Perché per i crimini gravi si dimenticano presto le vittime e si pensa a come punire o rieducare il carnefice?

Quelli sono morti, pensiamo ai vivi? le vittime sono degli sfigati messi lì apposta da dio?

Tutti possono sbagliare il perdono ed il recupero delle anime perse è un atto nobile e civile?

Questo membro della specie dobbiamo recuperarlo poverino!!!

Però la vittima ha smesso di scegliere o di essere rieducata. La vittima non ha deciso di venire punita eternamente. La morte non dà altre possibilità.

Poi è così difficile conoscere la verità e cioè che esistono persone malvagie che godono nel far del male? Sentono la necessità di far del male.

Qualcuno dirà bisogna curarle sono malate. Questo però è il pensiero di una persona normale che non vuole credere al male puro e lo razionalizza. Dice: "ma non è possibile che un membro della mia stessa specie, nato da Madre, sia cosi tanto diverso da me; dev'essere successo qualcosa! bisogna curarlo e restituirlo alla specie".

Un Corno ..quello è cattivo basta. Il male esiste. Il male quando esiste ed è feroce aspetta solo l'occasione giusta per esprimersi. Non esiste nessuna rieducazione. Quando mai! Chi lo pensa è un ingenuo in buona fede. Vi dico che un essere malvagio nasce malvagio e muore malvagio. Non cambia. Questo ci dimostra la cronaca e la storia. Lo stesso Gesù nel Vangelo lo dice agli uomini nella parabola del vigneto. Il padrone manda i servi e gli bastonano; manda suo figlio perché pensa che lo rispetteranno invece viene ucciso. Certo ovvio!

Parabola di Gesù una delle mie preferite, quella dei contadini omicidi, certo!

http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazion...

La domanda è secondo voi esistono persone malvagie oppure nessuno e veramente malvagio sbaglia ma poi si corregge e diventa buono?

Poi perché le vittime vengono messe da parte in fretta e furia?

Aggiornamento:

@ Luella leggi tutto il contesto della domanda hai frainteso.

Aggiornamento 2:

@ Nessunanuvola sì son d'accordo con te in pratica su tutto. Però al momento ho ancora questa riflessione che si nasce (anche) malvagi...poi magari lo si diventa peggio! Insomma alcuni hanno bontà innata poi lo diventano pure col tempo. Nel senso che un bimbo non può essere malvagio come un adulto, i bimbi sono innocenti! Però in sé anche se non lo può mostrare (è un bimbo!) è già cattivo e crescendo questa cattiveria si mostrerà sempre di più. Non so come spiegarmi. Magari pongo poi il problema in un'altra domanda. Dico solo che non nasciamo tutti identici. Nasciamo con in germe già delle tendenze che crescendo e con l'esperienza si evidenzieranno. Alcuni imparano subito il bene per natura, altri capiscono meglio il male.

Aggiornamento 3:

@ Sporco pirata le mie domande sono pubbliche per tutti. Le mie risposte sono pubbliche per tutti. Vai a vedere se non parlo di criminalità, di prostituzione, di aborto. Poi non sono ateo. Se dio esiste o meno non mi cambia nulla. Al limite sono un cristiano anomalo, perché evito tutto il fardello inutile di San Paolo e mi concentro sul pensiero di Gesù come maestro di vita. Tieni conto che il Gesù che conosciamo oggi è passato sotto Sauro di Tarso, i Vangeli sono stati adattati e revisionati da San Paolo. Gesù era semplice e San Paolo lo ha complicato inutilmente.

3 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Penso che malvagi non si nasca sinceramente. Penso che la malvagità scaturisca da diversi fattori che si presentano nel corso della vita, qualsiasi, anche delle semplici baggianate. Credo anche la malvagità non cessi in quanto non si subisce una giusta punizione. Ti faccio un esempio: Erika e Omar. Ma com'è possibile che siano già fuori?Qui non si parla di un raptus omicida, quello è un omicidio premeditato, e lei,maledetta cagna che non è altro, si è accanita contro sua madre e il suo fratellino con cento coltellate, ma ti rendi conto?E' una pazza furiosa!Il suo fratellino gli chiedeva pietà e lei l'ha massacrato, che io quando ci penso mi ci arrovello il cervello per capire cosa le è passato nella mente in quel momento. Per me esiste il perdono, si, ma a fronte di una giustizia, la andrei a trovare anche tutti i giorni in galera, ma lei li doveva restare, per il resto dei suoi giorni. Io non credo che lei un giorno diventerà buona, credo che abbia una pazzia latente che nessuno guarirà mai, nemmeno il famigerato Don Mazzi (che se hai la fortuna di essere nelle sue mani allora puoi sterminare un intero paese tanto lui ti fa reintegrare nella società). Tutti ci possiamo correggere ma bisogna che prevalga anche un senso di giustizia nella società, se sai che puoi ammazzare e poi essere fuori dopo 5-6-7 anni, allora:

    A)Faccio un pensierino su come gambizzare il mio ex marito perché ne ho piene le balle di lui;

    B) Non mi sento per niente al sicuro nel mio paese;

    C)Sai che, oltre a non avere giustizia, con molta probabilità vedrai il carnefice di un tuo familiare avere dei privilegi.

    Roba da pazzi. Ma se io compro un armadio da un artigiano,per quale motivo non dovrei pagarlo?Stesso concetto: se uno ammazza, perché non deve pagare per il reato commesso? Figli orfani, genitori orfani di figli, tutto questo nasce all'interno dei nuclei familiari e da una giustizia non corrisposta nei confronti dei cittadini. E' una società malata questa, se la vogliamo curare, cerchiamo di volerci più bene dentro le nostre case e di parlare, parlare, parlare.

    La malvagità, tranne rari casi, non è nel soggetto singolo, ma nel contesto che lo circonda secondo me.

    Poi perché le vittime vengono messe da parte in fretta e furia?

    Perché chi muore tace, e chi vive si da pace.

  • 8 anni fa

    Perché per i crimini gravi si dimenticano presto le vittime e si pensa a come punire o rieducare il carnefice?

    perchè non ci siano altre vittime è logico!!!!!!!!!!!!!!

  • Anonimo
    8 anni fa

    Dovreste essere voi atei a combattere il crimine che è dentro la vostra comunità.

    Non fate altro che pensare all'anello del Papa, all'8x1000, al crocifisso, ai Testimoni di Geova che bussano alla porta ma in questa sezione non ho mai visto

    nessun ateo condannare l'aborto, la cannabis, la prostituzione.

    Noi Credenti più che raccomandare l'anima a Dio non possiamo fare altro...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.