miglior modo per fissare un pannello di Legno all'acciaio Corten?

Salve a tutti!sono una studentessa.

Sto seguendo un progetto che utilizza dei pannelli di acciaio Corten alti 3,70m e larghi 1,20m abbinati ad una "fascia" di legno larga 1,20m (come il pannello Corten) e alta 1m..

qual'è il metodo migliore per fissare il legno al Corten?

pensavo a due pannelli Corten che si fissanno ognuno con delle viti ad una "fascia" di legno e successivamente questi due pannelli di Corten vengono saldati tra loro...può funzionare?

è un progetto per un esterno...pensavo di abbinare il Larice Siberiano al Corten.

2 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Il larice non è abbastanza resistente alla compatibilità con i metalli non pitturati. DIfatti i serramenti di lusso in larice hanno la ferramenta trattata con pitture molto protettive o almeno pitturari a polvere epossidica e viti in ottone o zincate e pitturate

    Il legno e il metallo non vanno daccordo. La ruggine o l'ossido del corten fa marcire i legni a meno di non spendere follie per il Teak (4000-8000 EUro/mc) o essenze molto dure (1500-3000 Euro/mc). le coperte delle navi insegnano.

    Una buona soluzione può essere nell'usare viti con placche e bussole in vetronite o in uno dei tanti polietilene compatti a costi ragionevoli (2500-4000 Euro/tonnellata) per distanziare legno e metallo, le bussole permettono un ottio isolamento elettrico della bulloneria. Il disegno deve essere comunque tale da avere deflusso dell'acqua.

    Le saldature sul corten sono punti di corrosione da agenti atmosferici piuttosto sensibili e devono essere usati apporti di saldatura compatibili generalmente a MIG.

    Per tua informazone il migliore utilizzo del corten è nelle parti strutturali che devono stare all'aperto per il suo buon carico di rottura come ferro da costruzione ragionevolmente economico e resistente agli agenti atmosferici che lo giustifica in travature portanti, ponti, macchinari esposti, trova come valido concorrente per le costruzioni importanti la famiglia degli acciai martensitici (serie 4xx es. l'AISI 420) temperabili e bonificabili, lucidabili, satinabili con sabbiatura, facilmente lavorabili all'utensile e con difficoltà di saldatura paragonabile.

    Ci sarebbe da fare una grossa tesi sull'utilizzo in ediliza di acciaio inox martenstici con profili studiati con calcolo elementi finiti per aeronautica e missilistica, ne verrebbero fuori "sorprese" di leggerezza, proprietà antisismiche, rapporti fra volumi occupati e volumi utili, durevolezza e manutenzione della struttura da considerare, prefabbricazione ultraspinta, riduzione del personale in cantiere e del rischio infortunio.

    Il risvolto? Ingegneri meccanici e aeronautici, calcoli raffinati e personale di alto livello al montaggio, scuola tecnica, università ed esperienza da impostare.

  • Saldare i 2 pannelli è sicuramente la soluzione migliore:)

    Fonte/i: Ho un architetto in famiglia
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.