Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 8 anni fa

Evoluzione xilema e floema(tessuto conduttore delle piante)?

Aggiornamento:

Vorrei sapere l'EVOLUZIONE del floema e dello xilema dalle specie meno evolute a quelle più evolute. :)

1 risposta

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Lo xilema è un vaso conduttore che trasporta la cosiddetta linfa grezza ovvero una soluzione di acqua e sali minerali prelevata dal terreno, conducendola per via esclusivamente acropeta. Il trasporto acropeto di una sostanza è quello che parte dalla radice e si direziona verso il germoglio. Vedremo più avanti che il movimento dell'acqua è dovuto dalla differenza di potenziale idrico tra i vari compartimenti (terreno, radice, vaso, tessuti), che generano una depressione; possiamo idealmente immaginare che dal germoglio una forza aspirante conduca verso l'alto l'acqua presente al livello del terreno. Adesso è importante sapere che se lo xilema fosse elastico e se la depressione fosse eccessiva le pareti potrebbero chiudersi impedendo il movimento dell'acqua. Per questo motivo le cellule che formeranno lo xilema perdono progressivamente la propria funzionalità fino a diventare totalmente lignificate. La presenza della lignina rende rigido lo xilema che è in grado di sopportare elevate pressioni negative senza restringersi.

    I vasi xilematici hanno due morfologie diverse nelle gimnosperme e nelle angiosperme. Le prime possiedono, come elementi costitutivi, le tracheidi che rappresentano l'unione di più articoli, ovvero di più cellule lignificate, che nel punto di unione con le cellule sovrastanti e con le cellule contigue mantengono la parete secondaria. Nelle gimnosperme la presenza di un ostacolo fisico, qual'è la parete cellulare, rende scarsamente efficiente il passaggio dell'acqua. Le angiosperme, che possono essere considerate piante più evolute, nel punto di contatto tra le due cellule xilematiche presentano sia le punteggiature sia punti in cui la parete cellulare manca del tutto perché è stata assorbita; queste zone si chiamano placche di perforazione. Le trachee che si vengono a formare, grazie alla presenza delle interruzioni della parete, possono condurre l'acqua in modo più efficiente.

    Floema

    Il floema è un vaso conduttore bidirezionale, nel senso che può trasportare la linfa elaborata sia verso il germoglio sia verso la radice. Il diametro del floema è inferiore rispetto al diametro dello xilema. Attraverso il floema vengono condotti ioni, metaboliti, zuccheri semplici e zuccheri complessi verso i siti di stoccaggio, di accrescimento o nelle zone dove c'è richiesta di materiale per fini energetici. Una caratteristica del vaso floematico è che questo non possiede dei collegamenti diretti, ad esempio plasmodesmi, verso l'”esterno”, in altre parole il floema, sia delle angiosperme che delle gimnosperme, non comunica direttamente con i tessuti che la avvolgono. Inoltre il protoplasto, pur essendo vivo, non ha né nucleo né apparato del Golgi. Allora com'è possibile far entrare i soluti e, nel contempo, mantenere la cellula viva? Nelle angiosperme esistono le cosiddette cellule compagne che fanno da porta tra il vaso ed i tessuti esterni mentre nelle gimnosperme queste formazioni prendono il nome di cellule annesse o, meno comunemente, cellule albuminose. Ambedue i tipi cellulari di angiosperme e gimnosperme possiedono nucleo, apparato sintetico e mitocondri per cui possono nutrire la cellula floematica. Le cellule compagne/annesse derivano dalla stessa cellula meristematica.

    Tipo di piante

    Xilema

    Floema

    Gimnosperme

    Le cellule xilematiche formano le tracheidi che, nel punto di unione tra le cellule, mantengono la parete cellulare interrotta da alcune punteggiature.

    Si apprezzano cellule annesse nucleate e funzionali.

    Angiosperme

    Le cellule xilematiche formano le trachee che assorbono buona parte della loro parete cellulare nelle zone definite placche di perforazione. Vasi xilematici contigui possono scambiare acqua grazie alla presenza delle punteggiature......

    Continua qui: http://www.lacellula.net/appunti/fisiologia_vegeta...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.