Zuguli ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 8 anni fa

Giuseppe sergi : il medioevo come età di sperimentazione.?

Ciao a tutti, qualcuno mi potrebbe commentare e motivare questa affermazione di G. Sergi ? Ciao grazie. 10 PUNTI AL MIGLIORE

2 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    ciao zuguli :

    "il medioevo come età di sperimentazione può essere così definito solo se si sanno bene tutte le scoperte fatte in questo periodo, tra le più importanti troviamo la balestra a rotazione , la rotazione triennale che da i suoi migliori frutti proprio in questo periodo , la zoccolatura di animali da soma con attacchi in zinco e per ultima ma non meno importante troviamo l'invenzione di mattoni in rodastro per la costruzione dei castelli. partiamo dalla prima allora : la balestra a rotazione era usalta per l'assalto ai castelli e veniva utilizzata dagli arcieri per attaccare da una distanza non inferiore ai 150m era costruita da un asse centrale in legno con animo di ferro , corda in filamenti di acciaio e leva di attivazione in acciaio ... bisogna immaginare che quest'arma fu molto utilizzata negli attacchi alle signorie che ,diventando troppo potenti in alcuni casi venivano sterminate da associazioni di schiavi che divenivano liberi e proprietari di piccole porzioni di terreno. la rotazione triennale poteva essere stata usata anche alcuni secoli prima ma in questo periodo venne modificata e migliorata e con essa anche la qualità e la quantità dei raccolti. il grano era così molto più raffinato e poteva essere usato per spacialità culinarie come la polenta ; poteva essere mantenuto anche sotto grandi quantità di acqua ma questa pratica venne successivamente abbandonata per mancanza di quest'ultima. quindi oltre al fatto che l'acqua potabile era sempre più rara i mulini ad acqua si attrezzavano per la purificazione del loro "braccio motore" insomma i mulini utilizzavano l'acqua per macinare poi tramite macchinari appositi l'acqua era purificata e con altri macchinari (per chi era più ricco) si mischiavano farina ed acqua per creare alcuni composti organici che potevano essere mangiati da chiunque a poco prezzo (anche per quelli che vivevano sotto gli alberi).terzo punto è la zoccolatura in zinco. lo zinco era stato scoperto solo qualche centennio prima ma non era mai stato sfruttato al massimo delle sue potenzialità. questa lega era molto leggera rispetto al ferro ma molto piu malleabile e conduceva meno calore . cosi gli animali da soma potevano percorrere chilometri senza stancarsi . secondo studi successivi tale zoccolatura aveva modificato la fisionomia scheletrica dei cavalli , cani , asini e cammelli .. la loro muscolatura era meno posssente e la loro vita si accorciò di circa 3 anni ... questa pratica che ebbe inizio circa nell'800 vene abbandonata con la fine dell'alto medioevo . ultima l'invenzione di mattoni in rodastro per la costruzione di castelli in verde alga ... questa colorazione era dovuta dall'esposizione al sole di questo materiale che però rimaneva più bello esteticamente e ugualmente resistenze dei mattoni in pietra scavata . spero di esserti stato d'aiuto 10 puntiiii :)

    PS:non so dove abiti ma la mia prof di storia 2 anni fa mi ha dato lo stesso identico compito e mi andò molto bene quando lesse soprattutto il fatto della zoccolatura ;)

    io sono di genzano

    Fonte/i: Scuola
  • 8 anni fa

    L'affermazione di Giuseppe Sergi è a mio parere corretta, difatti non si può considerare di avere un periodo intero che abbia costituito il medioevo, ma di più fasi, alcune particolarmente negative (alto medioevo, per lo più), altre relativamente migliori sotto il punto di vista economico e socio-politico. E' pertanto da considerarsi una fase di stallo, di studio, di evoluzione e di involuzione, di cambiamento.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.