Only
Lv 4
Only ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 8 anni fa

Personalmente come vivi la morte del tuo animale domestico, se mai è successo ?

24 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    ho perso tre gatti in meno di 4 anni.

    la prima ad andare via fu una gatta persiana bianca di nome azzurra. aveva gli occhi di due colori diversi. uno azzurro e l'altro giallo. era bellissima. morì di linfoma il 6 agosto 2009. io ero uno spettro, un fantasma. me ne andai al mare a cercare di svagarmi ma non ci riuscivo. piangevo di notte ed ero uno zombie di giorno. fu terribile.

    il 5 aprile 2011 ho perso il secondo gatto un persiano tabby di nome puffi.

    morì all'età di 17 anni. un vero record per un persiano. non ti dico i pianti.

    per concludere il 2 gennaio 2013, 3 giorni fa ho perso il gatto più anziano. il mio primo gatto, il mio bel gatto soriano, dal pelo rossiccio e bianco. è morto sotto i miei occhi.

    come mi sento ora?

    ho rinnovato quel dolore che avevo allora. mi sento vuoto. la stanza dove dormiva il gatto è vuota. il suo cesto, la ciotolina con l'acqua, il cibo.

    la carne che gli piaceva tanto è ancora in frigo. ho avuto la forza di pulire la lettiera. nessuno la userà più.

    per la prima volta dopo 20 anni quel cesto rimarrà vuoto.

    come vuoto è il mio cuore in questo momento.

    mi sento a pezzi. complemente a pezzi. di giorno provo a non pensarci ma poi mi viene meccanicamente di andare a dargli da mangiare.

    poi ci penso su e mi accorgo che è morto.

    aveva 20 anni e 6 mesi. ha avuto un raffreddore, poi un problema intestinale quindi è deperito rapidamente fino alla sua morte avvenuta nel pomeriggio di mercoledì scorso.

    3 gatti morti. 3 ceste vuote, una parte di me che non c'è più.

    più li ami e più soffri quando vengono a mancare. più cerchi non di pensarci e più il loro ricordo si riaffaccia prepotentemente.

    vuoi sapere cosa bisogna fare in questi casi?

    nulla. sarà il tempo a trasformare il dolore in ricordo. poi - ogni tanto - quel ricordo tornerà dolore. rimarrà comunque un vuoto incolmabile. passerà piano piano il dolore e i giorni ti faranno rendere conto che non sarà più come prima. che non ci sarà più, che non lo vedrai più girare per casa.

    i primi giorni sarà terribile.

    quando è morta la gatta sono stato male per due anni; quando è morto puffi sono stato male più o meno lo stesso tempo.

    ora mi attende forse lo stesso periodo di dolore e di lutto.

    a volte invidio quelle persone che non provano nulla. non sanno amare e quindi non sanno cosa sia il dolore ma poi mi rendo conto che quelle persone non hanno mai provato la gioia di avere vicino a se questi piccoli amici di pelo e allora capisco che quelle persone sono miserabili.

    questo dolore forse ci servirà, forse ci aiuterà a comprendere che ogni cosa finisce. forse ne abbiamo bisogno per ricordare a noi stessi che siamo umani.

    non so se tu abbia perso un animale recentemente ma non credo di poterti spiegare meglio di così cosa si provi quando lo perdi.

    a parole ho cercato di fartelo capire ma è solo una minima parte di quello che ora sto provando.

  • è un lutto vero e proprio. gli animali fanno parte della famiglia. il primo cane che ho avuto abbiamo dovuto abbatterlo, per via della leishmaniosi. è stata una scelta davvero difficile, ma non era più lo stesso, soffriva, perdeva continuamente sangue dal naso, dimagriva giorno per giorno e non riusciva a muoversi. anche se è stata una scelta complicata abbiamo pensato che lui non avrebbe voluto soffrire in quel modo, e non mi pento del gesto che abbiamo fatto, lo abbiamo fatto per lui. il secondo cane di famiglia, era un cane di grossa taglia parecchio aggressivo. reputava mio padre come capo branco. ha morso più persone nella mia famiglia, ma un giorno senza motivo, mentre giocavano, ha dato addosso a mio padre ferendolo gravemente. abbiamo deciso allora di lasciarlo in un posto nel centro italia, dove si prendono cura di cani con questi problemi. anche questa è stata una scelta difficile, ma ormai era diventato imprevedibile, non era più il cucciolo che portammo in casa e probabilmente anche lui sta meglio in posto verde come quello, anche se mi manca parecchio. spero non ci dimentichi e che sia più felice. quanto ad oggi, ho una gatta trovatella, che ho portato io in casa e che è sotto la mia custodia. non voglio neanche pensare al giorno in cui la perderò. è la mia palluzzella, la mia migliore amica davvero. ne uscirei distrutta lo so.

