Perché i soldi del gruppo parlamentare del M5S dovranno finire a una struttura privata di comunicazione?

Nell'intervento della Innocenzi (reperibile su youtube) a commento delle Parlamentarie del Movimento (che a mio avviso non possono essere paragonate alle primarie del PD, avendo intenti ben diversi: le prime per le liste elettorali, le seconde per indicare un ipotetico premier qualora lo schieramento che rappresenta ottenga una sicura maggioranza parlamentare), è soprattutto la decisione di far sottoscrivere ai candidati la cessione dei soldi del gruppo parlamentare a una società privata di comunicazione che mi sconcerta non poco per un movimento che ha tra i suoi punti fondamentali la riduzione e la trasparenza dei costi per la politica giustamente ritenuti alla base della corruzione che sta rovinando l'intero paese. Non esistevano modi migliori. più trasparenti a livello pubblico per gestire questi fondi?

Mi piacerebbe sentire in merito soprattutto il parere dei simpatizzanti del M5S.

Aggiornamento:

Dunque Gauro se "in politica non v'è ne mai vi sarà, almeno dalle nostre parti, una persona onesta" non ci resta che rassegnarci a venire derubati sperando che per conoscenza o fortuna un giorno finiremo noi dalla parte dei ladri? Quindi anche quelli del M5S comunque vada stanno solo provando, come tutti gli abitanti di questo paese, a far carriera da derubati a ladri?

6 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Non lo so ma ho come l'impressione che per guidare una nazione nel contesto internazionale e globale occorrerà qualcosa di più delle esoteriche trovate della Casaleggio associati. Se il web è il presente e il futuro della democrazia, non è certo con un centinaio di cybervoti (nella migliore delle ipotesi) che si sceglie chi mandare in parlamento a rappresentarci tutti; in questo modo, basta far convogliare su di se i voti di parenti e amici.

    non basta l'approccio alla Casaleggio; vedi parma, 860 milioni di debito e pizzarotti spende 10mila euro per l'albero alimentato da pannelli solari e dinamo delle biciclette; nel malinteso senso di voler promuovere agli occhi della cittadinanza una nuova "pedagogia energetica". Non sarebbe forse stato più profiquo mettere quelle risorse sugli asili nido o sui servizi sociali?

    In una tua risposta dicevi giusto: occorre un guastatore in parlamento; resta però impregiudicato il problema della ricostruzione, che è cosa non da poco. L'impresa Grillo, se vorrà davvero crescere, non può pensare di continuare a occuparsi solo di demolizioni ma dovrà occuparsi anche di costruzioni, sane e traparenti.

    Trasparenza e competenza sono le parole chiave del futuro di grillo, che potranno motivare la scelta di una novità autentica da cui aspettarsi azioni costruttive congrue e trasparenti. diversamente, visti gli scenari che si vanno prefigurando, non ci resta che espatriare

  • Il perchè credo sia da ricercare nel vecchio detto "prevenire è meglio che curare" ossia oltre all'esperienza leghista, che ha in comune con questo movimento il sol cavalcare un malcontento popolare, che insegna un qualcosa di allarmante e cioè che l'homo politucus italiansis (mi sia perdonato questo pseudo latinismo) ha un vezzo molto marcato: quello di avere pur sempre un prezzo!

    Orbene, se quindi lega docet, si ritiene di fare propria quest'esperienza e fugare probabili infiltrazioni pratiche dettate esclusivamente da meri interessi al vil danaro che potrebbero inficiare del tutto il pensiero politico e la sua attuazione (peccato non traspari il mio tono semiironico in quest'ultima frase, leggetelo così, è questo il mio intento); si capisce, vero, che non credo a movimenti sorti su onde emozionali che di pratico e costruttivo hanno ben poco?

