Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Aria
Lv 5
Aria ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 9 anni fa

Secondo voi cosa scatta nella mente di un serial killer?

Io penso, un senso di insoddisfazione per ciò che li circonda, della rabbia repressa verso le personeche li hanno fatti soffrire. L'essere stanchi, stufi di continuare a sopportare certe condizioni di vita. Il voler ritrovare la pace dei sensi, che solo eliminando il male che perseguita le loro menti si potrà trovare. Il male sono quelle persone, i bersagli dei serial killer che, senza per forza, avere un contatto giornaliero con loro, maanche solo conoscendoli per le loro abitudini, scatenano una sensazione alquanto fastidiosa, un impulso odioso che rende l'assassino una vera e propria bestia selvaggia. E ormai, incapace di trattenersi più, per il tanto agonizzato desiderio di pace, decide che nulla ha più importanza, se non l'eliminazione dei suoi parassiti. Che ne pensate?

4 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Ciao, guardati la serie televisiva Criminal minds che parla proprio dei motivi per cui i serial killer ammazzano.. Pensa che a volte notando alcuni particolari delle persone che ammazzano si può capire cosa manca loro, esempio se ammazzano tutte donne con i capelli biondi si può pensare che ce l'abbiano con una donna bionda ed indagando magari si scopre che la madre e bionda e che li picchiava.. Purtroppo è così.. La rabbia repressa crea in noi lo spirito di vendetta verso qualcuno sfogandoci su tutto ciò che ci ricorda di loro.. È sbagliato ma infatti è gente che purtroppo ci esce di testa! Spero di esserti stata di aiuto ciao baci

  • 9 anni fa

    Non è desiderio di pace.

    Probabilmente si tratta di persone che hanno subito percosse e violenze continuate a loro volta quando erano nell eta' in cui non potevano far atro che sopportare. Per cui hanno di sicuro vissuto un senso di frustrazione molto forte e probabilmente continuano a provarlo nel quotidiano. Posso immaginare che una persona che è stata seviziata da bambina nel momento in cui viene lasciata a se stessa non sviluppi un sociale appagante. Sicuramente si sentira' inadeguta e inferiore rispetto a chi ha vissuto nella "normalità". Questo genera odio e desiderio di rivalsa ma non verso i piu' forti "stranamente".. perchè in genere le vittime sono tutt'altro che alla loro pari o superiori fisicamente. (il serial killer infondo è un insicuro)

    Dunque il serial killer prova piacere nell infliggere torture e uccidere le sue povere vittime, perchè da questo deriva un senso di onnipotenza che soffoca temporaneamente il pregresso.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Non è facile rispondere... Non tutti i serial killer uccidono per gli stessi motivi.

    Di sicuro non hanno tutte le rotelle a posto nel loro cervello.

    ciao.

  • 9 anni fa

    che le persone in grado di rispondere si chiamano criminologi,studiano e ristudiano per arrivare al punto di poter avere le conoscenze anche solo per pensare di provare a rispondere.Non vanno a "io penso che"

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.