aiutooooo ernia iatale......?

Ragazzi secondo voi si puo' convivere con un ernia iatale paraesofagea???? Dopo un anno e mezzo dall'intervento mi e' venuta questa recidiva ernia paraesofagea. sono terrorizzata, mi devo preoccupare? 10 punti al migliore....

3 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Che cosa è un ernia iatale paraesofagea?

    Paraesofagea ernia iatale è una condizione in cui una parte dello stomaco sporge attraverso lo iato. Considerata una complicanza di una ernia iatale, l'ernia paraesofagea è una condizione asintomatica, il che significa che non presenta alcun sintomo. Gli individui presentano sintomi generalmente associato ad una condizione secondaria, come la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). Un medico dovrebbe essere cercato quando i sintomi aumentano in frequenza e gravità. Ci sono potenzialmente pericolose per la vita rischi associati alle ernie paraesophageal, e la chirurgia correttiva è necessaria per prevenire ulteriori danni e complicazioni. ernia iatale in genere il risultato di una debolezza dei muscoli dello sfintere dell'esofago si trova appena sopra l'apertura del diaframma al bivio dove l'esofago e lo stomaco si incontrano. Gli individui che sono obesi, hanno subito un intervento chirurgico addominale, o soffre di una condizione che pone sforzo supplementare sui muscoli addominali sono generalmente ad un rischio maggiore di sviluppare un ernia iatale. Individui di età avanzata o le donne in gravidanza hanno anche un aumentato rischio di sviluppare questa condizione. paraesofagea Quando un ernia iatale si verifica, lo stomaco e l'esofago rimangano stazionari, ma la parte più in alto del sporge stomaco attraverso l'apertura che porta dal diaframma l'esofago, noto come lo iato. Protrusione dello stomaco pone accanto l'esofago dove rimane, che può portare al carcere o strangolamento del tessuto dello stomaco erniato. Incarcerazione si verifica quando il tessuto erniato è intrappolato all'interno della apertura e ristretta. Lo strangolamento dei risultati tessuto erniato da una mancanza di flusso sanguigno, che può portare alla morte del tessuto intrappolato, noto come necrosi. Come ernia iatale cresce, un individuo può manifestare sintomi che includono bruciore di stomaco, dolori al petto, e nausea. GERD è una condizione comune che si verifica in concomitanza con un'ernia iatale. I sintomi associati con GERD includono rigurgito e difficoltà di deglutizione, che può contribuire a stabilire una diagnosi di ernia. Un medico dovrebbe essere cercato se i sintomi diventano persistenti o aumento della gravità. Una diagnosi paraesofagea ernia iatale è confermata attraverso la somministrazione di entrambi una radiografia o un esame endoscopico del tratto digestivo. Una radiografia impiega di solito l'uso di bario, un agente di contrasto somministrato per via orale, per fornire un profilo più chiaro dell 'esofago, intestino tenue, e dello stomaco. Un esame endoscopico utilizza un sottile tubo flessibile, chiamato endoscopio, per verificare l'infiammazione dell'esofago e dello stomaco. In generale, il tessuto dello stomaco prominente ernia è visibile nella diagnostica per immagini del tratto digerente. Quando i sintomi sono causati da un'ernia iatale paraesofagea che è diventato strozzata o incarcerati, la chirurgia è necessaria. Generalmente condotta come una procedura laparoscopica, la chirurgia correttiva è minimamente invasiva e prevede l'impiego di una sottile tubo flessibile, detto laparoscopio, dotato di una piccola telecamera. Piccole incisioni sono realizzate in addome e il laparoscopio è posizionato all'interno dell'addome di fornire ai chirurghi che frequentano con vista sulla zona interessata. Strumenti chirurgici, anche se inserite le incisioni, sono utilizzati per restituire allo stomaco nella sua posizione anatomica normale. I muscoli che circondano la pausa vengono riparati e, in alcuni casi, l'apertura viene ridotta per evitare paraesofagea recidiva ernia iatale. Come con qualsiasi procedura chirurgica, ci sono rischi associati alla chirurgia laparoscopica dell'ernia iatale. Rischi comprendono infezioni, danni ai tessuti e organi circostanti l'area ernia, e sanguinamento eccessivo. Anche se raro, complicanze post-operatorie possono includere ricorrenza paraesofagea ernia e difficoltà di deglutizione. Attività quotidiane del paziente, come la guida e di sollevamento, di solito sono limitati in attesa della prima visita di controllo.

  • Anonimo
    4 anni fa

    Se soffri di riflusso ti consiglio di provare questo metodo naturale http://maipiureflussoacido.teres.info/?CK6Y

    Una delle cause principali o ricorrenti è il cattivo funzionamento dello sfintere esofageo inferiore, simile ad un anello che circonda l’esofago nel punto in cui si unisce con lo stomaco, il quale resta chiuso per evitare che i succhi gastrici salgano attraverso l’esofago.

  • Anonimo
    6 anni fa

    Il reflusso acido o reflusso gastrico è una fastidiosa patologia che però può essere facilmente curata.

    Io ho provveduto a risolvere questo problema seguendo un semplice metodo.

    Per chi voglia seguirlo può consultare il loro sito da questo link http://reflusso.toptips.org/

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.