Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 8 anni fa

Fonti storiche non cristiane su Gesù?

Vorrei sapere con un riassunto le fonti storiche su Gesù non cristiane.

6 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Dicono Tacito (che ne parla come di funesta superstizione)

    Dicono Galeno (che dice che i cristiani traggono la fede dai miti)

    Dicono la Lettera di Lentulo (che è un falso medievale a detta della maggior parte degli storici)

    Dicono Flavio Giuseppe (peccato che nonostante la sua opera sia stata citata da storici cristiani come Tertulliano e Ironeo e Origene nessuno fino al secolo III ha mai citato quei pochi versi di stile molto diverso come prova della storicità del Cristo, inoltre Giusto Tiberiade fu suo coetaneo e conterraneo e scrisse anche lui una storia ebraica a partire da Moses fino alla fine del I secolo senza mai accennare a Yeshua)

    Dicono il Talmud (scritto nel II secolo)

    Dicono Epitteto (che però parla solo di Sette Giudee)

    Dicono Svetonio, che però parlava di un Chrestus che però incitava i Galilei alla rivolta sotto il regno di Claudio (41-54)

    Dicono Plinio il Giovane nella lettera a Traiano (che parla solo di Cristiani)

    Dicono Filone d'Alessandria (profondo conoscitore delle sette giudaiche e della Bibbia, che parlò degli Esseni e di Pilato che però mai parlò di Yeshua).

    Dicono la lettera di Pilato a Tiberio (attualmente riconosciuta all'unanimità come falso storico)

    Poi c'era un centone (un documento fatto facendo il collage di vari versi dell'eneide estrapolati dal contesto e messi in ordine fittizio) ma non rammento di chi fosse.

    Ti invito a cercare informazioni su questi documenti e scoprirai che non ti ho mentito.

    @Ste: uno che faceva resuscitare i morti, moltiplicava il cibo, mutava l'acqua in vino, camminava sull'acqua, resisteva 40 giorni e 40 notti senza nè mangiare nè bere senza morire di fame e di sete, che curava malati, ciechi, muti, epilettici e quant'altro, al cui battesimo una voce annunciò che era il suo figlio prediletto nel quale si era compiaciuto, alla cui morte si oscurò il sole su tutta la terra (cosa peraltro narrata solo nei vangeli), che resuscitò egli stesso da morte era abbastanza rilevante secondo te?

    Ripeto, secondo me è probabile che sia esistito (seppur lo vedo come un semplice predicatore come tanti)... però non andiamo a contare come prove l'ipotetica lettera di Yeshua al re di Edessa e altri palesi falsi storici o tutti i pezzi dell'ipotetica croce.

  • 8 anni fa

    Questo è un argomento che è già stato sviscerato più volte.

    Tutte le "fonti storiche" su Gesù, cristiane e non, non reggono minimamente ad una analisi scevra da pregiudizi. In poche parole, sono inattendibili.

    Nn è affatto provato che Gesù non sia esistito veramente, ma certo nemmeno che lo sia.

  • SOLE
    Lv 5
    8 anni fa

    Sfido tutti a trovare le prove storiche di tanti personaggi dell'epoca e della zona...come sono poche su Gesù, sono poche su tutti...quindi non è esistito nessuno. Abbiamo testimonianze rare sui Re e Sacerdoti figurati su Gesù. Mi sarei sorpreso se si parlava di tutti, un po' come Erodoto parla di tutti oppure Vassari, e non si parlava di Gesù; ma dal momento che si parla poco di tutti mi pare logico che si parla poco anche di Gesù. Non capisco chi pretende l'intervista di Enzo Biagi a Gesù Cristo. Eh purtroppo Enzo Biagi all'epoca non c'era. Il 99 % erano analfabeti, la scrittura la usavano per altri scopi. Quindi o ti accontenti del poco che c'è o no. Che cosa si pretende non capisco.

    @ Dai STE la prima parte del tuo discorso la seguo e condivido dai miracoli in poi non ti seguo più...potrebbero essere semplici metafore aggiunte.

  • 8 anni fa

    Da quarant'anni ad oggi nessuno, ad esclusione di scienziati e giornalisti improvvisati, mette in dubbio l'esistenza di un uomo, nato in quel periodo, che ebbe un grande seguito politico e sociale e morì giustiziato.

    Ma dall'esistenza storica non si può passare alla veridicità delle Scritture, per fortuna di tutti noi!

    Le fonti storiche non cristiane, a memoria non ho i documenti sotto mano, sono di Flavio Giuseppe e dei cronisti romani in genere che parlano dei problemi creati da tal Gesù...

    Come potrebbero passare sotto silenzio i Grillo e Renzi del tempo???

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    Premesso che 2000 anni fa non c'era la stampa, non c'era internet, non c'era l'ansa, e che le notizie specialmente quelle non rilevanti e provenienti dagli estremi confini dell'impero(a meno che non si trattasse di guerre o cose che all'impero potessero interessare)rimanevano li e difficilmente circolavano , bisogna considerare che ci sono degli scritti storici extrabiblici che fanno riferimento e Gesù e a questo "movimento" che stava nascendo proprio in mezzo al coriaceo popolo ebreo...che non a caso alla fine mise a morte Gesù!

    Ebbene queste fonti extrabibliche dimostrano che storicamente è avvenuto quel che i Vangeli descrivono più da vicino.

    Insomma impossibile che sia una cosa studiata a tavolino da degli uomini, che non ne ebbero benefici e che poi diedero la loro vita per questa pseudoballa.

    Se dovessimo ipotizzare che Gesù non fosse mai esistito, risulterebbe alquanto difficoltoso credere che un popolo come quello ebraico potesse convertirsi ascoltando la storia sostenuta da quattro scrittori: gli evangelisti.

    Proviamo ad immaginare gli evangelisti che a Nazaret parlano di un fantomatico Gesù figlio del falegname Giuseppe e di sua moglie Maria.

    Se Gesù non fosse mai esistito, gli abitanti di Nazaret avrebbero certamente smentito questo fatto.

    Vogliamo parlare dei miracoli e delle guarigioni di Gesù a Cafarnao, a Betsaida, a Cana, a Gerico, a Nain ecc....?

    Miracoli, guarigioni, risurrezioni che potevano tranquillamente essere smentite dalla gente che all'epoca di quei racconti evangelici viveva in quelle città. Se mai nessun uomo di nome Gesù avesse mai compiuto quei mircoli, perchè considerare vero il rcconto del Vangelo e credere in un uomo che di fatto non si è mai presentato agli occhi di nessuno.

    Vogliamo parlare del momento più toccante della vita di Gesù? La passione di Cristo avviene a Gerusalemme. Gesù viene esposto al popolo, flagellato, costretto a portare la croce in mezzo a due ali di popolo fuori le mura della città. Crocifisso dinnanzi tutti.

    Ebbene, se mai questi fatti fossero accaduti, sarebbero certamente stati smentiti. Quindi come è possibile credere che proprio all'interno di quel popolo ebraico integralista potessero avvenire le prime conversioni.

    Al racconto di quei quattro evangelisti si sarebbero contrapposte le numerosissime smentite dei contemporanei che risiedevano nelle località menzionate dagli evangelisti.

    Detto ciò l'ipotesi dell'inesistenza di Gesù risulta senza dubbio scartabile a priori.

  • 8 anni fa

    Heee ciaooooo! Costantino, vai su wikipedia! ;)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.