salve ! chi si occupa di progettare nuove propulsioni aeronautiche e spaziali ?

l' ingegnere aerospaziale l' ingegnere meccanico chi ? grazie in anticipo :):)

Aggiornamento:

oppure i fisici queste sono opzioni poi se la risposta è un altra figura professionale scrivetela graziee !

5 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Io so che presso li M.I.T. di Boston ( USA ) stanno operando su di un motore al plasma proprio per la propulsione spaziale ed anche so che si tratta di un progetto avvenisistico sostenuto da una serie di banche tra le quali anche di una banca cinese di proprietà della R.P.C.

    Il progetto fu ideato qualche tempo fa ( non so l' anno ) da un pilota di un qualche progetto Apollo e che da una iniziale potenza del motore di 200 kw sono ora giunti a circa 40.000 kw e le prospettive sono estremamente aperte a soluzioni di miglioramento della potenza.

    La società costituita per tale progetto da quel tal pilota di cui parlavo e del quale non ricordo il nome è anche quotata alla borsa di N.Y.

    Mi pare anche, quì su answers, di aver letto una qualche risposta al riguardo con dovizia di particolari, proprio da un giovane fisico italiano che lavora oggi presso il M.I.T. di Boston. Mi ricordo che parlava di un team composto da giovani ingegneri meccanici, metallurgisti ed anche composta da fisici ed il team era in massima parte composto da giovani laureati italiani.

    Mi spiace ma non ricordo il periodo perchè io mi interesso di altra cosa ( prossimo * fra un anno e poco più * laureando in ingegneria elettromeccanica ), ma lessi con interesse la risposta data.

    Prova a postare la domanda sul WEB "" MOTORI AL PLASMA "" penso dovresti ottenere una qualche risposta.

    Un sincero saluto a te e buon pomeriggio.

    @@@@@@@@@@@@@ STEFANO.

    AGGIUNGO :

    Subito dopo averti risposto ho provato a postare la domanda sul WEB "" MOTORI AL PLASMA "" ed ho ottenuto numerose risposte e con dovizia di particolari e soprattutto di particolari molto interessanti.

    ( Ora mi vado a fare sul web un po di cultura su quei motori )

  • è un pelo interdisciplinare

    - ing. aerospaziale

    - chimici

    - fisici

    - ing. metallurgica

    ecco direi che possiamo escludere solo scienze delle comunicazione e filosofia, per il resto servono diverse competenze.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Direi l'ingegnere aerospaziale: il meccanico è più incentrato nella scelta, manutenzione e consulenza di macchine e robot industriali.

    Comunque sono due corsi di studio abbastanza difficili e piuttosto di nicchia qui in Italia.

  • 8 anni fa

    Generalmente è compito degli ingegneri aerospaziali(specialmente ingegneri aeronautici ad indirizzo propulsivo oppure ingegneri spaziali)

    Per quanto riguarda i razzi chimici, sicuramente il sistema più tradizionale, non credo ci sia bisogno di altre figure come i chimici. Ho vari compagni/e di università(quindi ingegneri aerospaziali) che per le loro tesi hanno lavorato proprio su possibili nuove "ricette" per i combustibili solidi, con vari tipi di additivi e in varie percentuali e confrontandoli per cercare la soluzione migliore.

    Per quanto riguarda i sistemi di propulsione un po' più esotici come le propulsioni elettriche allora probabilmente ci sarà un mix di ingegneri aerospaziali e fisici (o ingegneri fisici).

    se si va su propulsioni ad esempio nucleari ci sarà spazio anche per ingegneri nucleari ma in questi casi in pochi sono disposti a portare il lavoro anche solo alla fase di esperimenti quindi rischia di rimanere al livello di modelli teorici o simulazioni numeriche.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    Il discorso è complicato.

    Progettare propulsioni aerospaziali è una cosa, progettare NUOVE propuilsioni aerospaziali è un'altra.

    Una cosa è progettare un nuovo ugello per cercare di rendere più efficace, più potente, di maggior affidabilità un motore a razzo, una cosa è progettare un NUOVO sistema di propulsione.

    Ad esempio atomica, vele solari, o qualche nuova diavoleria sinora non usata ne' conosciuta.

    Il primo tipo di lavoro è deputato ad ingegneri aerospaziali, ovviamente con collaborazione di chimici, meccanici, e via dicendo.

    Il secondo tipo di solito è lavoro da fisici, ma allo stato dell'arte più che altro da studenti che ne fanno tesi di laurea piuttosto fantascientifiche.

    Cioè ogni tanto qualcuno parla, a livello di chiacchiera, di NUOVI sistemi di propulsione, ma in realtà molto difficilmente potremmo costruire propulsori più potenti di quelli dell'Apollo che ha portato gli uomini sulla Luna. Per gli aerei non so, forse c'è spazio per miglioramenti sensibili. Non per grandi innovazioni, ma miglioramenti, soprattutto nell'affidabilità. Ma non miglioramenti MOLTO sensibili....

    Ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.