Cosa devo fare con un figlio ribelle?

Mio figlio ha 15 anni e da due mesi ha cominciato frequentare la scuola superiore alberghiera.Da quella volta ha cominciato comportarsi strano.In scuola ha messo le mani addosso a un ragazzo disabile,ed ormai 3-4 volte dicendomi che va a scuola,non si è presentato ed in più si ha fatto ultima volta la giustificazione da solo falsificando la mia firma.In più sono sparite le sue cose come psp portabile i-pod giubbotto e tante altre cose.Ha perso le chiavi di casa è io non ho più fiducia in lui.Più sono venuta a sapere che fuma,e che ha rubato la bicicletta a non so chi.Se lo chiudo in casa salta fuori dal terrazzo.Sono disperata con mio compagno.Non abbiamo più pace ne tranquillità perchè non passa un giorno che non combina una.Ho parlato anche con un psicologo,ma non aiuta nulla.Cosa devo fare?Esiste qualche istituto dove potrei portarlo?Noi non ce la facciamo più a vivere!!

Aggiornamento:

Gli ho tolto internet,televisione.Telefono è l'unico strumento per rintracciarlo.E schiaffi qui ne ha presi ma non capisce.Anzi ancora ci minaccia che fa una denuncia,per maltrattamento.

9 risposte

Classificazione
  • Zio V
    Lv 7
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Quando uno comincia a fare le proprie scelte, ed è così chiaro che è orientato al male, c'è poco da fare. Con tutta probabilità, il fattibile andava fatto prima... Allerta la scuola sul fatto che le giustificazioni non provengono mai da te. Per lo meno ti faranno una telefonata di conferma. Cambia la serratura. Non dargli le chiavi di casa: entra ed esce quando ci siete voi, oppure non rientra affatto. Fategli capire che, se è criminale, verrà allontanato. Se vi rifiutaste di accoglierlo in casa, il fatto non costituisce reato di abbandono di minore, perché quello si riferisce ai minori di anni 14. Fategli capire che niente di quello che gli date è scontato. L'obbligo del genitore di mantenere istruire ed educare il figlio non è assoluto. Ci deve essere uno scambio tra il vostro obbligo di mantenerlo istruirlo ed educarlo e il suo obbligo di rispettare voi e contribuire alla vita familiare. Sono rari i casi in cui si arriva a questo, anche perché i genitori tendono sempre a difendere e a giustificare i figli, ma se uno ha in casa un delinquente di 15 anni, le ha provate tutte e non sa più come fare, ben può fare un esposto ai carabinieri e dire "La situazione e questa, io questo ragazzo non so più come educarlo, non sono più in grado di adempiere ai miei obblighi di genitore e di fargli osservare i suoi obblighi di figlio. Quanto meno siete avvertiti". Da quel momento in poi, altro che minacciare lui di denunciare voi. Se insiste nello sgarrare, va a finire in una casa famiglia fino a 18 anni, e poi da solo, per strada. Se un genitore non avverte nessuno, deve sempre rispondere lui di tutto quello che succede al figlio, e di tutto quello che il figlio fa agli altri. Ma un genitore non deve per forza essere capace di correggere e disciplinare il figlio delinquente. Se non ce la fa, non ce la fa. Una volta fatto tutto quanto è in vostro potere, non potete mica rispondere voi di furti e di lesioni! Un figlio che ti minaccia non è gestibile. Adesso minaccia la denuncia, bisogna chiarirgli che il mondo non va solo come pensa lui, non ci sono solo i suoi diritti. E se invece vi minacciasse, che ne so, di dare fuoco alla casa se non gli date quello che vuole?! I vostri obblighi verso di lui non sono affatto unilaterali e assoluti. Sono situazioni che vanno sempre affrontate a gradienti, ma un delinquente non sei obbligata a tenertelo in casa per il solo fatto di averlo generato!

  • 8 anni fa

    e si vede che da piccolino ha preso poki schiaffi e quindi adesso s prende la liberta d fare cio che vuole...se lo chiudi in casa e lo obblighi a stare li e appena si muove lo prendi a schiaffoni voglio vedere se salta fuori....e poi toglili tutto...play / x box computer internet cellulare....e poi, un ragazzo d quindicianni campa cn i soldi dei genitori...chiudete i rubinetti....

  • 8 anni fa

    quando iniziano a sparire i beni più "richiesti" (tipo videogiochi, vestiario, ecc ecc) significa che sono stati venduti. per cosa? facilmente per la droga o in linea generale deve qualcosa a "qualcuno".

    se il problema è iniziato da poco e vostro figlio prima non era così, significa che c'è un grave problema a scuola (qualcuno che gli fa del male, pessime compagnie) avete provato a parlare con lui o con gli insegnanti? chiedete urgentemente un incontro con il coordinatore della sua classe.

    l'improvvisa aggressività può anche essere riconducibile all'utilizzo di droga pesante.

    siete ancora in tempo per recuperarlo, alla fine questa sbandata è iniziata da poco, dovete intervenire con fermezza e testa per scoprire la causa di tutto questo ed arginarla. probabile che dovrete anche cambiargli scuola.

