vintop ha chiesto in Politica e governoGoverno · 8 anni fa

Siamo ad un bivio politicamente?

Ormai secondo il mio punto di vista siamo ad un bivio politicamente:

- o continuiamo con la "vecchia" politica e ci ritroviamo altri 10-20 anni di crisi

- oppure si fa un salto nel buio con Grillo non escludendo il rischio dittatura

Non vedo alternative in questo momento... cosa ne pensate? A lungo termine cosa sarebbe meglio preferire? Personalmente preferirei il cambiamento ma il rischio dittatura non mi conforta

Aggiornamento:

@ Maximilien perché Il movimento di grillo ha ucciso qualcuno fino ad ora?

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Siamo in una situazione in cui *noi* non sappiamo cosa sta succedendo.

    La tua definizione di "vecchia politica" lasciala alla propaganda grillina, cosa su cui infatti lui sa benissimo che andrà a sbattere la testa in tempi rapidissimi...

    Tutti i commentatori a mio parere si focalizzano troppo sulla fiducia al nuovo governo perché danno per scontato tutto il resto, in realtà il "non-partito" di Grillo andrà ad infrangersi ben prima con la vera politica dei piani alti (cosa che Grillo capisce, non credo lo capiscano i suoi eletti): elezione dei presidenti e vice-presidenti di Camera e Senato, dei capi-gruppo, dei ruoli nelle commissioni, decisione sulle delegazioni da inviare al Quirinale e delle decisioni da indicare.

    Il Presidente poi deciderà un nome da inviare alle camere per la fiducia, a quel punto dopo brevi consultazioni quella persona scioglierà la riserva e si presenterà per l'insediamento con un proprio programma di governo.

    Se è vero che la fiducia è un atto politico di responsabilità a cui si può rinunciare, è anche vero che la non-fiducia è un atto di rinuncia ed ha un valore politico molto forte.

    Poniamo che Bersani vada in Parlamento a chiedere la fiducia su: dimezzamento dei parlamentari, nuova legge elettorale, nuova legge anticorruzione (fòttèndòsì il PdL)... il M5S cosa fa? Vota contro? Si suicida per volere di Beppe Grillo?

    Grillo può lanciare il messaggio di essere contro la politica, però *non può* rifiutare la politica; se si rifiuta il gioco politico si sta a casa e non si va dentro in Parlamento.

    Questa non è una posizione etica e morale, è il dato di fatto fondamentale; o Grillo si mette nell'ottica di dialogare con il sistema di cui ora è parte oppure il sistema stesso gli taglia le gambe.

    Bersani ha la maggioranza in Parlamento quindi senza di lui non si fa nulla, gli altri due elementi causa Senato sono Grillo e Berlusconi; con Bersani che apre una porta a Grillo e la chiude su Berlusconi.

    Tra Grillo e Berlusconi uno dei due perde tutto con l'altro che vince tutto.

    Ha tempo 15 giorni e stai tranquillo che non è così sprovveduto da non rendersene conto.

  • Irene
    Lv 6
    8 anni fa

    siamo a un trivio

  • Anonimo
    8 anni fa

    I risultati delle ultime elezioni politiche sono abbastanza strani. Mentre la destra piu' o meno (perdendo pure molti voti) è rimasta salda la sinistra progressista invece si è spaccata in Pd e in Grillini. Adesso bisognerebbe ricompattare queste forze progressiste, ma purtroppo noi in politica possiamo fare ben poco, tranne che protestare un po' sul Web (che gia' è una grande cosa). Dopo di queste ultime elezioni, pero', ho notate che tra le altre cose in TV è cominciato un dibattito un po' piu' libero politicamente e un po' piu' critico rispetto al passato.

  • 8 anni fa

    Un altra domanda sarebbe: PERCHE' siamo ad un bivio? Perchè alla gente non è chiaro quel che sta succedendo? Ma provate a mettere tutti i politici in fila e chieder loro se per salvare l'Italia e gli italiani sarebbero disposti ad andare in pensione anticipata con 2500 euro al mese finchè campano lasciando a governare Grillo (tanto quello che farebbero loro credo si sia già visto, rivisto e stravisto, o qualcuno ha dubbi???). Non ci andrebbe nessuno, non perchè vorrebbero restare in politica per fare il loro lavoro di politico e aiutare l'Italia, ma SOLO ed UNICAMENTE per i soldi. Tra l'altro soldi che gli diamo noi. NOI li paghiamo, altrimenti provate a chiedervi come vivrebbero se noi non pagassimo contributi e tasse e iva e imu e irpef e inps e irap e tec etc etc. E vi sembra giusto che NOI viviamo si e no con 1500 euro al mese e con quello che versiamo loro vivono da nababbi alla faccia nostra?

    Fonte/i: anni di governi ladri e mafiosi che avete visto tutti, eppure...
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    A mio giudizio, se non si formerà un Governo stabile Riformistico , nello spirito democratico a favore dei cittadini, anti-berlusconiano , il Pd si troverebbe a gestire il peggior nemico di sempre, se stesso, un partito incapace di Governare, un partito che non è un Partito, un partito che non è + sinistra , per la gente ma per la propria sopravvivenza..

    Bersani è attaccato alla poltrona come Berlusconi al tempo di Ruby? queste accuse nascono perchè al tempo di Prodi e Bertinotti molti stettero in silenzio... bè ora dopo 10 anni la gente sta soffrendo tantissimo, volete rifavorire Berlusconi e favorire il suicidiio di Massa????? booo

    **********************************************************************************************************

    Berlusconi, Schifani, Cicchito , Santaché , La Russa, Scilipoti, sono i veri responsabili dei suicidi degli imprenditori in Crisi, i cittadini lasciati allo sbando...... bè Carlo Giuliani ti dice qualcosa?????

    Grillo da come si presenta ora è molto + democratico è il PD che non accetta di non essere un partito alternativo di Governo, e vorrebbe solo truccare la composizione del Parlamento...

    Se un partito di sinistra, come si capisce per mancanza di iniziativa reale, non riesce a fare un Governo con il moviemento 5 stelle,, significa che in Italia non è rimasto nulla per la gente...

  • 8 anni fa

    Con grillo non si fa un salto nel buio si va alla dittatura ( a questo punto sarebbe meglio quella di Berlusconi) almeno quella sembrerebbe la meno cruenta.

    Pare che Berlusconi non abbia mai ucciso qualcuno, i suoi nemici li ha semplicemente eliminati virtualmente: Bossi in un angolo, la Lega depotenziate e dimezzata, i Fascisti di AN fuori dal parlamento come i comunisti di rifondazione e compagni di merende, Casini e i curiali romani ridotti ad una sparuta minoranza, Monti detronizzato e sputtanato!

    Ma tutto senza ammazzare mai nessuno!

    @ Vincenzo

    no a parte che per il momento non ne ha avuto ne il motivo ne l'occasione credo che sia meglio non metterlo alla prova dei fatti!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.