Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureSocietà e culture - Altro · 8 anni fa

Se fosse possibile, votereste per riaprire le “Case Chiuse"?

PREMETTO che non è mia intenzione difendere la prostituzione in quanto tale. Io per primo non approvo chi si prostituisce e chi va a prostitute. Ciò che segue è una pura e semplice analisi dei fatti e di come stanno effettivamente le cose.

Proibire qualcosa, che sia un oggetto o un fenomeno, non significa cessarne l’esistenza. Ci basti pensare al Proibizionismo, al divieto di opposizione politica o sociale e a tantissimi altri esempi storici. Credo che su questo siamo (forse) tutti d’accordo.

A mio modesto parere, lo stesso avviene ai giorni d’oggi nei confronti della prostituzione: tecnicamente è illegale, ma praticamente si trovano prostitute su ogni ciglio di ogni strada del paese. Ora, al di là del morale o immorale, mettere ragazze sulla strada significa principalmente due cose: diffusione di malattie (visto che non hanno modo di potersi lavare e di usare precauzioni) e ridurle in pessime condizioni fisiche e anche mentali, visto che sono letteralmente usate e abusate da chi gestisce il racket.

Legalizzare la prostituzione, a mio avviso, significa ridurre notevolmente il tasso di infezione di malattie quali AIDS e altre sessualmente trasmissibili dando loro un luogo adatto per il mestiere, togliere milioni di ragazze dalle mani dei “papponi”, avendo quindi una tutela alla pari di qualunque altro commerciante contro lo sfruttamento e soprattutto significherebbe tassare i servizi, ossia poter vantare un ingente forza di guadagno in più per lo stato (il che in questo periodo di crisi non sarebbe neanche male) e una tranquillità fiscale.

In breve, fare i moralisti in questi casi non serve; legale o non milioni di persone continueranno a frequentare prostitute, quindi tanto vale accettare la cosa e legalizzarla al fine di un benestare collettivo. Ma questo resta un mio parere. Voi siete d’accordo o no? E perché?

3 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    E' una domanda che, logicamente, viene ciclicamente riproposta.Alla quale, coerentemente, rispondo alla stessa maniera: sarei, e sono, assolutamente favorevole alla riapertura. In effetti, a parte il fatto che nessuno e niente fermeranno mai l'espletamento del celeberrimo "mestiere più vecchio del mondo", già ai tempi (non lontanissimi) della promulgazione della Legge Merlin (dal nome della allora Senatrice) che portò alla chiusura definitiva dei cosiddetti "casini", furono in molti a mettere in dubbio l'idoneità di quel provvedimento. A cominciare (e non fu un caso) dai cosiddetti benpensanti: austeri uomini appartenenti alla Chiesa, autorevoli esponenti politici, moralisti di grido, persino bigotte e bigotti !!! In effetti, come nel corso degli anni il tempo ha ampiamente dimostrato, la chiusura delle case chiuse non solo non ha estirpato il fenomeno della prostituzione, ma lo ha solo spostato sulle strade, causando tutta una serie di problemi. Ad esempio, intere zone cittadine (anche centralissime) sono state degradate, intere strade sono diventate autentiche e vistose vetrine del sesso facile, le prostitute non sono state più seguite sanitariamente, e, per di più, sono costrette ad "esercitare" agli ordini di protettori violenti e senza scrupoli, in condizioni ambientali terrificanti, esposte alla mercè di qualsiasi maniaco e psicopatico. Qualche anno fa qualche parlamentare aveva tentato di riportare alla ribalta la proposta di riapertura dei "casini", ma, per tutta una serie di ovvi e vergognosi motivi, il tutto è stato lasciato decadere, e non è mai più stato rilanciato alcun provvedimento. Alcuni cittadini avevano suggerito di organizzare un referendum propostivo. L'idea era ottima ... peccato, però, che i partiti siano sempre impegnati a battagliare tra loro, e non trovino la volontà di appoggiare a livello politico i sentimenti più accorati della popolazione.

  • L.I
    Lv 6
    8 anni fa

    Pienamente d' accordo, si leverebbero dalle strade, meno pericolo di malattie, più controlli, niente evasione, sicurezza migliore ..

  • 8 anni fa

    assolutamente si, sono completamente d'accordo.

    la stessa cosa vale per le droghe leggere, tanto ci sono milioni di persone che ne fanno uso e di certo non smettono perchè è illegale, anzi quasi lo fanno solo per fare i fighi e far vedere che vanno contro la legge.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.