promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Affari e finanzaInvestimenti · 7 anni fa

domande sulla borsa ??????

praticamente sono un principiante che cerca di capire come funziona la borsa per non rimanere nella totale ignoranza per questo vi pongo 4 domande fatidiche : 1) qual' e' l' importo minimo che si può immettere nel conto corrente destinato all' investimento in titoli azionari? 2) L' età minima per investire in borsa è 18 anni poiché tra l' altro a questa età si possono effettuare operazioni bancarie ma nel caso degli investimenti in borsa l' istituzione a cui ci si può rivolgere è solo la banca o ci sono altre istituzione addette alla creazione di conti correnti finalizzati alla compra-vendita di azioni? 3) In che modo si possono gestire questi conti correnti in modo autonomo senza dover andare continuamente in banca e che operazioni effettuare nel caso di guadagno per trasformare questo guadagno " digitale" in guadagno reale e quindi cartaceo? 4) quando decido di vendere delle azioni esse si vendono all' istante oppure vengono vendute nel momento in cui qualcuno le compra e il prezzo stabilito nel momento di vendita dipende della nostra speculazione su di esso oppure sul valore dell' azione che in quel momento è standard cioè dipende dai valori legati a quell' azione che possono essere in calo o in crescita ?

ORA che avete letto queste semplici domande che vi metteranno di fronte alla realtà poiché la maggior parte delle persone che le leggeranno non sapranno rispondere e si renderanno conto della loro ignoranza in materia pongo un ultima domanda ai veri competenti:

1) la borsa è conveniente per i piccoli imprenditori o è conveniente solo per le grandi società che vogliono mangiarci sopra, o è conveniente in generale a chi sa come muoversi ???

5 risposte

Classificazione
  • Danfx
    Lv 5
    7 anni fa
    Risposta preferita

    1) anche solo 100euro sono sufficienti se si opera con broker forex / cfd come quello che ho scritto tra le fonti

    2) Si puo' fare trading con qualsiasi broker online, non e' neccessario andare in banca, spesso e' sufficiente avere una carta di credito / debito

    3) I conti si possono gestire online via internet e computer lo stesso discorso vale per l'operatività

    4) Se vengono vendute "almeglio" at market vengono vendute subito al miglior prezzo presente in offerta in quel momento (livello di denaro, bid ) Si possono vendere anche ad un prezzo specifico tramite un ordine LIMIT ma in quel caso la vendita si concretizza soltanto quando qualcuno compra a quel prezzo.

    1BIS) La Borsa e' conveniente per chi e' in grado di operarvi, come tutte le cose per guadagnare e' neccessario impegnarsi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    1) nessun minimo, anche solo 10 €, ovviamente con meno di 3000 € non se ne parla nemmeno ... e meno di 10000 €è dura .

    2) conti correnti solo in banche , senza non puoi negoziare .senza conto Potresti sottoscrivere fondi d 'investimento direttamente presso soc di gestione e poco altro ancora .

    3) con home banking inserisci te gli ordini col tuo pc . Quando rivenderai i tuoi investimenti ti sarà accrediato il controvalore in euro sul conto e poi poterli spenderli

    4) come al mercato ci saranno proposte di acquisto e di vendita . Se trovi una proposta che ritieni conveniente Accetti tale proposta e avviene immediatamente lo scambio . Altrimenti inserisci te una proposta ed aspetti che qualcuno la accetti . Se nessuno lo farà non avverrà mai la compravendita !

    La borsa conviene a chi sa come operarvi , sia esso studente o mega imprenditore non importa , occorre umiltà esperienza e soprattutto un Metodo . Il peggior nemico siamo noi stessi e il nostro ego ----------------

    Fonte/i: Lavoro nel settore
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Ciao, su questo sito puoi trovare molte risposte alle tue domande:

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Questa è la mia esperienza e te la voglio trasmettere gratuitamente e senza scopo di lucro prima che inizi a perdere i tuoi soldi.

