fatica, dispendio e gps?

Ho un gps con programma RUNTASTIC per monitorare le prestazioni sportive.

Facendo un percorso di escursione in montagna in salita di, supponiamo, 8 km a 5 km/h, RUNTASTIC, mi da un consumo di 500 calorie.

Facendo lo stesso identico percorso di 8 km a 3 km/h (cioè facendo meno fatica) mi da un consumo di 700 calorie. ?????

Io ho letto sempre, ed è logico mi sembra, che il consumo calorico è direttamente proporzionale alla fatica fatta durante l'attività. Cioè più si fatica e più si spende (sto considerando il dispendio calorico, attenzione, non il consumo di grassi), e allora, come si spiega questa contraddizione.

Stamattina ho fatto un escursione di 18 km, di cui 7 in salita al 20% a 4km//h, e il gps mi ha dato un consumo di 890 calorie, mentre un affidabile personal trainer mi ha assicurato che all'incirca, per me il dispendio si aggira intorno alle 50 calorie per km in piano e discesa e a 120 calorie per km in salita impegnativa a quella velocità.

Vorrei avere davvero le idee chiare per poter bilanciare il consumo con ciò che devo mangiare. Se c'è qualcuno che mi può spiegare come "ragiona" il gps con RUNTASTIC, gli sarei grato.

Un saluto a tutti, Ezio

1 risposta

Classificazione
  • Black
    Lv 7
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Guarda secondo me ha ragione il personal trainer, considera che io uso forerunner 310 xt e lo stesso percorso fatto più volte, da sempre risultati diversi 550-620-710, secondo me il calcolo che fanno lascia il tempo che trova e quindi non sono affidabili.

    L' unica cosa che ho notato (non so se fai uso della fascia cardiaca) che lo stesso percorso 15Km a 12Km/h con battito 150 mi da 620 di consumo calorico, mentre lo stesso percorso 15Km a 12Km/h ma con battito 170 mi da come consumo calorico 710- 740, forse si basa su un algoritmo incrociato su battito cardiaco e velocità.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.