....... ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 8 anni fa

cosa?Se una trave perfora la guancia e attraversa la scatola cranica per poi uscire dalla sommità della testa?

...com'è possibile sopravvivere?

Nel 1848 (mi pare) un operaio di nome Phineas Gage, mentre stava preparando una carica esplosiva per far saltare una roccia, la polvere da sparo esplose accidentalmente, e la trave che aveva in mano gli trapassò il cranio. Gage non morì e non riportò apparenti conseguenze fisiche dopo l'incidente (tranne la perdita dell'occhio sinistro), né gravi traumi psichici. Tuttavia, la gente che lo conosceva, notò un cambiamento di personalità: quell'uomo che prima era tranquillo, equilibrato e calmo era diventato irascibile, capriccioso e incapace di gestire qualsiasi rapporto sociale.

Com'è possibile che la trave lesionò zone affettive del comportamento, senza recare alcun danno ad altre aree cerebrali, come ad esempio quelle del linguaggio, memoria o movimento?

3 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Non conosco la dimensione della trave, ma se sufficientemente piccola, suppongo che possa colpire solo le zone adibite al comportamento (nel cervello le zone sono molto differenziate).

    Sono stati riportati casi altrettanto miracolosi, come un uomo sopravvissuto a un calcio di cavallo nel cranio, con le scheggie infilate nel cervello, o un caso che mi è molto più vicino: la sorella della vicepreside della scuola in cui andavo alle medie è caduta dal paracadute ed è ancora viva (eccome se è viva, continua a fare paracadutismo).

    Non so dirti altro, se non che possibilmente è un miracolo (se sei credente) o questo Gage ha avuto molta, molta fortuna (se non lo sei). Ciao!

  • Anonimo
    8 anni fa

    pura fortuna, direi

  • La vita e bella anche per chè ci sono misteri che non si possono immaginare ciao.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.