Cosa sono i valori? Perché dovrebbero essere importanti?

Bene, visto che la mia domanda idiota permane ne approfitto per farne una seria e casomai offrirvi il secondo bicchiere d'acqua.

Quando sento la gente parlare di cose come "valori", io non capisco nulla. Sarà perché forse non voglio capire, sarà che non ha un senso logico(per quanto riguarda il mio punto di vista, ovvio) ma proprio c'è qualcosa che non mi torna quando sento fare questi discorsi.

Non me la sento nemmeno di definirli "cose importanti nella vita" perché allora sarebbero "cose importanti nella vita" e non "valori".

Dopo questa premessa vi lascio alle domande nel titolo u.u

Buon pomeriggio e che l'acciaio sia con voi <3

Grazie per le risposte naturalmente.

Aggiornamento:

@Mohammed, i prosciutti di Elivet sono famosi in tutto il mondo per la loro qualità...

8 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Migliore risposta

    Se tu fai una ricerca con la parola "valori" ti vengono tanti risultati:

    valori in Borsa, valori assoluti dei numeri (in matematica), la lista valori, valore atteso (in scienza della probabilità)...valore efficace (in teoria dei segnali), valori estremi (in statistica)... Già questo ti dice quanto poco si discuta di valori oggi.

    Cos'è un valore?

    I valori sono i nostri punti di riferimento: non solo le "cose importanti" (quello che per noi "vale", è "valido", prezioso), ma le regole morali secondo le quali vorremmo vivere, la motivazione primaria per le nostre azioni, e anche i criteri per effettuare un giudizio. Sono i nostri punti di riferimento, riguardo a quali valutiamo tutto ciò che facciamo noi e anche gli altri.

    Ai valori sono anche collegate le credenze. Le credenze sono generalizzazioni riguardo alle nostre azioni, riguartdo a quello che stiamo facendo e quello che dobbiamo fare.

    Per ogni società in ogni epoca, i valori erano un po' diversi. Per esempio il valore "patria" era sicuramente più importante nell'Ottocento, ai tempi in cui l'Italia lottava per la sua indipendenza, di quanto non lo sia oggi in cui la sovranità del nostro stato non è in pericolo. La verginità o la castità erano più importanti nel MedioEvo, oppure oggi nei paesi musulmani, di quanto nell'Europa odierna.

    Eppure i valori hanno un ruolo fondamentale nella vita. Non averne è come essere senza radici

    Valori possono essere: la famiglia, l'amore, l'amicizia, la libertà, la coerenza, l'onestà, il credo religioso, l'ideologia politica, ma anche i soldi.

    Ho letto in un forum le parole di qualcuno che scrive che i valori predefiniti sono delle catene:

    "Vuote schematizzazioni per guidare i nostri atti pratici, la maggior parte delle volte inventati per spegnere la mente e seguire vie precostruite in cui camminare. Appunto le vie che questi cosiddetti valori ti costruiscono. Valori che anzichè "valorizzare" la persona la spengono inbrigliandola nei loro schemi."

    Un altro dice:

    "I valori sono punti fissi, necessari nelle relazioni durevoli nel tempo. Sono un impegno necessario stipulato con l'altro per dare continuità e certezza al proprio rapporto."

    Un altro invece scrive che:

    "Il valore per le società o le strutture complesse di diversi individui è invece fondamentale per l’aggregazione delle stesse La quotidianità, ancora prima della storia, ci dimostra che gli “insiemi di persone” che non definiscano una scala di valori comuni, finisce per disgregarsi, per degradare, e per involvere. (...) Per converso però vediamo che la definizione del valore, (soprattutto l’assolutizzazione), dischiude la via al conflitto. E’ infatti inevitabile che il mio “assoluto”, sia da mè ritenuto più grande del vostro assoluto, che il mio valore, seè diverso, collida e contrasti col vostro.

    Potremmo quindi dire di essere in empasse tra il bisogno del valore come fattore coesivo delle società ed il suo potenziale distruttivo nei casi in cui il valore di alcuni contrasti con quello degli altri."

