Cosa cambia tra Murcielago e Aventador?

Entrambe usano un 6,5 V12, ma la Aventador va più forte. 700 cv contro 670 cv.

Ecco, vorrei chidervi se la Aventador sia un upgrade a livello motore/trazione/trasmissione della Murcielago oppure un’auto completamente nuova. A me piaceva molto la precedente LP 670 SV, ma la Aventador LP 700-4 pare essere migliore sotto tutti gli aspetti.

3 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Il motore dell’Aventador è il primo V12 della Casa di Sant’Agata Bolognese a non essere un lontano parente di quello montato trasversalmente sulla Miura del ’63. La cilindrata è simile a quella del motore che ha equipaggiato la Murcielago dal modello LP640 in poi, così come anche l’angolo tra le due bancate che rimane di 60°. Tutto il resto, però, è cambiato.

    Diversi sono i valori di alesaggio e corsa, che hanno permesso al motore di diventare superquadro, anziché infraquadro come era prima. Questo significa che adesso la misura della corsa è più breve di quella dell’alesaggio, permettendo al motore di raggiungere regimi più elevati. Inoltre, cambia anche l’interasse, che aumenta di quasi 10 mm. L’iniezione rimane indiretta, in quanto, a detta dei tecnici Lamborghini, l’uso di questa avrebbe portato all’impiego di catalizzatori di più grandi dimensioni (e quindi più pesanti), per rispettare le attuali norme anti-inquinamento.

    Altra cosa interessante è l’assenza del volano, di cui si è potuto fare a meno modificando l’ordine d’accensione in camera di scoppio (1-12-4-3-2-11-6-7-3-10-5-8). Questo ha permesso di ridurre i carichi torsionali sull’albero motore e quindi le vibrazioni.

    Per quanto riguarda la trasmissione, anche qui si è rinunciato alla più pesante doppia-frizione in luogo di un ISR (Independent Shifting Rods) elettro-attuato a 7 rapporti prodotto dalla Graziano. Peraltro è piuttosto compatto e ciò ha permesso di abbassare di circa 6 cm il motore, in modo da migliorare la dinamica del mezzo. Tuttavia, è una trasmissione abbastanza ’violenta’ nell’innesto e a differenza del DCT Ferrari, anche quando si richiede una guida tranquilla disturba un po’ senza per questo permettere delle prestazioni realmente migliori (il tempo di cambiata dell’ISR è di 50ms, in teoria quello del DCT sarebbe pari a >0ms)

    Infine lo schema di trazione integrale abbandona il giunto viscoso di Diablo e Murcielago per passare ad una frizione Haldex a gestione elettronica. Al retrotreno c’è poi un differenziale autobloccante meccanico e davanti un differenziale aperto, ma con sistema di ‘Torque Vectoring’. Quest’ultimo è quello che prende il nome di differenziale elettronico (Su Alfa Mito si chiama e-Q2, ad esempio) e gestisce eventuali eccessi di coppia tramite la centralina dell’ESP e quindi tramite i freni. Per il resto, la distribuzione della coppia varia dallo 0% - 100% (ant/post) fino ad un massimo di 60% - 40%, quando si richiede la massima trazione.

    L’auto, infine, usa una monoscocca in carbonio e telaietti ausiliari in alluminio anziché un telaio a traliccio di tubi come quello della precedente.

  • 8 anni fa

    Beh la aventador funge da erede della murcielago, puoi considerarla l'evoluzione visto che mantiene le caratteristiche di base potenziandole con le nuove conoscenze sul carbonio e sui freni in ceramica della F1

  • Anonimo
    8 anni fa

    La cilindrata, i cavalli e la potenza :)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.