  • PX
    Lv 5
    8 anni fa

    Zitto, quando mi è mancata la cagnolina ho pianto per 3 mesi.

    Diciamo un po' MOLTO SCOSSA..... Alcune persone non capiscono...

    Ora ho un bel micione :) Ma ha gia' 12 anni!

    Fonte/i: Ps, per non parlare di criceti, conigli e una paperella che ho preso al luna Park perchè mi faceva pena li'!!!!
  • Anonimo
    8 anni fa

    avevo una gatta di 13 anni che si è ammalata di cuore

    l'abbiamo curata, le davamo la pastiglia tutti i giorni ma dopo si è aggravata e non era operabile

    l'abbiamo fatta sopprimere su consiglio del veterinario perchè sarebbe morta lentamente di fame e di sete

    è stato un momento straziante ora giace in pace in giarnino con una piccola lapide

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    Ho già perso due gatti e un cane per cui ancora piango.

    Adesso ho una cucciola di 5 mesi e non voglio nemmeno pensarci.

  • 8 anni fa

    Con questa domanda riapri una ferita aperta. Quando il mio cagnetto Ciro è morto, è stato come perdere un componente della nostra famiglia e come aggravante alla perdita il fatto che quel frugoletto mi era stato donato da una persona amata, che ora non c' è più. Abbiamo condiviso insieme 8 anni di vita, ricordo la sua empatia molto più che umana, bestiale; evidentemente percepiva nell' aria la mia irrequietudine e con disinvoltura si intrufolava tra le mie braccia, quasi a dirmi 'io ci sono'. Quante notti abbiamo trascorso così: io leggevo avidamente per smorzare la tensione, Ciro mi stava addosso e mi proteggeva. Ho pianto per mesi e mesi, nel vedere la cuccetta vuota, libera della sua presenza; mi ripromisi di non adottare mai più un cane ma la vita è strana ed a Natale è arrivata in casa Lolita, una cuccioletta tenerissima dai grandi occhioni neri, la linguetta leggermente di lato e tanto, tanto amore. Ciro e Lolita appartengono alla stessa razza e devo ammettere che guardando la frugoletta ho spesso un colpo al cuore pensando al mio fedele compagno.

    Non so come farò a sopportare la perdita di questa pulcetta, ma non ci voglio nemmeno pensare.

  • 8 anni fa

    io ho pianto per un cincilla' che non vedevo da un paio di anni....non voglio penasare a Maya la mia ex canetta :(

    cerebrolesa epilettica iper allergica del cazzius :)

  • Anonimo
    8 anni fa

    molti non capiscono , e pensano ma...é solo un gatto.PROBABILMENTE non riescono ad amare un animale (fino in fondo,con il cuore) ...ti voglio raccontare una storia ;......ha trovato un gattino cosi piccolo ,non ancora svezzato il veterinario disse che non sarebbe vissuto un settimana e se la madre lo aveva abbandonato è xkè era debole .

    questo gatto a vissuto x quasi 10 anni e.....poi, ci ha abbandonato: un tumore che lo ha distrutto in tutti i sensi,il veterinario gli ha dato 1 mese .non ti dico le cure k a dovuto subire , non riusciva neanche a mangiare e lo aiutevamo noi .è:vissuto ancora 3 mesi (non... ha volutosopprimerlo) e lo visto fino all'ultimo suo respiro,(ha sofferto ero lì) non ti nascondo k ora che scrivo sono commosso,.COME VIVI /VIVO LA MORTE ;cmq sia è la MORTE che ti si affianca e la morte significa PERDITA e la perdita e un trauma per chiuncque ,io ringrazio sempre "M"per aver vissuto con noi .la legge della natura deve obbligatoriamente fare il suo corso;"ogni cosa che vive,in fine muore". personalmente ero abbastanza devastat..da quell'esperienza un mio caro amico non c era più ,ero in uno stato mentale di lutto come se fosse un essere umano, poi piano piano mi è passato ....ma ancora oggi non posso dimenticarmi di lui e stato un bel viaggio.P.S. SPERO k tu come tanta altra gente hai una consapevolezza più elevata, su ogni cosa vivente, tutta la vita ,consapevolezza e gratitudine dovrebbero dominare il mondo.e l'essere umano ritroverebbe il suo vero cuore.CIAO pensa è un bel vaggio ed lui ha voluto fare il suo accanto a me :.(. : I : )

    Fonte/i: io.... solo io
  • 8 anni fa

    Prima di Trudy ho convissuto con una gatta per 22 anni... E' stato veramente un grande dolore...

  • Eros C
    Lv 6
    8 anni fa

    Un trauma... nel vero senso della parola...!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.