    Si, oggi c'è la crisi dei valori, nel senso che non ci sono più nelle nostre società dei valori condivisi. Quelli di un tempo vengono percepiti come troppo restrittivi, soprattutto quelli legati alla religione e alla sessualità, al militarismo... Questo è successo specialmente negli anni '60-'70, con i movimento dei Hippies, che è stato una vera e propria rivoluzione.

    Però, come dicono gli inglesi, si è buttato il bambino insieme all'acqua sporca del bagno. E dopo quegli anni di euforia nel nome della libertà e dell'amore, che cosa è restato? La droga, il sesso senza amore.... Si, l'ipocrisia vecchia un po' è stata scossa. Ma insieme a lei si ha buttato via anche l'integrità, la coerenza, l'onestà, l'affidabilità, nel nome dell'avanzamento rapido e la ricchezza, che sono diventati i nuovi valori. Con risultato una generazione di corrotti, che hanno fatto dei figli disillusi, i quali non potendo prendere esempio dai loro genitori, si sentono sbandati, e vanno di qua e di là come delle banderuole, avendo come regola il non avere regole, e volendo anche loro comunque acquistare indipendenza finanziaria senza essere disposti a lavorare, cercando quindi soluzioni facili e rapide, spesso disoneste.

    Non sono d'accordo nell'accettare ciecamente i valori che ci sono stati trasmessi, però credo che ognuno deve fare una scelta personale e ragionata, e farsi una sua lista di valori (anche se dovessero essere controcorrente), e cercare di vivere coerentemente ad essi. Per avere una direzione, uno scopo nella vita.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • I valori sono lo sterminio dei maiali occidentali.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    Valori = decidere in nome di chi o di che cosa pagare le tasse in modo che i politici

    possano godersi le ******* da 10.000 euro l'ora.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    è giusto o è sbagliato che ci siano dei valori? vedi, stiamo usando il concetto di giustizia anche qui, per cui la giustizia esiste in qualche luogo, ed è un valore. Per sopravvivere alla natura l'uomo si è organizzato in società, una società per sopravvivere deve stare unita, per stare unita necessita di regole, regole ispirate a valori che siano condivisi. No valori condivisi, no società --> guerre, crisi, miseria... Se i potenti non soffrono mai la fame è perchè si sono alleati e tra loro non sono mai in disaccordo, perchè hanno in comune almeno un valore. L'unione fa la forza. Il popolo è sempre e continuamente diviso, oggi ancora di più a causa del relativismo estremo. Non facciamo altro che lamentarci che "la massa è ignorante" e che sono tutti delle pecore, comportandoci esattamente come un dio malvagio che disprezza gli esseri inferiori. siamo tori che danno dei cornuti ad altri tori. Lamentiamo di una classe politica che si occupa di sesso e scandali pensando ai fatti propri, quando siamo noi italiani i primi a non credere nei valori della giustizia e nella politica e a non fare niente per cambiare (possibilmente migliorare) le cose. I media propinano "valori" che vengono accettati passivamente e inconsciamente dal pubblico, anche i più "svegli" a volte ci cascano.

    I valori non sono concetti astratti, chi dice di non credere nei valori è vittima dei suoi stessi valori che crede di non avere. Bisogna credere nei valori e possederli saldamente, abbiamo un patrimonio religioso filosofico ecc immenso e non ci credo che non sia possibile stabilire quali siano i valori per cui vale la pena lottare. "non esistono principi nè valori" è la scusa di chi per inerzia non compie lo sforzo necessario verso ciò che davvero è bene per sè e per gli altri, quindi invece di formulare teorie sull'inesistenza dei valori dovrebbe ammettere di essere un menefreghista, per coerenza e correttezza. Ciao!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    7 anni fa

    Ma cosa è un valore?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    I valori, eh? Non so se ti riferisci a dei discorsi in particolare, personalmente mi viene in mente (...ente) la classica "crisi dei valori" di cui si parla molto. In effetti ho avuto anche io un po' di difficoltà a capire quale fosse il nocciolo della questione, ma provando a darti una definizione di "valore morale" (visto che è sicuramente a questo che ti riferisci) più oggettiva possibile, ti dirò che i valori sono tutti quei comportamenti sociali e modi di essere ampiamente riconosciuti dalla società. Riconosciuti in modo positivo, ovviamente.

