Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 7 anni fa

Esperienza auto ipnotizzazione regressiva, entrate?

Salve ragazzi, dieci punti alla migliore risposta ma vi prego di leggere tutto.

E' da circa un anno che sono affascinata da tutto ciò che riguarda le proprie vite passate, o meglio, ciò che riguarda la reincarnazione.

Oggi, dopo tanto tempo, ho deciso di provare una auto ipnosi regressiva.

Dopo svariate ricerche ormai credo di sapere tanto su questo argomento e quindi "ci provai".

In ogni ricerca veniva citato almeno qualcosa su Brian Weiss, quindi ho scaricato in mp3 la registrazione di circa 30 minuti "Lo specchio del tempo".

Mi stesi sul mio letto, la serranda socchiusa con un filo di luce e misi le cuffie: cominciai ad ascoltare rilassandomi la registrazione quando, a circa metà registrazione, mi vedo nelle vesti di una donna dell'antichità con i capelli raccolti ed ai piedi dei sandali di legno con le calze, avevo al braccio un secchio di latte, avevo come la sensazione che dovessi andare a mungere una mucca. Tutto ciò non lo vidi vividamente, non ero nemmeno molto rilassata, sapevo di essere sveglia e aprii gli occhi subito.

Decisi di riprovarmi, rimisi di nuovo le cuffie e rifeci tutto ciò che diceva: questa volta ero più concentrata e quindi molto più rilassata quando nel momento in cui dovevo visualizzarmi n una scalinata mi vidi che la percorrevo velocemente, e questa scalinata era ripidissima: il cielo era buio mentre invece, secondo la voce guida, doveva essere tutto gioioso e felice.

Non riuscivo a visualizzare tutto luminoso, era tutto buio. Mi vidi poi sdraiata in una panchina a dormire cercando di ricordare una mia vita passata quando alla frase della registrazione "Puoi ricordare tutto, ora te lo dimostro" vi DI COLPO il viso di un uomo (credo fosse un uomo) con i capelli lunghi e biondi che mi guarda con uno sguardo davvero arrabbiato tipo da "Che cosa vuoi qui?" e con gli occhi rossi, come qualcuno che qualche minuto prima ha pianto.

Mi spaventai talmente tanto che mi svegliai velocemente con il cuore in gola, mi veniva da piangere.

Perché questo?! Cioè, perché non sono riuscita a vedere tutto luminoso nel giardino? E secondo voi, chi era quest'uomo, cosa voleva? Ma soprattutto era frutto della mia immaginazione?

Dovrei riprovare secondo voi?

Attendo risposte NON stupide, davvero..

Baci, Francesca!

5 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Migliore risposta

    Il mondo della psichedelia è un mondo personale che tu solo puoi comprendere e corrisponderebbe al tuo "io interiore".

    Ci sono vari modi di raggiungere questo stato di coscienza e il più intenso è sicuramente con le sostanze psichedeliche naturali di cui io, ad esempio, faccio uso.

    Quello che tu vedi non devi osservarlo in termini convenzionali o con la mente di una tipica persona Occidentale. Ti faccio un esempio:

    Se un occidentale vede una pianta morta pensa che "la pianta" è "morta" e morta nel suo vocabolario equivale a un evento negativo (influenzato dalla mitologia occidentale) quando invece dovrebbe vedere le cose come sono cioè una pianta morta ma senza per forza associare all' immagina una parola che, improrogabilmente, ti porta a un determinato significato. Il significato poi te lo da la nostra società quando in realtà è una cosa che devi cercare e capire personalmente.

    L' ottusismo e la difficoltà nel concepire e comprendere questa non-filosofia è per voi un lavoro immane che spesso lo traducete in "pazzia" "delirio" "incubo" e quindi la vedete come una cosa ostile (sicuramente riceverò molti pollici in giù, proprio per questa non-comprensione).

    Se hai mai visto qualcosa sulla filosofia Zen potrebbe aiutarti a capire quello che voglio intendere..

    Non guardare le cose attraverso la mente o le parole, guardale nel modo che guardano i tuoi occhi. Come una bambina appena nata che guarda il mondo così come è, senza parole senza associazione di un significato a un oggetto (cosa che gli occidentali fanno tremendamente ogni secondo).

    Dunque la tua dalla descrizione sembra una sorta di esplorazione interiore accompagnata da un trip. La registrazione purtroppo ti inculca verso una direzione da lui stabilita e non da una direzione scelta da te.

    Ad esempio gli psiconauti che assumono sostanze come l' Ayahuasca (la bevanda degli sciamani) hanno un trip trascendentale e svincolato da ogni convenzione umana.

    è però evidente di come tu hai un "talento" naturale nel percepire la materia in senso diverso e che naturalmente dovrai perfezionarlo.

    L' esplorazione del nostro essere è un percorso turbolento ma che non necessita di nessun psicoanalista in quanto questi "dottori" sono solo persone che studiano dei concetti in dei libri che frammentano ogni psicosi in una determinata categoria facendo risultare il tutto frammentario e poco coerente. Questo non solo in medicina ma in tantissime altre cose (vedi ad esempio la scomposizione della materia nelle sue più piccole parti). Il tutto è un colabrodo di no-sense poco significativo proprio perché si frammentano le varie entità esistenti. Questo processo è sempre più frequente e ci ha appunto portato a un modello sociale sconclusionato, senza un percorso, e con le persone che conducono una vita lineare senza curve, senza forme (casa, lavoro, casa, divertimento, lavoro, casa, figli, manutenzione, casa, lavoro ecc ecc). Per ritrovarsi, infine, con un decadimento biologico che li porta inevitabilmente a una paralisi sia materiale sia psicologica.

    Riguardo al tuo viaggio è troppo descrittivo e poco "trascendentale" come se ti fossi limitata ad osservare quello che ti è successo senza però farne parte con te stessa. Un famoso guru ella psichedelia era Terence McKenna ed era solito descrivere in maniera entusiasmante i suoi viaggi tramite la DMT (una sostanza che viene secreta dalla nostra ghiandola pineale il punto di incontro tra la nostra "mente" e il nostro "corpo").

    Se comunque hai il desiderio di approfondire questi argomenti o semplicemente vuoi condividere con persone "comprensive" puoi contattarmi in privato, sono a tua completa disposizione. C'è da aggiungere che non ti sto dando lezioni di nessun tipo ma è uno scambio di informazioni.

    Concludo con un' ulteriore osservazione del tuo trip: non è detto che per te il nero è una cosa spaventosa, libera la mente e vedrai il nero come mai l' hai visto prima.

    E ti lascio con questa pensiero per farti capire come ragionano gli Occidentali:

    "Il millepiedi era felice, tranquillo;

    finchè un giorno un rospo non disse per scherzo:

    - In quale ordine procedono le tue zampe?

    Questo arrovellò a tal punto la sua mente,

    che il millepiedi giacque perplesso in un fossato,

    riflettendo su come muoversi"

    Fonte/i: Psiconauta
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Quanto vorrei credere a tutto ciò che hai detto

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Innanzitutto ti sei resa conto che ti sei affidata a una registrazione? Dovresti rivolgerti ad uno psicanalista, non fare esperimenti da sola, non sai cosa puoi scoprire.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    Francesca, lascia perdere certe......

    Baci anche a te.

    Non fare quegli esperimenti da sola, potrebbe essere pericoloso....questo e' il mio banale spero utile consiglio...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    vedi tutto nero perchè la tua vita non è felice e sei un po' depressa-

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.