Ferita comparsa dal nulla con molta perdita di sangue...?

Buongiorno,

stanotte mia nonna è dovuta correre al pronto soccorso per una ferita comparsa 'dal nulla'.

Si era alzata per andare in bagno, quando stava per rimettersi al letto ha avvertito qualcosa di bagnato e si è accorta che stava perdendo molto sangue dalla coscia. Ha provato a fermare l'emorraggia ma non ci riusciva, quindi è dovuta correre al pronto soccorso.

Non era mai successa una cosa del genere, anche se a volte le compaiono dei lividi molto grossi, anche dovuti a botte leggere che prende. Il medico le disse che poteva capitare, e le ha somministrato una dose più leggera di cardioaspirina.

Ciò che è successo stanotte è molto strano e i medici del pronto soccorso non hanno saputo dare una spiegazione precisa alla cosa, tranne il fatto che è piena di capillari e che poteva capitare.

Voi sapete qualcosa di più a riguardo?? Può davvero capitare e non c'è una spiegazioe precisa a questo fenomeno??

Scusate per la spiegazione un po' random, ma non conosco il linguaggio medico, vorrei solo vederci più chiaro in questa situazione.

Grazie a tutti :))

4 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Probabilmente la causa è una Piastrinopenia. Per piastrinopenia si intende una diminuzione del numero delle piastrine nel sangue. Il numero delle piastrine nelle persone adulte è generalmente compreso fra 150 mila e 400.000 per microlitro, con possibili variazioni da laboratorio a laboratorio.

    Una diminuzione delle piastrine è in genere asintomatica finché le piastrine non raggiungono livelli molti bassi, attorno ai 20-30.000/mL. Molte persone stanno benissimo anche con piastrine inferiori, altre possono avere lievi emorragie come petecchie, epistassi, gengivorragie. Queste emorragie possono comparire anche spontaneamente, senza cause apparenti, o dopo minimi traumi.

    Raramente si possono avere emorragie negli organi interni. Il decorso delle piastrinopetie è molto variabile da caso a caso e a seconda della causa. Se la piastrinopenia è causata da farmaci essa si risolve in genere in poco tempo dopo la sospensione del farmaco incriminato, come avviene nelle piastrinopenie da antineoplastici. Anche in caso di piastrinopenia causata da infezioni o infiammazioni, il numero delle piastrine ritorna generalmente alla norma con la guarigione (spontanea o dopo appropriata terapia della malattia di base), senza necessità di terapia specifica.

    A volte anche le piastrinopenie congenite possono migliorare con il trascorrere degli anni. Poiché la maggioranza delle piastrinopenie non provoca sintomi gravi e si può verificare la normalizzazione spontanea del loro numero, spesso è consigliabile non effettuare alcuna terapia, anche per evitare di esporre il soggetto al rischio degli effetti collaterali dei farmaci. Non esistono regole valide per la generalità dei pazienti. Ogni caso di piastrinopenia deve essere valutato attentamente e l'eventuale terapia intrapresa solo se la piastrinopenia è persistente e sintomatica; bisogna considerare anche l'età del soggetto ed il suo stile di vita, cioè se per motivi di lavoro o per i propri hobbies è esposto al rischio di traumi. Il rischio di emorragie, a parità di numero di piastrine, può essere sostanzialmente diverso in un tranquillo pensionato o in un giovane atleta. Generalmente la terapia delle piastrinopenie è indicata in presenza di uno o più dei seguenti criteri: è sintomatica, specie se le emorragie sono gravi e/o ricorrenti, indipendentemente dal numero delle piastrine se asintomatica, quando le piastrine sono inferiori a 10.000-30.000/mL per più di 6-12 mesi

    Il caso di piastrinopetie sarebbe sempre meglio:

    Evitare traumi;

    Non assumere farmaci per via intramuscolare, per il rischio di ematomi

    Consultare sempre il medico prima di assumere farmaci che inibiscono la funzione delle piastrine come aspirina o altri farmaci antiinfiammatori, antidolorifici e antifebbrili.

    Cercare di arrestare l'emorragie in atto con mezzi meccanici, per esempio tappi emostatici o di cotone nel naso, sulla cute o sulle gengive.

    Ricorrere rapidamente alle cure mediche in caso di emorragia persistente o copiosa, oppure in caso di comparsa di sintomi che facciano pensare ad una emorragia interna: confusione mentale, incapacità a mantenere l'equilibrio, disturbi della parola e del linguaggio, riduzione della forza delle braccia e/o delle gambe, vertigini, palpitazioni, spiccato pallore cutaneo. Ciao!

    ////////

  • 8 anni fa

    purtroppo può capitare quando con l'età la pelle diventa molto fragile e sottile

    può capitare che uno o più capillari subiscano un trauma e si rompano

    segui le prescrizioni del medico e se hai delle domande, falle a lui, non fosse altro che avendo in cura la persona può rispondere con cognizione di causa

    p.s. per l'alimentazione...... chiedi al medico e non fidarti di quello che leggi in rete, è il medico ad essere responsabile delle prescrizioni ad un paziente, nessun altro

  • 8 anni fa

    Nico: Sei solo uno scemo.

    è una cosa normale per l' età che ha. I capillari sono i vasi sanguigni e possono rompersi per la loro fragilità e quindi creare emorragie.

    Questo fatto può essere evitato facendo un' alimentazione corretta cioè con pochissima carne nella propria dieta (qualsiasi tipo di carne). Ovviamente ormai ha la sua età e quindi questo è il risultato di quello che ha fatto prima e ormai c'è poco da fare.

    Un' alimentazione corretta dell' uomo è a base di cereali, verdura, frutta, legumi, frutta secca e ortaggi evitandola carne che basterebbe mangiarla anche una volta a settimana. L' uomo non ha quasi bisogno di carne, è solo una cazzata che mettono in giro medici e case farmaceutiche in modo da farti mangiare molta carne e ti dicono "mangia che ti serve per crescere" oppure "se mangi carne e poi mangi verdura va bene". Sono cazzate e lo dicono in modo che tu la mangi molto spesso così che poi il tuo organismo viene saturato e ti prepari per una vita dipendente da farmaci e cosmetici e cure mediche. Io carne ne mangio una colta a settimana quando capita. E poi guarda i vegetariani!! Sono perfetti. Non dico di non mangiarne mai, ma va benissimo anche una volta al mese non muori eh. L' uomo è fatto più per mangiare vegetali che carne. La carne va molto di moda perché è facile da cucinare, prendi una fettina di cavallo la metti in padella e in 10min è pronta. Mentre tutto il resto ha bisogno di più preparazione ma io ad esempio le verdure non le condisco le mangio direttamente così come sono e quindi ci metto un attimo e poi risparmi a lavare le cose perché basta una passatina veloce di acqua.

  • Nico
    Lv 4
    8 anni fa

    epitelioma

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.