Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

contenitori d'acqua sui termosifoni?

Vorrei sapere se mettere dei contenitori con dell'acqua sui termosifoni è utile per percepire maggior calore.

So che si mettono per aumentare l'umidità dell'aria e quindi migliorarne le qualità per le nostre vie respiratorie. Pensavo però alla diversa percezione del calore che si ha, a parità di temperatura, in un ambiente con aria secca rispetto ad uno con aria umida (vedi bagno turco/sauna...) dovuta alla nostra capacità di traspirazione sotto forma di sudore. Non so se nel caso dei termosifoni accesi d'inverno (temperatura 17-20°) il fatto che l'aria sia più o meno umida (per quanto la si possa rendere umida mettendovi dell'acqua) possa influenzare la percezione del calore o se questo è del tutto ininfluente.

Ho dei vecchi termo in ghisa e gli infissi sono vecchi e non isolanti e ce la stiamo mettendo tutta per cercare di risparmiare un po' sulla bolletta senza patire esageratamente il freddo!

Grazie :)

3 risposte

Classificazione
  • Fab
    Lv 5
    8 anni fa
    Risposta preferita

    L'evaporazione dell'acqua richiede calore che viene "consumato" a quello scopo, quindi da un punto di vista energetico non risolve il tuo problema, tuttavia un'aria troppo secca in casa non va bene, è per quello che si mette l'acqua.

    I termosifoni in ghisa sono eccellenti, ci mettono molto a scaldarsi, ma poi rilasciano lentamente, quindi da un punto di vista energetico non ci perdi nulla.

    Per risparmiare un pochino puoi abbassare la temperatura dell'acqua in caldaia (le caldaie hanno una regolazione apposita), se si scende a 50-60 gradi, si riduce la dispersione nei tubi, anche se ci vorrà un po' più tempo a scaldare se parti con i caloriferi e la casa fredda, però una volta che i caloriferi sono caldi la casa si mantiene calda ma non viene disperso troppo calore nei tubi.

    La vera rivoluzione comunque è sistemare gli infissi, non necessariamente cambiarli che è molto costoso.

    Quando il riscaldamento è acceso e fuori fa freddo, avvicinati alle finestre con una candela accesa (attenta alle tende ;-) e muovila lungo i bordi: quando la fiamma si scuote molto lì entra uno spiffero, devi cercare di chiuderlo, temporaneamente puoi comprimere dentro della carta igienica, se vuoi fare un buon lavoro prendi un tubo di silicone bianco (pagalo poco, possono costare anche solo 1-2 euro) e blocchi tutti gli spifferi con quello.

    Se togli gli spifferi puoi risparmiare fino al 30-40%

    Se non hai spifferi ma si tratta solo dei vetri che non sono doppi, allora l'unica soluzione è un po' una cosa da zingari: appiccichi del pvc trasparente sulle finestre tenendolo a 3-4 cm da vetro (lo attacchi al telaio delle finestre), in questo modo diventano temporaneamente dei doppi vetri, perché si forma una camera isolante tra il pcv ed il vetro.

    A primavera togli tutto, facendo attenzione a non staccare la vernice.

    E' però una soluzione da considerare solo se siete alla disperazione.

  • 8 anni fa

    il problema è uno, le dispersioni sarebbe opportuno sostituire gli infissi con dei piu' moderni ... doppio vetro in alluminio o pvc ... cmq altro discorso d'affrontare ..... per quanto riguarda l'umidificatore non ha la capacita' di diffondere il calore ma solo di rendere l'aria piu' umida per quel che si puo' anche se teoricamente ci vorrebbe un piano pieno d'acqua quanto l'intera superficie del calorifero per avere una buona umidità dell'ambiente (cosi' poi inizieranno i problemi di condensa alle pareti),avere i caloriferi in ghisa è un ottima soluzione hanno la necessita' di tanta caloria per riscaldarsi ma hanno la capacità di rilasciare il calore per un buon tempo dopo che si è spenti la caldaia

  • W&W
    Lv 7
    8 anni fa

    Hai detto giusto, la percezione della TEMPERATURA varia con la percentuale d' umidità. Un grado del 60% può essere un buon compromesso.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.