Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 8 anni fa

Perchè il ruolo BIOLOGICO della donna dovrebbe essere quello di SPOSA E MADRE?

Monsignor Francesco Cuccarese, Arcivescovo Emerito della Diocesi di Pescara.:

Va precisato, comunque, che il ruolo biologico della donna è quello di sposa e madre, cosa che spesso ha abbandonato con gravi danni per la educazione dei bambini e deve vestire decentemente per evitare di fare cadere in tentazione. Questo, lo ripeto, non giustifica atti di violenza o intolleranza da parte di nessuno".

Sono quasi convinto che in nessun testo di biologia "sposa" sia una caratteristica per descrivere l' animale.

Madre....è una caratteristica, ma non credo sia scritto da nessuna parte che il padre non possa fungere da educatore li dove la madre è anche lavoratrice.....

"e deve vestire decentemente per evitare di fare cadere in tentazione" ma Monsignore...è mai andato in spiaggia??? se una donna mi passa nuda davanti è non ho il suo complice consenso, se le salto addosso la colpa è solo mia, al 100% -

Ma come? devo frenare l' istinto di fare sesso coniugale col contraccettivo altrimenti offendo Dio, ma se una donna mi passa davanti nuda non è detto che io sia in grado di frenare l' istinto? Non capisco, faremo mica 2 pesi e 2 misure....

"Questo, lo ripeto, non giustifica atti di violenza o intolleranza da parte di nessuno".

Allora la donna può vestire o svestire come le pare. Non capisco il problema....

Aggiornamento:

@Angelo: Permettimi di dissentire. E' un Vescovo della Chiesa Romana Apostolica con indosso l' abito talare a parlare:

http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/r...

Ah, nessuna femminista sana di mente mi darebbe del porco per averla guardata passare in minigonna. Non metti la minigonna affinchè funga da radiatore alle ovaie, giusto? La si mette per MOSTRARE le gambe. Dovere e diritto mio guardare. Nessuno garda le gambe delle suore in gonna, fidati.

Il femminismo lamentava il fatto che un tempo potevi loro avvicinarti e pizzicarle sulculo senza pensare che vi siano ritorsioni immediate, anzi come se fosse un firitto dell' uomo.

Aggiornamento 2:

@Dr. Telek:

Quindi le donne non vanno al mare perchè è un luogo rilassante, dove si respira aria buona, dove si possono fare immersioni?

No, ci vanno a mettere in mostra le loro grazie. Altro scopo non è previsto....

E comunque, io frequento anche diverse spiagge dove si incontrano nudisti..... ti assicuro che non siamo li a stuprare le donne biotte, anzi, te e qualche altro monsignore non ci crederete: non succede mai nulla......

14 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Che un prete parli di biologia (presumibilmente senza nemmeno un corso al riguardo) la dice lunga...e cioè dice che non sa di cosa sta parlando. Biologicamente la donna è creata per essere madre, ma il ruolo educativo spetta ad entrambi i genitori. Non è solo un dovere della madre educare i figli, ma anche un dovere ed un DIRITTO del padre. O l'uomo è sufficiente che ingravidi la donna e porti a casa il cibo, che poi al resto pensa solo lei? Ma soprattutto, se una donna lavora fuori casa non vuol certo dire che non possa provvedere anche all'educazione dei figli. I bambini imparano tantissimo anche dal mondo esterno, non solo dai genitori. Anzi, staccarsi da mamma e papà è un passo fondamentale per la crescita e la realizzazione di sé. Il lavoro della donna non implica che non sia in grado di prendersi cura della sua famiglia, e adesso come adesso gli uomini tendono ad essere molto più coinvolti nell'andamento della famiglia rispetto ad un tempo...e non mi pare che la maggior parte dei papà si lamenti di avere il 50% dell'educazione di un figlio sulle spalle o di avere il privilegio di guardare i loro bambini negli occhi mentre poppano felici dal biberon. Se c'è un danno all'educazione dei bambini questo deriva da entrambi i genitori: là dove non arriva uno per un motivo o per l'altro dovrebbe sopperire l'altro.

    Quanto al vestirsi, sono le parole di qualcuno che nega la realtà, e la realtà è che a noi donne piace farci guardare e a voi uomini piace guardarci. E non parlo solo di minigonne e costumi da bagno: in linea generale, piace vedere qualcuno che "si tiene bene", e non ci vuole la scienza per confermare che piacere...piace. Vanità? Un po' si, e quando non è eccessiva fa bene: ci migliora l'autostima, la felicità, e il buon umore. Credo anche che ad un uomo piaccia e faccia piacere, sempre se ha una autostima decente, che la sua donna piaccia: in un certo senso è un modo per dire "guardate chi sono riuscito a conquistare" e lungi dall'essere un atteggiamento sessista lo trovo quello di una persona serena e sicura della persona con cui sta.

