Se l'elettrone è un'onda, cos'è che oscilla?

Qualcuno riesce a spiegarmi cosa oscilla, e come fa l'elettrone, passando per due fenditure ad essere onda e a diventare particella non appena rivelata?

Grazie in anticipo!

1 risposta

Classificazione
  • 7 anni fa
    Migliore risposta

    De Broglie è arrivato alla conclusione che a qualsiasi corpo, anche una persona umana in movimento, può essere associata un'onda. Tale onda, tuttavia, non è un'onda elettromagnetica, ma un' onda stazionaria. La lunghezza d'onda dell'onda è espressa dalla formula lambda=h/mv. Ti spiego la cosa praticamente. Ad ogni corpo, secondo de Broglie, è associata un'onda di probabilità di determinata ampiezza e lunghezza d'onda. Per esempio, una pallina da tennis che si muove a velocità v, ha una lunghezza d'onda infinitesima (essendo m molto grande, il rapporto h/mv è piccolissimo), cioè l'onda di probabilità associata alla pallina è irrisoria: questo perchè una pallina da tennis è un'entità fisica macroscopica facilmente individuabile e di cui si possono determinare con assoluta precisione in ogni momento le sue quantità fisiche. Di un elettrone che si muove intorno al nucleo, però, come afferma Heisenberger, non è possibile individuare in ogni momento esattamente la sua posizione e quantità di moto: questo perchè l'elettrone è un entità microscopica e osservandola con particolari strumenti se ne perturba inevitabilmente il moto. Mentre se osservo una pallina da tennis che si muove non perturbo il suo moto, se osservo un elettrone intorno ad un atomo, lo perturbo poichè, osservandolo con il microscopio conferisco ad esso energia. Dunque, siccome non è possibile sapere l'esatta posizione dell'elettrone attorno al nucleo (poichè osservandolo lo perturbo), al moto dell'elettrone si dice che è associata un'onda di probabilità, che rappresenta la probabilità di trovare l'elettrone in un determinato punto dell'atomo (equazione di schrodinger). La lunghezza d'onda dell'onda di probabilità di un elettrone non è assolutamente trascurabile, essendo la massa dell'elettrone molto piccola. In poche parole, dire che ad un corpo è associata un'onda, non significa dire che questo corpo emette un' onda elettromagnetica, ma bensì significa sottolineare che il calcolo delle quantità fisiche elementari di un qualsiasi oggetto in movimento è inevitabilmente soggetto ad un incertezza. Tale incertezza sarà del tutto irrilevante per i corpi macroscopici, mentre è da tenere in considerazione per quelli microscopici come un elettrone. Un elettrone ha quindi proprietà sia corpuscolari, sia ondulatorie. Spero che tu abbia capito, e spero che soprattutto abbia detto cose giuste, poichè tale argomento la professoressa l'ha spiegato molto brevemente e sinteticamente.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.