    La mia ultima considerazione, la più amara, è afferente proprio alla prevenzione che si ritiene necessaria; in buona sostanza è la sconfitta nel credere alle potenzialità ed onestà dell'uomo politicus di cui in precedenza, se bisogna prevenire tali comportamenti truffaldini significa che si teme il crollo di ideali per altre cose e, questo più di tutto, mi amareggia abbastanza in quanto sottolinea, ancora una volta, che in politica non v'è ne mai vi sarà, almeno dalle nostre parti, una persona onesta.

    Ciao ;-)

    -/-

    Il motto di questo pseudo movimento è "uno vale uno" e cioè che ognuno ha diritto di dire la propria, il tuo voto ha un peso e un senso, personalmente ritengo di non aver mai letto nulla di più demagogico.

    Si riesce a gabbare persino una legge fondamentale dell'aritmetica, uno non vale uno bensì zero !

    La mia osservazione, piuttosto, è afferente al fatto di preoccuparsi di cose future che potrebbero creare problemi di ladrocini vari invece che ordinare un valido programma da sottoporre al vaglio delle genti pensanti ... il resto mi sembra l'offerta di un venditore porta a porta che mi vuole convincere che quello che mi propone è meglio di quello che ho, che presunzione da un urlatore internettiano !!!

    Mi spiace, Ctrl Alt Canc, ... elimina ... clik, niente virus, ho già dato e vorrei qualcosa di concreto e serio.

  • Ciao Maral, io simpatizzo per il M5S per un semplice motivo: andando ad esclusione, mi è rimasto solo quel gruppo/partito. Ritengo sia l'unico che propone delle autentiche novità, e questo dal mio punto di vista vale molto. Mi rendo conto che ci sono ancora parecchie cose da sistemare nel M5S, è logico che sia così perché la perfezione non esiste. Mi accontento di chi almeno CERCA di andare nella direzione giusta, tra mille difficoltà. Non è facile FARE qualcosa di nuovo, perché qualunque cosa venga proposta si scontra con mille piccoli interessi di parte, e con una realtà che in Italia ristagna da decenni.

    Per quanto concerne la sovvenzione ad una struttura di comunicazione, non so quale sia la spiegazione "ufficiale" del movimento ma ti posso dare la mia.

    Elezioni regionali in Sicilia di 2 mesi fa: il 52% degli aventi diritto al voto non è andato a votare. Risultato: benché il M5S abbia guadagnato parecchi seggi in Regione, ha vinto ancora una volta una cordata dei soliti personaggi. La "palla" è passata dal PDL al PD, tutto lì. Alle prossime elezioni in Sicilia, se non si sconfiggerà l'astensionismo, la "palla" passerà di nuovo dal PD al PDL, e tutto continuerà come prima (o peggio di prima).

    La comunicazione è importante, soprattutto in un Paese in cui i principali canali sono lottizzati. I cittadini devono essere informati, perché possano decidere. Ma la comunicazione costa, sia che si debba manutenere costantemente un sito web, sia che si debbano studiare/proporre/valutare nuovi meccanismi di votazione/discussione, sia che si debbano finanziare altre iniziative. La trasparenza, sono pienamente d'accordo con te, è importante. Ma ci si può arrivare dopo, in questo stadio non è quella la cosa fondamentale.

    Ciao !

  • 8 anni fa

    Sempre meglio quello(non che sia pienamente condivisibile anzi!!!)che non dare soldi alle putt@ne come faceva quel maiale di Er Nano.

    Ormai è una scelta ridotta a chi fa meno peggio:il meglio non esiste più!

    Almeno in politica....

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 anni fa

    L'immunità parlamentare è prevista dalla Costituzione SOLO according to I REATI COMMESSI NELL'ESERCIZIO DELLE PROPRIE FUNZIONI. tale norma fu introdotta perchè, si usciva dal lungo ventennio fascista e da una guerra devastante. Ricordo according to altro che tale norma costituzionale fu soppressa mi pare nel 1993 nel periodo di Tengentopoli.

  • 8 anni fa

    ...ciao, sono il fantasma della grande partecipazione civica del movimento 5 stelle...!

    data del decesso: parlamentarie.

    Fonte/i: uazuaz non ho resistito
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.