promotion image of download ymail app
Promoted
Ilyass ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 7 anni fa

Mi potete fare un riassunto sul portogallo 2 media?

Con fiumi,altopiani tutto il necessario ciao e grazie

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Risposta preferita

    QUADRO FISICO Il Portogallo ha una superficie molto inferiore all’Italia, circa un terzo. Ha la forma di un

    rettangolo allungato in direzione nord-sud con due lati al confine con la Spagna e gli altri due aperti sull’Oceano Atlantico.

    Il territorio è la parte terminale della Meseta spagnola. Il fiume Tago lo divide in due parti che presentano caratteristiche diverse.

    – La regione nord è in prevalenza montuosa, perché l’altopiano della Meseta arriva fino all’Atlantico. La catena principale è la Serra de Estrêla, con la vetta massima di tutto il paese (1991 m).

    – La regione sud è più regolare: zone pianeggianti si alternano a zone collinari lievemente ondulate. Nell’estremità meridionale si trovano i bassi rilievi dell’Algarve.

    I fiumi del Portogallo sono gli stessi che scorrono

    nella Meseta spagnola e hanno qui il loro corso terminale.A nord scorre il Douro (in spagnolo, Duero), che taglia la zona montuosa; al centro scorre il Tejo (in spagnolo,Tago) che descrive una curva e sfocia con un grande estuario. Invece la Guadiana è un fiume di

    confine e scorre da nord verso sud.

    Il clima è piovoso nella parte nord, dove i venti umidi investono i versanti delle montagne. Il resto del paese ha invece un clima mediterraneo, con estati calde e secche e inverni miti. L’ambiente naturale è rappresentato da estesi boschi, che coprono il 35,7% del territorio. Le pendici dei monti sono coperte da abeti e castagni. Lungo le coste atlantiche ci sono pini marittimi, lecci e gli arbusti della macchia mediterranea.

    POPOLAZIONE

    Il Portogallo ha circa 10 milioni di abitanti, molti meno rispetto all’Italia. La lingua ufficiale è il portoghese, che è parlato in tutto il territorio. Esso, contrariamente a quanto alcuni pensano, è

    molto diverso dallo spagnolo.

    Il Portogallo è diviso in cinque regioni: nord e centro formano la parte settentrionale, Lisbona è al centro,Alentejo eAlgarve formano il sud. La popolazione è numerosa nelle regioni del nord e nella zona di Lisbona; la parte meridionale è quasi spopolata, ad eccezione dell’Algarve. Il debole sviluppo economico del Portogallo ha spinto molte persone all’emigrazione: più di un milione di portoghesi lavorano in altri paesi, soprattutto in Spagna e Francia.

    Sono territorio portoghese anche le Azzorre, un arcipelago in mezzo all’Atlantico tra Europa e America, e l’isola di Madeira, entrambe regioni autonome.

    In Portogallo la popolazione urbana costituisce il 54,6% del totale, una percentuale bassa. Le grandi

    città sono due: la capitale Lisbona e Porto, entrambe sull’Atlantico. Per il resto ci sono poche città di circa 100 000 abitanti e molti paesi e villaggi, soprattutto lungo la costa.

    ECONOMIA

    Il Portogallo si trova agli ultimi posti della graduatoria nei paesi dell’Unione Europea per ricchezza prodotta. La sua economia sta crescendo un po’ in tutti i settori, ma a ritmi piuttosto lenti.

    L’agricoltura mostra i caratteri dell’arretratezza con un’alta percentuale di occupati (12%). Essa è

    ancora lontana da una vera modernizzazione, come dimostrano la presenza di piccoli appezzamenti al nord e del latifondo al sud, nell’Alentejo.

    La coltura principale è la vite da vino, che fornisce prodotti di fama internazionale, come il Porto e il Madeira.

    Discreta la produzione di cereali, ortaggi, colture fruttifere e olivo; buona quella di sughero, che pone

    il Portogallo ai primi posti nel mondo. Importante è anche l’allevamento praticato nel nord del paese. La pesca fornisce abbondanti quantità di tonno e sardine, destinati all’industria conserviera.