    Comprare azioni è facilissimo e poi è un gioco tanto è vero che si dice giocare in borsa. Con il tempo diventa un vizio come il fumo, la droga, l' alcool, le slot macine, le scommesse, le carte ecc ecc. Chi ti propone di giocare in borsa sono i grandi capitalisti, possessori di banche, assicurazioni, imprese immobiliari e poi hanno anche i giornali , i giornalisti ed i promotori finanziari che ti invogliano, ti fanno pure dei corsi gratuiti e ti danno anche le piattaforme per giocare da casa tramite internet. Tutto è facile e si prova soddisfazione e divertimento come il fumo o la droga. Nel frattempo sempre i Grandi, assetati di soldi, senza cuore e coscienza, si mettono d' accordo fra loro, e nel tempo incominciano a diffondere attraverso i loro giornali false notizie tanto da invogliare i poveri risparmiatori, inesperti e creduloni, ad acquistare e vendere le azioni da loro proposte. Le false notizie da loro diramate sono sempre più insistenti e positive, queste notizie i Grandi lo chiamano il mangime per i polli e servono per farli ingrassare. Nel frattempo la bolla inizia a gonfiarsi, le azioni aumentano di valore, l' euforia è alle stelle, tutti i risparmiatori come per incanto escono i propri risparmi e li versano in fondi di investimento o in borsa. I Grandi si danno da fare a diramare notizie false sempre positive, aumentano le fusioni di Società, gli aumenti di capitale, le acquisizioni, le opa e contro opa e vendono allo scoperto (titoli che non possiedono) con la certezza di ricomprarli a prezzi irrisori quando la bolla scoppierà Sembra che per incanto tutti coloro che giocano in borsa si stanno arricchendo, ma quando la bolla è al massimo gonfiore ecco che all' improvviso arriva la notizia negativa ( ultima la caduta delle torri gemelli), le azioni e di conseguenza le borse incominciano a precipitare. Molti ancora non ci credono che stanno finendo dentro la pentola e anziché uscire immediatamente comprano impiegando tutti i loro risparmi per mediare. Ma la bolla è già scoppiata, gli stop loss non funzionano ed ai risparmiatori rimangono solo gli occhi per piangere. I loro titoli non valgono più nulla

    So che hai promotori questa favola non piace ma è la verità e loro lo sanno. Date pure un giudizio negativo ma la mia coscienza è a posto e un domani non puoi dire non mi ha avvisato mai nessuno.

    Esci dalla borsa e dai fondi di investimento. Se vuoi impiegare i Tuoi soldi investili sul sicuro, cioè il capitale investito non deve subire variazioni negative, accontentati dell' interesse anche se è misero. Impiega il tuo tempo e la tua intelligenza diversamente.

    Non conosco nessun risparmiatore che ha guadagnato in borsa, o in fondi di investimento, alcuni dopo avere perso tutti i loro risparmi si sono suicidati, altri per la vergogna non vogliono parlare. Un mio caro amico ha perso in borsa il TFR ( buonuscita)

    450 mila risparmiatori coinvolti nella crisi Argentina, 80 mila in quella di Parmalat, 30 mila in quella di Cirio, oggi MPS ecc. ecc. Cerca su Google " ROVINATI dalla BORSA" leggi i vari articoli e rifletti se può capitare anche a te.

    Se questa favola non ti ha convinto anzi ti ha seccato incomincia a giocare e dopo non piangere sul latte versato.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Kurt
    Lv 6
    7 anni fa

    L' importo minimo dipende da cosa vuoi compare (non esistono solo le azioni) e quanto puoi spendere come ogni acquisto normale della vita. Anche 2000€ ad esempio potrebbero andar bene. Ovvio che se vuoi investire è perché hai delle somme risparmiate quindi se vai in banca dicendo che vuoi investire 100€ ti rideranno dietro ... Tra l' altro meno investi e meno guadagni.

    L' età minima è 18 anni perché per legge devi avere la capacità d' agire se vuoi movimentare danaro tuo, autonomamente. Devi obbligatoriamente rivolgerti a degli operatori che siano per legge abilitati a trattare sul mercato finanziario cioè banche, società d' intermediazione mobiliare o organismi di investimento collettivo del risparmio. Se hai un conto corrente aperto presso una banca potrai ad esempio negoziare i titoli direttamente dal pc di casa tua impartendo alla banca i relativi ordini di acquisto e/o vendita dei titoli. Per trasformare i tuoi eventuali "guadagni digitali" in moneta, non ci vuole molto in quanto se hai una carta di credito puoi ritirare i soldi dal tuo conto presso uno sportello ATM o anche emettere assegni o più semplicemente recarti in banca e chiedere di ritirare tot soldi dal conto corrente. Il prezzo a cui potrai vendere i titoli in portafoglio dipende dalle quotazioni che sono pubblicate quotidianamente sulla stampa specializzata (es. Il sole24ore) oppure rinvenibili sul sito della banca d' Italia. Le quotazioni dipendono dall' incontro della domanda e dell' offerta sul mercato, nel senso che sono standard cioè date dal mercato: l' insieme degli investitori fissa un "prezzo medio" a cui è disposto a vendere e/o a comprare determina titoli. Perciò bisogna seguire costantemente le quotazioni o cercare di fare delle previsioni sull' andamento futuro del titolo. Quando decidi di vendere, vendi alla quotazione attuale e la stessa cosa vale per l' acquisto. Infine se operi in borsa, essendo un mercato regolamentato, vengono trattati solo titoli di massa ad ampia diffusione tra il pubblico quindi se vorrai vendere, ci sarà sempre qualcun altro disposto ad acquistare e viceversa.

    Investire conviene a tutti, famiglie, imprese e banche ... ovvio che se non sai come muoverti non devi fare azzardi, ma affidarti a chi ha più competenza di te altrimenti rischi di perdere tutto.

    Se sei inesperto ti consiglio di investire in fondi comuni di investimento ...

    Buona fortuna

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.