Oiko ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 7 anni fa

Come posso fare per superare la mia timidezza e la mia insicurezza di essere inadeguato e imperfetto?

ho 17 anni, sono alto 1,80 e quest'estate sono passato da 114 a 84 chili...anche se tutti mi fanno i complimenti per questo progresso spaventoso, io mi sento sempre uno schifo, mi vedo sempre molto grasso e penso che me li fanno solo per farmi contento ma non lo pensano veramente...io sono sempre stato un ragazzino molto timido, alle medie poi sono capitato in una classe di deficienti in cui facevano cori da stadio, cantavano 'se fumi le malboro sai che t'avveleni' e 'l'erba della giovinezza', uno di loro mi ha abbassato i pantaloni e da lì ho cominciato sempre a farmi i complessi, mi sono chiuso ancora di più in me stesso e ho trovato rifugio nel cibo, mangiando mangiando mangiando...quest'estate ci ho messo tutta la buona volontà, pensando che risolvendo il problema del peso forse sarei riuscito a riacquistare un pò di autostima, a credere di più in me stesso e a relazionarmi con gli altri, a essere più aperto e più espansivo, ma anche adesso che ho un corpo tutto sommato accettabile, non ho più paura di essere criticato o preso in giro e questo è già un passo avanti, ho un blocco mentale che mi impedisce di aprirmi con gli altri, nella mia classe attuale ci sono dei tipi poi che si credono fighi solo perchè a ricreazione frequentano un ragazzo che gli fa fumare le canne e io non mi trovo a mio agio in quest'ambiente, dopo tanti complessi d'inferiorità ho capito che non sono io a essere sbagliato ma sono loro però stando a contatto con loro continuo a ritenermi inferiore, l'anno scorso ho passato un anno quasi in totale depressione, anche se l'ho sempre nascosta, cercando di impegnarmi a scuola e di dare il meglio in ogni cosa che facevo, come suonare il piano...poi a causa di questi complessi ho allontanato anche delle persone con cui stavo facendo amicizia perchè mi consideravano troppo ansioso e uno che si fa tremila problemi ma non me li faccio perchè sono così ma perchè è la gente che mi sta intorno che mi fa sentire una mer**... mi sento a disagio ad esempio quando è ricreazione e non ho nessuno con cui parlare perchè tutti vanno dietro a quel tizio, ho paura di ricadere nel buio, di riiniziare a ingozzarmi di cibo ecc...come posso fare?

6 risposte

Classificazione
  • Elena
    Lv 4
    7 anni fa
    Migliore risposta

    Scusa ragazzo mio,sei un giovanissimo carinissimo giovane con la vita davanti.Ma queste ***** mentali che servono solo ad alimentare il veleno gratuito dei coetanei e non? Noooooooo eh?!? Vieni dalla ziaaaa cioè da me:))) Se fossi lì ti darei una scrollata..(nel senso affettuoso del termine s'intende)

    Sarai un bel ragazzo,simpatico,in preda ad ansia,tristezza ed insicurezza.Le vogliamo mollare??

    Leggi,fatti una cultura,cambia assolutamente tipo di vita.FREGATENE degli altri e pensa a far bene la tua strada.A chi ti canzona,rispondi con il ghigno dell'indifferenza,così li trituri.Sii giustamente sfacciato e sicuro di te,perchè non dovresti?? Puoi fare mille cose,coltiva i tuoi interessi.Esci,fatti nuove amicizie e sii te stesso,semplice e sicuro.Pensa che hai il mondo in mano e vai avanti.Quello che non ti piace,cambialo,ma lotta con tenacia..affidati ai consigli sinceri e sii giustamente diffidente,le cose vanno conquistate e vale anche per te,e parti ! Non hai niente da invidiare a nessuno,sfrutta e valorizza i tuoi punti di forza.Scrivi,butta su un foglio quello che non ti va,che ti angoscia,che ti piace e sfogati,Poi pensa alla soluzione. E sorridi di nuovo,la vita è fantastica anche quando fa schifo!!:-)))) Quello che serve davvero? La salute.Quella si.Ma poi niente più scuse ed inizia la tua vita nuova:) Non fraintendermi,non credere che non ti capisca,so che sei in un momento di profondo disagio e malessere,l'ho provato anch'io! Ma....1,2,3....viaaaaaaaaa!:-)

    Ciao:-*

  • Anonimo
    7 anni fa

    vorrei tanto poter aiutarti.. :( :(

  • putman
    Lv 4
    3 anni fa

    Ciao, nel mio caso la timidezza si realizza nel continuo tentativo di nascondere i miei difetti e di prevedere i comportamenti, i pensieri e le reazioni delle persone che mi gravitano attorno. Story tendenza impedendomi di agire rapidamente concretizza nei fatti le mie paure, che trovando conferma, tendono advert aumentare la volta successiva, e quella seguente, in una paranoica escalation di fatti, conclusioni e previsioni sempre piu funeste. Una persona timida può trovarsi perfettamente a suo agio nel comunicare tramite il mezzi quali internet ed sms ma sentirsi a disagio nella comunicazione verbale. Io ho parzialmente "risolto" il mio problema nel rapportarmi verbalmente eliminando ogni spazio di riflessione (vale a dire, comportandomi come un idiota), mi sono reso conto che dire la prima scemenza che mi passa per la testa, almeno con il ninety nine% delle persone, funziona alla grande. Mi scuso se questa può sembrare una critica gratuita ma secondo me, il mondo reale è progettato da imbecilli perfettamente su misura per altri imbecilli, dunque non c' è spazio per chi perde tempo a pensare.

