Ricambio "ammortizzatore di rinculo" SPAS12?

Salve a tutti,

con mio sommo rammarico sono qui per comunicarvi che, causa invecchiamento, il

gommino che stà dietro all'otturatore chiamato ammortizzatore di rinculo o "receiver shock absorber- old style" (http://spas12.com/ReceiverShock.html), del mio SPAS 12, è deceduto..ora, su internet ho trovato diverse notizie, come che molti pezzi sono intercambiabili (?) con PG85MA e PG80, ma non so di quali pezzi si tratta..questo che serve a me non lo trovo da nessuna parte su internet, se non su spas12.com per la modica cifra di 45 dollari + spedizione (leggermente eccessivo per imiei gusti). molti dicono di contattare la franchi direttamente o la benelli o la beretta perchè forse...bla bla bla..la mia domanda è: sapete indicarmi come risolvere senza perderci troppo tempo e soldi? utilizzandolo in modalità a pompa anche dopo che mancava l'ammortizzatore, posso aver causato qualche danno? grasssie a chiunque possa aiutarmi

1 risposta

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Dopo varie vicissitudini finanziarie piuttosto negative, l’assistenza post-vendita della Franchi venne presa in carico da Benelli, prova a contattare loro direttamente ma data la semplicità del particolare puoi anche azzardare a ricostruirlo a partire da uno spezzone di cinghia in polycord verde, la vendono al mt nei negozi che trattano organi di trasmissione ed il diametro massimo è 15mm oppure puoi usare del poliuretano termoplastico (TPU) dello stesso diametro dell’ammortizzatore originale. Come materia prima potrebbero andare bene anche altri tipi di gomma (con durezza non inferiore ad 80 shore) ma onestamente non so quanto durerebbero; Alcuni hanno sostituito questo particolare con uno “home made” fatto con uno stampo (anch’esso home made) e colla a caldo; dura poco ma costa altrettanto poco. Oppure acquistalo direttamente dal sito che hai indicato (per visualizzarlo occorre fare copia incolla, senza la parentesi), concordo con te che 45 dollari sono tanti ma se paragonati al tempo perso per la ricerca o la costruzione e la benzina consumata a peregrinare per armerie, non pensare di spendere meno.

    L’ammortizzatore servirebbe ad assorbire il violento contraccolpo dell’otturatore sulla culatta, in modalità “semiauto”. Se lo usi in modalità “pompa”, puoi farlo senza problemi, l’otturatore si muove solo quando azioni l’astina, la quale non ha la stessa corsa dell’otturatore in modalità semiauto (si ferma un po’ prima) e la forza applicata è indubbiamente minore rispetto al contraccolpo della cartuccia . Alcuni hanno addirittura tolto l’ammortizzatore, accusato d’essere fonte di misteriosi inceppamenti; altri in base a leggende metropolitane diffuse a loro dire dai progettisti dello SPAS, sostengono che il fucile privo di ammortizzatore potrebbe rompersi in breve tempo.

    Sulla base della mia esperienza lavorativa (ingegnere) oltre che di tiratore, ritengo che questo particolare sia comunque importante e che serva solo come precauzione per assorbire in parte i contraccolpi delle cartucce più punitive, altrimenti se dovesse fare tutto lui … durerebbe veramente pochi colpi mentre se il fucile senza di esso dovesse rompersi in poco tempo, chi l’ha progettato doveva dedicarsi ad un altro mestiere. Probabilmente in sede progettuale, hanno adottato questa soluzione a seguito di test distruttivi sui prototipi, altrimenti in oltre 30 anni di presenza sul mercato le dicerie sulle rotture sarebbero diventate una certezza (io non ne ho mai sentite). In via precauzionale, non usarlo in semiauto senza ammortizzatore.

    Ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.