    Le principali risorse minerarie sono il tungsteno e le piriti (minerali di ferro), ed è buona la produzione

    di energia idroelettrica. Vi sono industrie siderurgiche, metallurgiche, chimiche e meccaniche, con un totale di occupati del 34%, ma anche questo settore rimane piuttosto statico.Attiva è invece l’industria tessile, che vanta antiche tradizioni.

    Il terziario, con il 54% della forza lavoro, relega il Portogallo all’ultimo posto della classifica dei paesi dell’Unione Europea per percentuale di addetti.

    Tuttavia, negli ultimi anni, il settore turistico ha assunto una notevole importanza nell’economia del paese, specialmente per la presenza di stazioni balneari nell’Algarve e negli arcipelaghi delle Azzorre e di Madeira

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Se se...... siete tutti bravi con internet!!!!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Il Portogallo occupa la parte più occidentale della Penisola Iberica e confina solo con la Spagna ad est e a nord, è considerato un Paese dell'area mediterranea. Presenta due regioni distinte: il nord, costituito da altopiani che giungono fin sulle coste e numerose valli, e il sud in prevalenza da pianure costiere e dai rilievi collinari dell'Alentejo. Al centro del Paese si estende la Serra da Estrêla, principale catena montuosa. La costa dell'Algarve si affaccia sull'Oceano Atlantico. Fanno parte del territorio nazionale gli arcipelaghi delle Azzorre (situate nell'Atlantico, clima oceanico) e di Madeira (clima sub-tropicale, scarsissima escursione termica). Al nord i fiumi hanno portate abbondanti, al sud lunghi periodi di secca durante l'estate. I due fiumi maggiori sono: Douro e Tejo. La rete urbana è bipolare: l'area metropolitana di Porto a nord, quella di Lisbona al centro-sud. Il Portogallo ha conosciuto negli ultimi anni una forte crescita economica. L'agricoltura è uno dei settori portanti dell'economia. Importante è la pesca, l'industria portoghese è ancora debole, mentre è in costante sviluppo il terziario grazie al turismo. Una delle risorse del Portogallo è la posizione geografica: poiché il vento e le intemperie provengono dall'Atlantico l'aria è fresca e poco inquinata, piogge pulite, perché ci sono i venti che scacciano le impurità. Il Parco naturale di Penda-Geres è situato nel nord del Paese, con valli percorse da torrenti e un'interessante vegetazione. La Serra de Estrêla è nel centro si tratta di un'area montuosa con profonde valli, laghi glaciali e ricca flora. La riserva della Serra de Monchique si trova nell'Algarve, al sud.Il turismo balneare è praticato sia nelle isole Azzorre e Madeira sia sul litorale continentale. La Costa Verde è la più settentrionale ed è caratterizzata da ampie spiagge sabbiose intorno a Porto e dalla presenza di una folta vegetazione. La Costa d'Argento, a sud della Costa Verde, è piatta con dune sabbiose e numerosi canali. La Costa di Lisbona e la Costa Dourada, queste due zone costituiscono l'area di transizione tra il clima atlantico e quello più asciutto, qui ci sono le stazioni balneari più affermate come Estoril e Setubal. L'Algarve è la fascia costiera meridionale, clima mediterraneo, è un vero e proprio giardino mediterraneo contornato da spiagge e dune alternate a scogliere lavorate dal mare. La costa è suddivisa in tre zone: Sotavento (sopravento), spiagge sabbiose e pianeggianti, Barlavento (sottovento), scogli ripidi e dalla forma bizzarra, da Lagos a São Vicente, più aspra e ventosa e in gran parte rocciosa. Lisbona, la capitale, è situata sulla sponda settentrionale del fiume Tejo; si estende su sette colline orientate verso il porto, in cima a ciascuna di queste colline si trova un belvedere o, nel caso di São Jorge, un castello. Affaccia sul fiume la Praça do Comercio. I migliori esempi di arte romana sono le colonne del Tempio di Diana ed èvora

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.