  • Me
    Lv 7
    4 anni fa

    Non so cosa dirti

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    La verità è che le persone possono essere crudeli, nel vero senso della parola. Io mi farei qualche risatina, e non vedrei l'ora di vederli ridotti proprio male fra un paio di anni quei tuoi compagni. Come se fumare le canne ti rendesse figo! Oh, fidati, ne conosco di gente così! Quello che devi fare, è mostrare il vero te stesso. Anche io sono timida, all'inizio, successivamente se trovo persone con le quali mi sento a mio agio anche solo per un poco, mi butto diventando subito me stessa, super estroversa e simpatica. Il primo anno stavo sempre con una mia compagna delle medie, perchè mi faceva pena e diciamo che era asociale al massimo. Essendo io una che non riesce ad escludere la gente, stavo molto tempo con lei e per questo i miei compagni mi hanno giudicato malamente. Un giorno, questa tizia se n'è andata da scuola (ha cambiato scuola in pratica) e io mi trovavo più sola che mai nel mio banco, per puro caso la professoressa ha messo una mia compagna di classe accanto a me, perchè chiaccherava. Appena vidi che durante l'ora di matematica, lei stava scrivendo citazioni del mio telefilm preferito sul suo diario, mi si sono illuminati gli occhi e sono esplosa "Anche a te, piace?!" e così abbiamo parlato tutta la lezione, con il risultato che la prof era più incazzata di prima perchè pensava che questa mia compagna avrebbe smesso di parlare, xD, ma questo a parte. Perchè ho tirato in ballo la mia situazione? Per fartene un esempio! Può sembrare una scemenza, ma basta una piccola cosa e subito riesci a sbloccarti. Con il tempo ho anche fatto molte altre amicizie, di cui sono fiera. Addirittura una volta un mio compagno mi disse "Non credevo fossi così simpatica, stavi sempre con quella tua amica lì"

    Diciamo che ho avuto il modo di dare loro polvere da mangiare, e di questo ne sono fiera. So che è difficile, lo so davvero! Ancora e tuttora, che sono al terzo anno, non è che parlo con tutti di tutto, però insomma li saluto, qualche parolina qui e lì la scambio, è tutto diverso. Mi sono fatta conoscere, e... certo ci sono sempre quelli che non mi apprezzano, ma sinceramente qual'è il problema? Io sono così, chi mi ama mi segue, altrimenti ciao.

    Non sentirti a disagio, non buttarti sul cibo perchè pensi che ti sia l'unico vicino, lo so...può sembrare così, ma non lo è. Prova a mostrare ciò che sei, non fare scorrere il tempo, non aspettare che sia troppo tardi. Fidati di te stesso e delle tue capacità, e non te ne pentirai.

    Fonte/i: Esperienza personale.
  • 7 anni fa

    Scelte: se fai attenzione le vedi ovunque, ma cosa fai quando vedi la tua vita come un elenco di scelte sbagliate? Quando faresti qualunque cosa per averne fatte altre, la domanda è: se potessi tornare indietro e facessi altre scelte, saresti ancora te stessa?

    La verità è che ognuno segue il proprio percorso. Qualcuno è solo all'inizio. Per qualcuno è finito troppo presto. Comunque vada, è il percorso che segui, le scelte che fai, che determinano ciò che sei. Le scelte sono i mattoni della nostra vita, forgiano il nostro passato, il presente e il futuro. E nonostante tutti gli errori che ho fatto, ogni nuovo giorno porta con sé nuove scelte e un intero nuovo mondo di possibilità.

    Quando sei piccolo, essere grande sembra così facile. Nessuno ti dice che è più difficile di quel che sembra. Che queste sensazioni di non sentirti all'altezza, di non seguire il ritmo, non spariscono mai. Che cosa fai quando senti di essere l'unica bambina in una stanza piena di adulti? Beh, l'unica cosa che puoi fare: sorridi, ti fai forza, e fai del tuo meglio per adattarti.

    Arrivi ad un momento in cui capisci... la verità è questa: essere cresciuti è semplicemente aver preso coscienza di chi si è ed aver il coraggio di essere quella persona, con i difetti e tutto il resto.

    L'opinione dei tuoi genitori e l'opinione dei tuoi amici, sì, è ovvio, saranno sempre importanti. Ma mai importanti quanto la tua opinione.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.