Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 8 anni fa

Come superare la realtà di una vita sociale piatta a 20 anni?

Non ce la faccio più...sono ormai infiniti i sabati che sto a casa...il liceo per me è stato un vero fallimento (non per quanto riguarda lo studio, anzi, ma per quanto riguarda le amicizie...un vero disastro). Una volta terminata la maturità sono partita con la convinzione di poter finalmente creare delle amicizie e magari trovare l'amore (a 20 anni diventa questo l'aspetto rilevante). E invece niente: ho trovato un gruppo di ragazze con cui sto bene ma non se ne parla di uscire perchè hanno le loro amicizie, il loro gruppo, i loro impegni (io ho chiesto più volte a loro di organizzare, ma c'è il problema delle macchine perchè viviamo lontane). Allora mi sono data un'ulteriore possibilità in materia sentimentale: avevo conosciuto un ragazzo che pareva profilarsi come quello ''perfetto'' (mi sono innamorata perdutamente), ma anche qui tutto fumo...ci sentiamo solo per fini didattici poichè lui ha spiegato che non intende avere nessun legame. Non so se si tratta di sfortuna, del caso, ma io ce l'ho messa tutta a costruirmi una vita sociale nuova e attiva, ma evidentemente deve andare in questo modo...

Aggiornamento:

@François: secondo me non si tratta di passioni e interessi. Qui tutti abbiamo degli interessi e proprio per questo ognuno sta con la testa ''tra le nuvole'', continua a interessarsi ai fatti suoi e non pensa a nessun altro. Quando qualcuno ha un/a ragazzo/a e una comitiva si sente apposto con sè stesso/a e non gli/le importa di altro!

5 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Il problema è che non bisogna porsi l'obiettivo di "farsi una vita sociale", ma quello di coltivare le proprie passioni ed interessi.

    Le amicizie ed il resto verranno da se.

    Meno ratio più instinctus.

    _

    E' proprio quell'atteggiamento che definisci "tra le nuvole" che ti fa essere più affascinante alle persone, che le fa avvicinare, che ti rende interessante.

    Senza contare il fatto che coltivando le passioni (fare un corso di teatro, il club del cucito, il torneo di bowling o quello che ti pare) ti permette di conoscere un sacco di gente.

  • Il problema vero secondo me è che molto spesso le persone che si conoscono sono veramente poca cosa, questo ci porta a rifugiarci di più tra le mura domestiche anziché sprecare le serate insieme a simili individui.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Ti capisco. Non so aggiunere altro, ne sono incapace.

  • Anonimo
    8 anni fa

    tu di dove sei? adoro fare nuove amicizie, ancge io sono cone te, ho visduto una storia d amore lunga. ma mi ha fatto malissimo fidati la delusione puo portarti alla depressione adesso siamo in due o tre massimo amiche che andiamo in discoteca noi due, abitiamo vicini quindi riusciamo ad organizzarci, se tu non abiti lontanissimo, possiamo sentirci su fb o e mail, se hai qualcge dubbio contattami siamo coetanee anche io ho 20 anni e mi chiamo valentina, ciao e buonagiornata

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • vedrai che quando entrerai nel mondo del lavoro farai nuove amicizie

    non mi dispererei se fossi in te

    ci sono molti giovani che sono nelle tue stasse condizioni

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.