  • 8 anni fa

    Non so se sono la persona più adatta a rispondere, visto che ho solo 16anni... Penso che se vostro figlio si comporta in questo modo ci sará di sicuro qualche problema in famiglia. Magari non si sente ascoltato o capito. Non sose fate bene a togliergli xbox computer ecc, perchè così facendo non lo invogliate a comportarsi meglio, anzi. Forse se provaste a parlargli capireste il motivo per cui è così, perchè un motivo c'è sempre. Provate a fargli capire che, se si comportasse meglio, avrebbe solo da guadagnarci: io ho capito che se mi comporto bene a scuola i miei mi lasciano.uscire di piú, che se li aiuto in casa e in negozio mi danno più soldi da spendere ecc. magari vostro figlio si comporta male a scuola perchè c'è "qualcuno" che lo costringe, mi spiego: alla nosta etá spesso è il gruppo che conta, perciò se tutti fanno una cosa ci sentiamo "costretti" a farla anche noi. Provate a insegnare a vostro figlio che è piú importante essere una persona corretta che essere consiserato "figo" dai suoi compagni. Bisogna che impari queste cose, ma non so bene come insegnarglele... Non mi ricordo come sono arrivata a capire queste cose, so solo che è grazie ai miei genitori che sono così!! Il mio consiglio è di evitare le maniere troppo dure, perchè cosi facendo vostro figlio vi vedrá come dei nemici, invece dovete fargli capire che voi siete degli alleati, di cui si puó fidare.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • cambia scuola e non farlo più uscire.... senza internet, senza amici senza consolle varie.... ma non togliergli mai il dialogo con te.

  • SPOCK
    Lv 5
    8 anni fa

    PSP, Ipad, giubbotti (magari firmati)... avete sbagliato dall'inizio, mi dispiace dirtelo. Ed ora mi sembra davvero tardi per intervenire senza creare ulteriori disastri. Tuo figlio è cresciuto senza valori. E quelli glieli dovevi trasmettere tu. Probabilmente anche tu hai bisogno dello psicologo, probabilmente molto di più di tuo figlio. La scuola, poi, ha fatto il suo non punendolo severamente quando ha picchiato il suo compagno disabile. Non ti offendere per quello che ti ho scritto e che continuerò a scrivere, non vuole essere una critica distruttiva né nei tuoi confronti né in quelli di tuo figlio. Probabilmente ha vissuto dei momenti difficili, in cui avrebbe avuto bisogno di una persona di riferimento che gli comunicasse dei valori ma, magari presa da altre cose, non te ne sei accorta. E' difficile recuperare il rapporto, soprattutto in un'età così difficile com'è quella adolescenziale. Qui nessuno ti può aiutare perchè non possiamo conoscere gli antefatti che hanno generato questo malessere. Di conseguenza non possiamo, neanche, darti consigli risolutivi. Per aiutare te e tuo figlio credo sarebbe importantissimo che tu, per prima, capisca esattamente dove hai sbagliato, senza trovare nessuna giustificazione ai tuoi atteggiamenti e comportamenti. Almeno con te stessa devi iniziare ad essere sincera.

  • ?
    Lv 6
    8 anni fa

    Devi essere più forte, ferma, intransigente e rigida di lui, se serve "cattiva", deve percepirti "cattiva".

    Deve capire che tu gli dai amore/affetto/dolcezza, che tu ci sei sempre e gli dai tutto quello di cui ha bisogno, ma lui in cambio ti deve qualcosa, partendo dal rispetto, quanto meno il rispetto.

    Fino a quando vive sotto il tuo tetto ed è economicamente dipendente da te valgono solo le tue regole e non sono discutibili.

    Devi trasformarti da mamma in una sorta di "tiranno" per il suo bene, non è piacevole e sarà una "battaglia", ma a mio avviso la strada del dialogo e della comprensione, per come sei messa , viene in un secondo momento, prima mettigli dei paletti, fatti aiutare dal tuo compagno.

    Non scendere mai al suo livello, non strillare, urlare, piangere, se puoi cerca di essere autoritaria ma senza fare scenate e dare in escandescenza, solo autoritaria.

    Auguri

    Fonte/i: Vita
  • 8 anni fa

    E' tipico dell'età il cambiamento, comunque l'unico consiglio che ti so dare è ascoltarlo, fallo parlare, solo con il dialogo e infinita pazienza potrai capire cosa gli sta succedendo, non serve, come confermi tu, castigarlo, lui diventa solo più cattivo. Forse si sente inadeguato e manifesta così la sua rabbia. Prova ad iscriverlo ad una palestra in modo che possa scaricare lo stress, è provato che questo aiuta.

    Chiedigli anche perchè ha picchiato il ragazzo disabile, non è giustificato ma sarebbe utile conoscerne i motivi...forse spinto dalle cattive compagnie... Facci sapere.

  • Karola
    Lv 5
    8 anni fa

    ehm.....direi situazione complicata ....e la vedo tesa e brutta..

    dobbiamo specificare che cmq è un'età dove tutti sono più ribelli e convinti di spaccare il mondo ma se inquadrati come si deve in tempo la cosa si ridimensiona.

    penso che di strade tu ne abbia intraprese parecchie prima di scrivere qui, xciò non ti chiedo di parlargli, di capire o psicologi vari xchè so che le hai già vagliate queste possibilità..l'unica che mi viene in mente sarebbe quella del collegio...o di una scuola + "rigida"..

    meglio prendere in tempo le cose prima che degenerino....rubare, alzare le mani o vendersi delle cose proprie non danno da pensare a belle azioni, ma a qualcosa di illecito o illegale..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.