    Personalmente, se vado in giro e vedo che si girano per una seconda occhiata mi piace un sacco: mi fa sentire bella, apprezzata, e mi fa sorridere. Che poi è ovvio che il modo che ha il mio uomo di guardarmi conta più di tutte le altre persone messe insieme, e che mi basta che mi guardi in quel certo modo lui per essere contenta. Gli altri sono dei bonus diciamo, ma non per questo ritengo di dovermi fare bella solo per lui: prima di tutto voglio essere bella e sentirmi bella per me.

    E a questo riguardo, non sono magra né patita di palestra e simili: questo per smentire l'eventuale idea che passi chissà quanto tempo a ricercare la perfezione fisica (almeno finché è incompatibile con una bella fetta di soppressa).

    Per quanto riguarda il vestirsi decentemente per non fare cadere in tentazione...ora, quando la maggioranza...diciamo il 99% degli uomini che vedo che mi guardano e noto che piaccio, non mi dà l'idea di essere allupata o di volermi mettere le mani addosso. Li percepisco come persone normali, che apprezzano vedere una ragazza che si tiene bene e che anche se pensano di "combinare qualcosa" lo stuprarmi non passa minimamente per i loro pensieri. Nei rari casi in cui ho temuto per la mia incolumità, oltre al fatto che non necessariamente indossavo qualcosa di provocante, ho percepito queste persone come gente non in grado di relazionarsi alle donne in modo sano, e questo non dipendente dalla donna in sé ma dalla loro visione distorta della femmina come membro di una specie diversa e non del genere umano e che in qualche caso distorcono segnali che per altri uomini sarebbero chiarissimi come vogliono loro.

    Come donna, non mi sento turbata da parole come "non far cadere in tentazione": io so benissimo dove stanno i limiti, e sono convinta che anche uomini decenti li conoscano e tengano mani e appendici varie a posto. Mi irrita però il fatto che parole simili facciano cadere la colpa comunque sulla donna, come se sotto sotto volesse non essere ammirata (cosa che vogliamo tutti, uomini compresi) ma stuprata.

    Ma parole simili dovrebbero far arrabbiare molto di più voi uomini, o almeno voi uomini con un minimo di sicurezza in voi stessi e di intelligenza: perché frasi simili dicono che siete delle bestie, e che non potete vedere un centimetro di pelle in più senza cadere preda dei vostri più bassi istinti. Come se vedere un paio di tette su una spiaggia, soprattutto ora che il seno femminile non è così difficile da vedere nei film o in televisione, o un paio di gambe nude sia un impulso irresistibile all'accoppiamento, il segnale che la stagione degli amori è cominciata e che voi, come cervi, scimpanzé o leoni non potete esimervi dal richiamo della natura e tentare di accoppiarvi con più femmine possibili.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Quindi il ruolo bilogico dell'uomo sarebbe equello di essere marito e padre?

    Se è così andando in giro direi che i conti non tornano a giudicare dalle flotte di 30-40 annic he il sabato sera (e non solo) fanno la coda per entrare delle discoteche alla moda di Milano, frequentano gli sitiuti di bellezza, le palestre e vanno in giro a fare i galletti ( esattamente coem le donne).

    In natura non estono "ruoli iscritti".....ma per cortesia. Solita papponta del "diritto naturale", il totem preferito dai moralisti, peccato che "non esista" e non si amai esistito.

    Il monsignore è rimasto un filino indietro....dal'tar parte essendo emerito ha certamemte più di 75 anni!!!

    @Angelo: "se indosso una microminigonna e una super scollatura,significa che non ho problemi se mi vedi cosce e seno". Evidentemente NO ma questo non implica che la stessa donna non abbia problemi farsi mettere le mani addosso!!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 5
    8 anni fa

    La chiesa ha il merito di aver dato lavoro a molti disagiati. Purtroppo gli ha dato anche autorità di parlare.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    non spetta ai vescovi e a nessun altro decidere quale sia il ruolo biologico della donna

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Paolo
    Lv 7
    8 anni fa

    Sono le baggianate di stampo religioso come queste (qualsiasi religione), che hanno denigrato la donna per secoli, non esiste nessun "ruolo" biologico degli esseri viventi ma solo la vita biologica con le sue caratteristiche.

