli attraverso un camino?

    Certo,se sei il Sultano del Brunei,ricco da far schifo,capriccioso,puoi pure farti l'aeroporto in casa,lo yacht rivestito d'oro,ed avere veramente una nave appoggio che segue la tua bagnarola in giro per il mondo.

    http://finanza.it.msn.com/speciali/cos%C3%AC-si-sp...

    Altimenti scendi un po su questo pianeta e ti programmi le navigazioni in base alle possibilità della "barchetta"in possesso.Ti calcoli le autonomie e ti programmi delle rotte compatibili con le esigenze,non vai certo in Atlantico o in Pacifico con qualcosa che a 40 nodi (che dubito)consuma in poche ore come una portaerei in un mese....

    poi,come si dice dalle mie parti"soldi fa soldi e m..."lasciamo perdere và!

  • 7 anni fa

    fai la traversata direttamente sulla nave cisterna e regala a me lo yacht

  • 7 anni fa

    Normalmente si calcola la rotta in modo da fare degli scali minimi per far carburante, anche perchè di solito un armatore che vuol spostare la sua imbarcazione da una parte all'altra del mondo il viaggio se lo fa in aereo e l equipaggio muove la barca, nel caso in cui si voglia fare una traversata senza fermarsi (cosa veramente senza senso) si può contattare apposite ditte che ti fanno questo servizio, non avrebbe senso costruirsi una nave cisterna che useresti forse una volta nella vita con costi mi manutenzione, personale e ormeggio mostruosi

  • Se il carburante viene comprato nel paese dove batte bandiera lo yacht pagando le dovute accise non credo sia illegale. Vi saranno poi normative che tutelano l'operazione obbligando ad operare con dei protocolli tali da scongiurare fuoriuscite di inquinanti dalle cisterne e vietate probabilmente in corrispondenza di aeree particolarmente sensibili.

    Ma con tutti quei soldi non riesce a montare un serbatoio supplementare?

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    ALLORA PROJECT AZZAM PENSO TU POSSA PAGARE TANTI SOLDI UNA NAVE CISTERNA E NOLEGGIARLA PER IL VIAGGIO A -b CALCOLANDO L'AUTONOMIA DELLO YACHT E METTENDO LA CISTERNA ALLA FINE O QUASI DEL SERBATOIO NATURALMENTE LA NAVE CISTERNA DEVE AVERE UN'AUTONOMIA DOPPIA A QUELLA DELLO YACHT PER IL VIAGGIO DI RITORNO .l'UNICA COSA PENSO CHE TU NON LA POSSA COSTRUIRE PRIVATA MA SOLO " NOLEGGIARE"

    Fonte/i: CONOSCENZE MARITTIME
  • nessuno può vietartelo,ma....

    la "nave cisterna" che scorta lo yacht dei nabbabbi presumo che consumi anche lei.

    se mi consenti mi sembra la storiella del miliardario che ferma il traffico perchè gli è caduta una monetina...come si può pensare con la gente che non può prendere l'auto per andare a lavoro di far partire una nave cisterna il giorno prima per uno yacht che forse arriverà ?!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.