dodisnake ha chiesto in Matematica e scienzeIngegneria · 8 anni fa

Immettere energia nell'impianto elettrico in caso di blackout?

E' possibile, in caso di blackout tramite generatore, immettere energia usando, come entrata, la normale presa elettrica? Ovviamente, il contatore, sarà spento manualmente, perché altrimenti, in ripresa dell'energia, salterebbe tutto.

Se fosse possibile sarebbe uno spunto da sfruttare.

Aggiornamento:

@Claudio: una cosa che ho dimenticato di scrivere è appunto mettere un dispositivo di regolazione della corrente non attacarlo così (hai perfettamente ragione ad evidenziarlo)

3 risposte

Classificazione
  • oubaas
    Lv 7
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Ti do una soluzione "manuale" :

    Hai due interruttori in cascata :

    - quello intergrato con il contatore enel

    - quello di casa tua

    - devi aprire manualmente l'interruttore intergrato con il contatore enel

    - devi aprire manualmente l'interruttore di casa

    devi collegare manualmente i cavi provenienti dal gruppetto elettrogeno a monte dell'interruttore di casa ....ti consiglio di utilizzare questa soluzione anzichè collegarti ad una presa in maniera da poter riutilizzare il tuo interruttore di protezione....

    al ritorno della rete enel ferma il gruppo elettrogeno, scollega i cavi, richiudi manualmente prima l'interruttore di casa, poi quello enel...

  • 8 anni fa

    Lo sI può fare benissimo e senza rischi con l'impianto giusto. Ci sono i commutatori interbloccati elettromeccanici per la commutazione con interruzione di una line nell'istante di commutazione per evitare il parallelo fuori fase, quelli elettronici a doppio SCR per ogni semionda per la commutazione in passaggio di carico (almeno al ritorno corrente in linea), quelli con coincidenza di fase al rientro. COnsigliabile piuttosto un gruppo eettrogeno (es: Caterpillar o Deutz-Siemens) con un ottimo regoaltore di giri e un ottimo regolatore di tensione e volano sovadimensionato per evitare eccessive variazioni di frequenza e di tensione al variare di carichi.

    Fonte/i: elettrogne de 15 kVA ai 12600 kVA in bassa e in nedia tensione e sstemi di soccorso e di parallelo, problemi e misure di stabilità de paamatri al variare del carico
  • 8 anni fa

    1)

    E' rischioso: la disattenzione è sempre in agguato, potrebbe rimanere inserito l' interruttore generale ENEL.

    2)

    Quanta corrente deve erogare il generatore? La presa alla quale lo colleghi sopporta quella corrente?

    CONCLUSIONE

    Io te lo sconsiglio: è più sicuro collegare l' uscita del generatore direttamente alla rete attraverso un relè che deve commutare la rete casalinga al generatore od alla rete ENEL secondo la necessità. La bobina di eccitazione del relè sarà collegata alla rete a monte del relè sui cavi ENEL. Logicamente i contatti del relè dovranno sopportare il carico dell' impianto a valle (per una potenza impegnata di 3 kW io sovradimensionerei i contatti per sopportare 20 A)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.