Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 8 anni fa

AIUTO IN ARTE!!!! per favore ho un interrogazione domani?

Riassunto dell'età arcaica, e il tempio con le sue tipologie per favore AIUTATEMI!!!

1 risposta

Classificazione
  • Risposta preferita

    Nell'età arcaica (ca 650-480 a.C.) comparvero quasi tutti i tipi di tempio (massima espressione dell'architettura greca), da quello a semplice cella rettangolare preceduta da un pronao colonnato (forma che restò canonica nei thesaurói, cioè nei tempietti votivi dei santuari) al tempio periptero, tutto circondato da colonne.

    Dato che all’interno dei templi erano ammessi solo i sacerdoti, i riti pubblici venivano svolti all’esterno, ad esso si dedicò, la maggior attenzione decorativa e strutturale. Se la

    pianta rimase pressoché costante, infatti, si distinsero tre stili, chiamati anche ordini, poiché rispecchiavano la volontà di fornire un organismo architettonico unitario. Il più antico è quello dorico; dove la colonna si appoggia direttamente sullo stilòbate (basamento comune), è rastremata e scanalata, ornata da un collarino e sormontata dal capitello, formato da un àbaco ed un echìno molto semplici. Anche la trabeazione è contrassegnata dalla stessa essenzialità maestosa ed elegante (Heràion di Olimpia, templi di Cerere e Nettuno a Paestum).

    Nell’ordine ionico, la colonna si appoggia su una propria base composta da tori e tròchili (sporgenze e rientranze), nella colonna si hanno più scanalature e, nel capitello, l’echìno

    è ornato da òvoli, separati dall’àbaco quadrato da un elemento detto pulvìno, curvato a formare due volute laterali. Si tratta di un ordine, legato all’andamento della linea curva

    (Artemìsion di Efeso), più elegante e raffinato del precedente. Il terzo ordine, il corinzio, che si svilupperà solo dal V sec. a.C. e nel periodo ellenistico, ma per completezza è meglio trattarlo accanto agli altri due, presenta il fusto della colonna leggermente più affusolato e nel capitello compare una vistosa decorazione composta da foglie di acànto

    stilizzate.

    La decorazione templare fu dapprima in terracotta dipinta (metope del tempio di Termo, fine del sec. VII), poi in pietra o marmo, anch’essi dipinti. I frontoni arcaici erano ornati di sculture in un primo tempo a bassorilievo o a mezzo tondo (frontone della Gorgone a Corfù; frontoni arcaici dell’Acropoli di Atene), poi a tutto tondo (frontoni del tempio di Afea a Egina, inizio del sec. V, oggi al Museo di Monaco). Il tesoro dei Sifni a Delfi (530 a.C. ca), era ornato anche da un fregio figurato.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.