promotion image of download ymail app
Promoted

Marshall Farms allevamento cani per vivisezione?

Qualcuno mi potrebbe dire cosa è Marshall farm,cosa accade in questa azienda e perchè non viene chiusa???

4 risposte

Classificazione
  • Debby
    Lv 5
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Da alcuni anni Green Hill è stata acquisita da un’azienda americana, la Marshall Farm Inc.

    Marshall è un nome tristemente noto in tutto il mondo in quanto è la più grande “fabbrica” di cani da laboratorio che esista.

    Il beagle Marshall è addirittura uno standard di varietà . I cani di Marshall vengono spediti via aereo in tutto il mondo, ma con l’acquisto di Green Hill come sede europea e la costruzione di un enorme allevamento in Cina, Marshall sta portando avanti un piano di espansione e di monopolio del mercato.

    In quest’ottica va visto anche il progetto di ampliamento che prevede la costruzione di altri capanni a Montichiari, per arrivare ad avere 5.000 cani nell’allevamento Green Hill, che diventerebbe il più grande allevamento di cani beagle in Europa.

    Per un prezzo dai 450 ai 900 euro si possono comprare cani di tutte le età .

    Chi è disposto a pagare di più può comprare anche una madre gravida.

    Green Hill e Marshall Farm inoltre offrono ai propri clienti trattamenti chirurgici su richiesta, tra cui il taglio delle corde vocali o l’asportazione di alcune ghiandole. Per Green Hill e Marshall Farm gli animali sono solamente merce, oggetti da far riprodurre e vendere, senza il minimo scrupolo sul dolore e la sofferenza, psichica e fisica, che andranno a subire.

    http://www.professionemamma.it/2011-05-05-10-27-27...

    Inoltre il Green Hill da qualche settimana non è piu' sotto sequestro...assurdo..!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    é semplicemente una società.

    Si è sentita in molti tg perchè ha acquistato Green Hill, dove producevano beagle destinati alla sperimatazione animale.

    È considerata Sperimentazione Animale la totalità degli esperimenti condotti sugli animali.

    È un insieme ampio ed eterogeneo che comprende anche esperimenti di mera osservazione etologica che non contemplano alcun intervento sull’organismo studiato.

    La Vivisezione non è che un sottoinsieme della Sperimentazione Animale. Come indica il nome, comprende quegli esperimenti che contemplano la dissezione (taglio) in vivo della cavia.

    In genere si tratta di esperimenti di interesse fisiologico, gran parte della conoscenza della Fisiologia Animale è stata ottenuta (in passato, ormai non si fa più) attraverso la vivisezione.

    I Test tossicologici costituiscono un altro sottoinsieme della sperimentazione animale, quello necessario a garantire la non tossicità di un prodotto (farmaco o cosmetico) prima di immetterlo sul mercato. I test tossicologici rivestono interesse prevalentemente in ambito della Farmacologia.

    Questo significa che è errato parlare di vivisezione per gli esperimenti sulla sicurezza dei farmaci. Non è una “scelta di parole” personale ma oggettiva perchè hanno davvero un significato diverso.

    Gli animalisti parlano spesso di METODI ALTERNATIVI che possono essere usati al posto della sperimentazione animale. In realtà questi metodi vengono già ampiamente usati in modo COMPLEMENTARE perchè non esiste qualcosa che possa sostituire il modello animale se non un altro animale.

    È giusto che ognuno si faccia la propria idea in merito alla sperimentazione ma bisogna in ogni caso prestare attenzione ai messaggi pubblicitari, spesso forvianti, che vengono proposti.

    L'informazione, la richiesta delle fonti da cui sono tratte certe informazioni e l'attendibilità di queste è lo strumento che consente di pensare in modo corretto, altrimenti si rischia di abbracciare un'idea soltanto dal punto di vista emotivo e non razionale.

    Un esempio? In uno slogan pubblicitario contro la vivisezione veniva usato un cane a prima vista davvero sofferente su un tavolo d'acciaio.. Ad un esame più approfondito quel cane era affetto da una malattia detta “rogna”, probabilmente per questo su un tavolo veterniario.

    Siete rimasti sconvolti dal fatto che a green hill ci fossero cani morti nel congelatore? ma secondo voi in tutte le università, allevamenti di qual si voglia specie animale dove li mettono gli animali che muoiono? (perchè si, in un allevamento nonostante tutti gli sforzi è normale che certi animali muoiano. si mettono in congelatore finchè non passa l'omino della ditta inceneritrice.)

    La sperimentazione animale per quanto mi riguarda può non essere una cosa felice, se ci fossero altri modi sarebbe un bene,ma per immettere farmaci e cure sul mercato umano è necessaria.

    Per legge gli animali usati devono derivare da allevamenti appositi (dove sono SPF ovvero senza malattie che potrebbero inficiare il risultato), la sperimentazione deve essere necessaria e sul minor numero di animali possibili.

    Deve essere presente personale specializzato per garantirne il benessere.Ci sono anche controlli esterni per garantire che questo avvenga.

    Se ascoltiamo la Brambilla che vuole chiudere i centri di allevamento (dove i cani non sono maltrattati perchè è nell'intreresse dell'allevatore riuscire a produrre cani SPF in numro maggiore possibile per le case farmaceutiche) finirà che le sperimentazioni si faranno su cani prodotti all'estero dove non esistono controlli!!!!! ditemi se questo è un bene per gli animali?!

    Ricordo che quasi tutti i vaccini che si usano per gli animali stessi e anche per gli uomini sono prodotti grazie alla sperimentazione animale (il virus dell'influenza si isola sull'uovo embrionato di pollo!), la maggior parte delle procedure mediche, delle scoperte e dei premi nobel attribuiti sono stati grazie alla sperimentazione.

    Dimenticavo: lo sapevate che la chiusura di Green Hill è stata per discrepanze secondarie (burocratiche, per come tenevano i registri etc) ed ora il dissequestro è perchè non si sono trovate prove dei maltrattamenti?

    Fonte/i: Laureanda in Medicina Veterinaria
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    E' il più grande allevatore di cani e furetti degli Stati Uniti. Vende gli animali a negozi di animali domestici in tutto il mondo e a laboratori per la ricerca sui farmaci e scientifica in genere.

    Se sei contro puoi evitare di usare medicine o farti operare e avrai la coscienza pulita

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 anni fa

    Questo è un ottimo metodo che insegna come educare un cane http://CorsoAddestramentoCani.latis.info/?bRhn

    Addestrare un cane ad obbedire è un processo lungo che richiede molta pazienza e calma, ma nella maggior parte dei casi è sufficiente ripetere gli stessi movimenti o gesti 2-3 volte al giorno

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.