Scontrino fiscale...?

Qualche giorno fa sono andata a comprare un paio di occhiali...ma al momento del pagamento mi sono accorta di non aver sufficienti soldi...quindi ho detto alla commessa di poter vedere un occhiale che costasse di meno...il problema è che, quest'ultima, aveva già battuto lo scontrino fiscale e mi ha detto di non sapere se si poteva annullare...vorrei sapere se questo è vero, ossia se si puó annullare, e se potrebbero esserci, in seguito, dei problemi per me o per il commerciante...grazie mille in anticipo!

3 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    I registratori di cassa possono gestire alcune operazioni con segno negativo, dagli storni di uno scontrino già emesso ai resi della merce.

    Non tutti gli scontrini, tuttavia, hanno validità fiscale. Questo perchè l'Agenzia delle Entrate ammette una duplice modalità di registrazione dei corrispettivi (incassi): quella tradizionale e quella telematica.

    In quella telematica, utilizzata da tutta la grande distribuzione, viene trasmesso un flusso di dati agli uffici fiscali, e di carta non ce n'è. Lo scontrino viene stampato lo stesso, ma solo per la garanzia e l'eventuale cambio del prodotto: per il fisco non ha valore (e c'è scritto sopra), dato che l'obbligo di registrazione è stato assolto in modo equivalente.

    In tutte e due le modalità, ma specialmente nella trasmissione telematica, gli annullamenti si possono fare purchè prima della chiusura della giornata, e previo inserimento di una chiave, detta "chiave storni" o di un codice. E' frequente che il titolare dell'esercizio non abiliti tutto il personale di cassa alla funzione di annullamento, bensì nomini un solo responsabile dotato di chiave oppure se la tenga lui. Questo per evitare che un dipendente infedele faccia sparire soldi cancellandoli semplicemente dalle registrazioni della macchina.

    Per cui le risposte sono: sì, lo scontrino è annullabile nella data in cui viene emesso, e comunque è possibile registrare un reso in data successiva, se la merce rientra nel magazzino del venditore.

    Ma è anche possibile che la cassiera non conosca esattamente la procedura, se è quella con meno responsabilità all'interno del punto vendita.

    Ad ogni modo, la conseguenza che può avere il commerciante è di ritrovarsi con un incasso virtualmente più elevato, e dovere per questo allo Stato dei soldi in più. In quantità non preoccupante.

    Per te invece, assolutamente nessuna conseguenza a meno che un domani non ti venga in mente di scaricare dalle imposte l'acquisto inesistente degli occhiali.

  • 8 anni fa

    Si può tranquillamente annullare. Come farebbero allora quando sbagliano emettendo uno scontrino con uno zero in più? Basta allegarlo alla scontrino di chiusura di cassa giornaliera e annotare sul registro dei corrispettivi il totale al netto dello scontrino allegato.

  • Anonimo
    8 anni fa

    ovvio che uno scontrino si possa stornare sempre e cmq senza problemi basti allegare entrambe le ricevute ,e' una cosa che ogni comerciante fa almeno 1 volta ogni 4 mesi ,ad esempio errori di battitura come 100 invece di 10 , errori nel acquisto come nel tuo caso ,cmq si puo fare sempre e senza nessun problema

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.