Quali funzioni svolgeva il tempio greco ?

quali funzioni svolgeva il tempio greco ?

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Il tempio comincia a definirsi nel periodo greco arcaico (*nota) - dimora della divinità - formato da un basamento a gradini su cui è costruita una cella “naos”, preceduta da un portico-vestibolo colonnato (pronao) e spesso chiusa posteriormente da una seconda stanza (detta opistodomo), talvolta anch’essa con portico colonnato. Se la cella è preceduta da un portico formato dal proseguimento dei muri laterali (ante), tra cui sono poste due colonne intermedie, il tempio è detto “in antis”; se cella è circondata da un unico giro di colonne, il tempio è detto periplero; se i giri di colonne sono due, è detto diptero. Sulle colonne poggia l’architrave, lungo cui corre il fregio, a volte costituito da triglifi (*nota) e metope (*nota), a volte liscio, a volte ornato di pitture o rilievi. Un timpano triangolare vuoto o ornato di sculture, conclude la facciata. In generale quasi tutte le parti del tempio sono dipinte con colori vivaci (ormai perduti) che danno all’opera architettonica un forte impatto visivo.

    Si affermano gli ordini architettonici

    http://wikipedia.sapere.alice.it/wikiped%E2%80%A6

    dorico (possente e lineare) e ionico (più ornato e aggraziato). Il primo si diffonde soprattutto nel continente greco e nella Magna Grecia il secondo nelle isole e in Asia Minore.

    Tempio dorico

    http://wikipedia.sapere.alice.it/wikiped%E2%80%A6

    Gli edifici dorici arcaici si distinguono per la forma elementare e severa, le proporzioni modeste, la pianta semplice. In seguito la facciata e la pianta si fanno più complesse (tempio di Era a Olimpia, fine VII sec. a.C.; tempio di Apollo a Corinto. 550 circa a.C.) e nei centri della Magna Grecia si costruiscono imponenti templi peripteri (*nota) (tempio a C, prima metà vi sec. a.C., a Selinunte; tempio di Cerere a Paestum, metà-fine VI sec. a.C.; tempio di Ercole ad Agrigento, fine VI sec. a.C.). Alcuni piccoli templi dorici, detti ‘tesori’ (perché vi si custodivano le offerte agli dei), vengono edificati nel VI secolo a.C. nelle aree dei grandi santuari (tesori di Siracusa, di Megera, di Selinunte, di Gela a Olimpia).

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.