    Queste sono farneticazioni dette da persone che seppur preti è meglio che stiano zitti, perchè invece di raffreddare gli animi non fanno altro che attizzare l'odio già presente da parte di imbecilli.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Uno dei ruoli bilogici della donna,almeno nella specie umana è quello di "madre".....il ruolo di sposa non è un ruolo bilogico ma soltanto civile ed eventualmente religioso.

    La biologia è una cosa ben preciso,non si può negare che il ruolo di madre sia un ruolo biologico proprio del sesso femminile.....questo mi dispiace ma a livello prettamente "bilogico"è un dato di fatto nudo e crudo.

    L'educazione dei bambini e la tentazione sono cose che riguardano sia l'uomo che la donna.....la violenza sulle donne è un'atto di nuda e semplice viltà da parte degli uomini punto.....la religione non centra niente.

    Se poi vogliamo soffermarci sull'educazione,allora non è proprio un esponente cattolico a dover insegnare qualcosa....senza offesa.

    Ci sono tanti...troppi uomini violenti e prepotenti che maltrattano e sottostimano il sesso femminile,questi uomini dovrebbero essere rieducati e soprattutto istruiti,perchè la mancanz adi rispetto deriva dall'educazione e la mancanza di concezione della realtà deriva in buona parte dall'ignoranza.

    P.S:

    Evidentemente,Monsignor Francesco Cuccarese dovrebbe evitare di parlare di biologia.

    @Ball Beck:

    Quello che ha detto il Dr.Telek non è del tutto sbagliato a mio avviso....in effetti le donne sono delle esperte con trucco e mascara,e nessuno le obbliga a indossare scarpe con i tacchi alti....che non sono economiche ne rilassanti.

    Nelle donne è forte il desiderio di "apparire belle",ma questo è normale....il discorso sulla violenza è diverso.

    Ovvio che a nessuna donna piace subire una forma di violenza,sia essa fisica o psicologica....come non piace a nessuno del resto....però il desiderio di essere belle è il motivo per cui si fanno un sacco di paturnie sui piccoli difetti,che magari sono talmente piccoli che li notano solo loro.

    Non è una cosa offensiva ma naturalissima....vorrei ben vedere il contrario.

    Il punto dove sbaglia,secondo me è nel dire:

    "Chi altro dovrebbero sedurre?A che scopo?"

    Non c'è uno scopo,bensi' una naturale tendenza,che si manifesta più a livello inconscio che premeditato.

    Il problema in questi casi non è nelle donne,ma in quegli uomini che non sanno controllarsi e che spesso non sanno distinguere una cosa animale da una cosa bestiale.

    Le donne non hanno colpa di questo.....che poi tendano e tengano a mettere in mostra il proprio fisico seducente,non è altro che una naturale tendenza dettata dall'istinto.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Ohibò: un altro prete che non sa un ca**o di famiglia -problemi ad arrivare a fine mese e da qui il tempo impiegato dalla sposa/madre dedicato al lavoro ....quando lo trova-, problemi coniugali -essì: mica sono sempre tutte rose e fiori-, figli -e magari questi figli hanno pure problemi di salute-, ma che si permette di giudicare?

    Io, da donna, mi sento offesa dalla genitalità partorita da questo emerito deficiente: non sono stata generata per essere solo il guscio dei figli di un uomo e tanto meno di serva muta. Questa funzione la può avere la SUA di madre e le sue sorelle (del mons di cui in domanda). Io sono UNA PERSONA pensante, con una personalità ben definita, con dei valori, con conoscenza da insegnare e con curiosità da colmare, oltre ad essere madre per i miei figli e COMPAGNA di un'altra persona che è al mio pari.

    Tutto il resto lo lascio alla vita piatta e triste dei cattobigotti

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Ha parlato Cuccarese! Capirai! Cosa volevi che dicesse un Cuccarese qualsiasi che siccome c'ha un ridicolo cappellone in testa crede di poter insegnare a vivere a uomini e donne.

    Stupidaggini.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Ciao! Per riuscirci ti basterà imparare quali sono gli atteggiamenti che attraggono le donne e poi applicarli su di lei.

    Visita questo sito, puoi trovare molti consigli anche gratis, basta inserire un indirizzo email:

    sedurreconquistareunaragazza.com

    Federico

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    per la prima volta concordo con angelo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.