Ho bisogno di un racconto horror?

devo scrivere un racconto horror seguendo questa traccia: "Ero quasi sul punto di addormentarmi, quando, d'improvviso da una porta uscì..." AIUTATEMIIII PER FAVOREEE :)))

2 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Ero quasi sul punto di addormentarmi quando mia madre, che da poco mi aveva rimboccato le coperte, tornò nella stanza a capo chino.

    Era mia madre, nessun dubbio, ma per qualche motivo mi parve un'estranea. Si muoveva come un ombra in pena e i suoi occhi manifestarono una muta richiesta di non fare domande.

    Mi pregò di seguirla con un cenno. Mi affrettai a infilarmi le pantofole e rincorrerla per il corridoio buio lungo il quale si era inoltrata.

    Mi stupii di quanto si fosse allontanata e di quanto lungo mi sembrasse ora quel corrdidoio di casa nostra che nei giorni di sole ero solito percorrere di corsa in pochi passi.

    Più la inseguivo e più si faceva piccola piccola, evanescente come il lume di una candela che tremola in lontananza, finchè sparì del tutto alla mia vista.

    Mi ritrovai a brancolare nel buio. Come una lumaca strisciai lungo i muri del corridoio con il ghiaccio nel cuore e le mani sudate.

    Camminai a lungo, per un tempo che mi pare assimilabile all'eternità...

    da qui procedi pure tu: il figlio ritroverà la madre intenta a parlare con un'oscuro signore con cui ha stretto un patto. Il patto consiste nel consegnare il figlio in cambio di una piacevole vecchiaia, dove i segni del tempo vengano arginati e facoltosi amanti si prendano cura dei suoi bisogni materiali.

    Il bambino, tradito, sprofonda in un abisso di orrore e oblio. Si sveglierà di buon mattino, come tutti i giorni ma qualcosa sarà cambiato. Scoprirà che la corruzione morale ha fatto ingresso tra le mura di casa; negli occhi dei parenti, degli amici e persino nelle cose ravviserà indizi del sogno che ha fatto quella notte. Finchè, allo soccare del ventunesimo anno (giorno in cui sta affidando le sue memorie ad un diario), i suoi parenti si faranno avanti per pagare il pegno che hanno promesso all'oscuro signore, rivelando che le sue paure erano fondate, che il tradimento era stato compiuto e che lui, come un satanico Isacco, è il capretto da immolare sull'altare sacrificale.

    Scoprirà che al fianco della madre sono consapevolmente schierati il padre, le sorelle e, via via che scapperà di casa per trovare rifugio, anche i vicini di casa e anche i suoi amici più cari.

    Alla fine, stremato, deciderà di arrendersi e si consegnerà spontaneamente alle forze del male da cui lui solo sembra essere indenne.

    Di lui rimarrà solo un diario, incompiuto, destinato allo scherno dei vivi.

  • Anonimo
    8 anni fa

    potresti continuarla cosi(usci e e e vidi una figura in lontananza una figura femminile ke mi sussurrava a bassa voce di aiutarla ke era esausta dopo di ke spari e il panorama fu avvolto da una fitta nebbia entrai dentro chiusi la porta entrai in cucina a farmi un caffe pensando ke quella visione e stata causata dalla sonnolenza cosi dopo aver bevuto il caffe andai a dormire

    dormire???

    in quells serata nn kiusi okkio pensavo a quella donna se esisteva davvero avrei fatto male a lasciarla li al freddo cosi dp la mattina mi misi a cercarla ma visto ke la neve aveva coperto tutto ogni sentiero sembrava uguale ed c'era rischio di perdermi)

    io l inizio te lo dsto continualo tu ok

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.