    Perché si parla di CRISI dei valori? E' semplice. Se io ora venissi da te, che sei una ragazza, e ti molestassi con tante parole piccantine, palpatine e così via, indipendentemente dalla tua reazione risulterei un figo agli occhi dei miei amici, aumentando il loro rispetto nei miei confronti, il mio status sociale in quel gruppo ed altre futiità del genere. Vuol dire che ho attuato un comportamento positivo per quel contesto di persone. Un altro esempio sono i soldi. Chi ha molti soldi è trattato in un certo modo, ha attenzioni da buona parte del gentil sesso, è trattato come un membro vincente della società. O di nuovo: l'aspetto esteriore e la fama. Persone che, indipendentemente dalla loro intelligenza e dal loro carattere, vengono posti come modelli da imitare, sto parlando di tutti quei personaggi che appaiono in televisione e nei gossip. E vengono imitati eccome (vedi la moda e le tendenze). Insomma, hai sicuramente notato che questi che ho citato non dovrebbero comunque essere dei requisiti necessari e sufficienti per ottenere il rispetto delle persone. Però purtroppo lo sono, per questo si parla di crisi dei valori o ancora meglio di distorsione dei valori.

    Se invece io ti spedissi una mielosa lettera d'amore, sempre indipendentemente dalla tua reazione, risulterei un sempliciotto ed uno stupido agli occhi degli altri. Andare bene a scuola anche (soprattutto in passato) non aumenta la simpatia nei tuoi confronti, e per alcuni può diventare addirittura motivo di esclusione. Invece un brutto voto ed una bella dimostrazione di ignoranza è ben vista da quasi tutti.

    Quindi per tornare alla domanda originale, in particolare alla parte "Perché dovrebbero essere importanti?", direi che i valori sono importanti perché indicano il nostro stile di vita ed il modo in cui ci relazioniamo con gli altri. I valori ci sono sempre, solo che differiscono da cultura a cultura. Se tu mi invitassi a cena e ruttassi di cuore a fine pasto, immaginerei le reazioni dei presenti. In altri paesi invece è indice di buona educazione e di adulazione nei confronti di chi ha preparato il pasto. Ma rutti a parte, oggi siamo messi davvero male quanto a valori. Non a caso fa tutto abbastanza schifo. Magari ora, per aver scritto troppo, poche persone leggeranno la mia risposta, ma se qualcuno se ne esce con un bel "be ma i valori sekondo me sn cs strane ke nn srvono a nnt xke e roba da vekki e io sn jovane", ed allora farà felici un mucchio di utenti 8D

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • W
    Lv 7
    7 anni fa

    I valori morali, come quelli materiali sono molteplici, ma il senso di fondo che li lega e' il medesimo. Ovvero il nostro modo di scegliere e discernere e' legato alle esperienze che attribuiamo ai valori che abbiamo imparato personalmente o che ci hanno insegnato.

    Ovviamente uno dei valori che personalmente considero di più e' il rispetto, qualcosa che in questa realtà e' assai carente.

    Altri valori sono la fede, non per forza spirituale come potresti erroneamente intendere e la capacità d' amare.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    I valori sono quelli che ti fanno vivere.

    Valori, leggasi "SENSO DELLA VITA". Ma tu sei atea nevero, quindi per te (o per il tuo ateismo) il senso della vita per un essere umano è pari pari a quello di un ameba o di qualsiasi altra entità biologica. Rifletti se sei razionalista su questa idiozia prettamente atea.

    P.S. Ma come càzzo fate a mettere dei pollici in su a un troll che vi offende pure (il jihadista lì - ovviamente segnalato).

    Ciao e buon 2013

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.