Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 8 anni fa

Problema Caviglia Aiutooooooo?!?!?!?!?

Ciao a tutti,

sono un giocatore di rugby e nel 2011 ho subito un forte trauma alla caviglia sx chiamato "lussazione del mesopiede".

Operato d'urgenza e in anestesia, mi hanno ridotto la lussazione senza aprire per verificare se grazie al trauma avessi subito danni all'interno.

Cosi per un anno e mezzo ho continuato ad avere forti dolori e gonfiore.

Tornato nella mia città natale mi sono messo in cura presso un chirurgo del piede che dopo infiltrazioni, lastre, risonanze magnetiche, TAC ed ecografie negative, ha deciso di operarmi riscontrando sfilacciamento di un legamento e rottura di un altro, cosi unendo il tutto con un'inserzione plastica ha chiuso tutto.

Fisioterapia fatta, riabilitazione fatta e tempi di recupero passati, tuttora ho forte dolore e gonfiore nonostante da accertamenti non risulti nulla.

Ho provato altre infiltrazioni, omeopatiche e mediche, antidolorifici tutti, antinfiammatori tutti e da poco ho iniziato una cura di condroitina, glucosamina e calcio utili per articolazioni e cartilagine ma ancora nessun risultato positivo.

Chiedo aiuto e consiglio a tutta la community nessuno escluso.

Sono 2 anni che non vivo bene, neanche 2 passi con amici e ragazza posso fare per il forte dolore solo dopo mezz'ora di camminamento, a guidare ho problemi, sport non ne riesco a fare, vorrei tornare a condurre una vita serena e normale.

Grazie a tutti coloro che mi risponderanno.

Buona natale

1 risposta

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Innanzitutto devo dire che questa vicenda è veramente sconcertante. É strano che non si riesca a ridare al tuo piede la possibilità di effettuare la sua funzione in ambiti della normale vita quotidiana. Qualche cosa ovviamente deve esserci, soprattutto se continuano il dolore ed anche il gonfiore. sicuramente qualcosa non è stato considerato o qualcuno non ha fatto bene il proprio dovere. Dato che il problema persiste, ti consiglierei di cercare un professionista con esperienza e titoli ma soprattutto con la voglia di impiegare un po' di tempo per la risoluzione del tuo problema.

    In genere dopo un trauma il piede ha la tendenza ad assumere una rigidità come se si chiudesse a riccio. Spesso è necessario mobilizzarlo scrupolosamente in ogni sua componente e ripristinare la corretta cinematica dell'appogggio plantare durante il passo. Questa cosa è importantissima anche per la corretta circolazione sanguigna. Un'esame baropodometrico potrebbe anche valutare una inefficace distribuzione del carico e la necessità di utilizzare un plantare (un plantare fatto con intelligenza). In genere solo dopo aver fatto tutto questo (se necessario) si può fare riabilitazione in modo corretto. Come Fisioterapista ti posso dare questo contributo. Speriamo che adesso arrivi anche un buon ortopedico.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.