Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in ViaggiAustraliaAustralia - Altro · 8 anni fa

partire per l' australia?

Salve a tutti allora io scrivo da Londra e avrei bisogno di informazioni che mi aiutino a partire per l' australia in cerca di lavoro.

ciò che vorrei sapere è cosa devo avere, cosa posso portare e cosa non, quanto posso restare e che documenti mi occorrono per partire senza problemi

so che queste informazioni le posso trovare in aeroporto ma sono parecchio occupato quindi chiedo aiuto a voi qualsiasi informazione utile è ben accetta.

vi ringrazio dell' aiuto

Aggiornamento:

ringrazio tutti per le informazioni e volevo sapere un ultima cosa: devo fare qualcosa di particolare per partire tipo vaccinazioni o avere documenti speciali?

5 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    @PLINIO IL VECCHIO SECONDA REPLICA LEGGI:

    allora prima di tutto,tu mi parli di immigrazione o di ricerca?perchè a Einstein non è stato concesso di fare ricerche solo perchè era un'immigrato,quindi non c'entra nulla uno scienziato va all'estero perchè è chiamato qui si parla di gente che va via spesso senza alcuna qualifica!SONO COSE DIVERSE!

    altra cosa,mi vieni a parlare che molti paesi tipo gli stati uniti hanno fatto ricchezza o sviluppo per gli immigrati?tu ti confondi con i coloni mio caro,perchè i barconi carichi di italiani verso gli stati uniti hanno iniziato a partire dal 1800 quando gli stati uniti erano già molto più avanti che qua,quindi dov'è che hanno portato sviluppo?molti erano pure mafiosi hanno portato la mafia,è quella la ricchezza e sviluppo che dici?poi altra cosa mi vieni a parlare che l'Australia era un paese sottosviluppato prima dell'ondata dell'immigrazione!! ma ti rendi conto che assurdità che stai dicendo?negli anni '50 la c'era la donna di business e qua ancora si girava con gli asini quindi il paese sottosviluppato era un'altro,poi ragiona un'attimo una persona di buonsenso per fare fortuna emigra verso un paese ricco e sviluppato,quindi se emigravano in Australia per aver fortuna mi sa che non era tanto sottosviluppata come dici tu..basta ragionare! nell'articolo che metti tanto il link parla di persone che guadagnano 40 dollari all'ora lo sai che devi togliere tasse e tutto e la vita la è cara poi il dollaro vale meno che l'euro,40 dollari sono 30 euro togli le tasse e saranno 15 euro ma come hai scritto tu un caffè 3 dollari etc etc,ti sembra tanto?direi di no!mi vieni a dire poi che l'italiano porta lavoro e ricchezza e che rispetto ad altri immigrati è più avvantaggiato...ma conosci il termine WOG? beh l'hanno inventato proprio per gli immigrati del mediterraneo in particolare gli italiani,sai tu mi dici che gli italiani sono i più apprezzati e già qui ho l'idea che tu l'Australia non sai nemmeno dove sia!

    ultima cosa ed è la cosa più importante:secondo te perchè tutti gli stati che a tuo avviso sono sottosviluppati e vivono di immigrati hanno chiuso l'immigrazione??se loro vivono solo di immigrazione e sono sempliciotti perchè appena ti scade il WHV ti mandano al mittente??quindi studia tu ed impara le leggi prima di sparare cretinate perchè l'immigrazione è chiusa in Australia,Nuova Zelanda e Stati Uniti!

    PLINO IL VECCHIO PS2: sei anche falsario! mi vieni a dire che quando hai detto che l'australia era un paese sottosviluppato intendevi dire all'epoca degli aborigini,falso che sei! hai scritto tu stesso "prima di questa ondata d'immigrazione"e poi se intendevi all'epoca della scoperta dell'australia allora vai a STUDIARE perchè gli immigrati e i coloni sono 2 cose differenti!

    altra cosa che sei un GRAN FALSO è il fatto che dici che non hai detto il fatto che l'italiano è più avantaggiato rispetto ad altri perchè ha voglia di lavorare e porta ricchezza! PAROLE TUE!casomai gli unici immigrati che hanno più possibilità ad avere vantaggi sono i neozelandesi e gli inglesi visto che sono anglossassoni.

    CARO PLINIO IL VECCHIO L'OPERA HOUSE (visto che l'hai citata sarà stata progettata da un'europeo ma lui è solo andato a fare il lavoro poi è tornato in danimarca!!! cosa c'entra questo con l'immigrazione?????????????????hai le idee un pò confuse perchè tu inizi a confondere gli immigrati con i coloni e poi pure con le razze,cosa c'entra con l'immigrazione un'architetto danese che viene chiamato in australia solo per fare l'opera house e subito dopo rientra in danimarca!!!???

    le tue capacità cognitive sono inferiori mi sa!

    STUDIA IGNORANTE

  • ?
    Lv 7
    8 anni fa

    Queste informazioni le puoi avere in aeroporto? Mi sa che hai le idee un pò confuse. Andare in Australia non è come andare a Londra I flussi migratori sono strettamente controllati, di fatto tu non puoi andare lì e cercarti un lavoro perchè ti cacciano!

    Se hai meno di 31 anni puoi chiedere un working holiday Visa, che però è un visto provvisorio: dura un anno e a determinate condizioni (per esempio se lavori in una farm almeno 88 giorni) puoi rinnovarlo solo per un altro anno, dopo te ne devi tornare a casa. Se tu hai più di 31 anni o cerchi un visto definitivo la faccenda si complica. Puoi avere un visto per restare lì se:

    1) sei profugo

    2) riunificazione familiare (no parenti alla lontana, solo figli, coniuge, genitori)

    3) se sposi una australiana ( o ci convivi, ma niente trucchi perchè controllano e se scoprono che è un trucco tu vieni cacciato lei rischia la galera, quindi non troverai mai una australiana che si presta)

    4) se fai uno dei lavori da loro richiesti, che sono specifici e comunque non è automatico perchè devi avere uno sponsor lì che ti fa lavorare.

    5) se sei pieno di soldi, nel qual caso entri dappertutto! Se tu investi lì 4-500.000 Euro minimo, vedrai che ti fanno entrare.

    Ricorda sempre che lì non vogliono nuovi emigranti quindi tenderanno a farti tutte le difficoltà possibili.

    Puoi trovare la lista dei lavori richiesti su www.immi.gov.au, ma ricorda che non basta fare quei lavori, devi avere un Australiano che ti sponsorizza, ma sponsorizzare uno straniero significa spendere dei soldi e prendersi delle responsabilità perchè devono garantire per te, quindi un Australiano deve proprio volerti fortemente per farlo!

    Sul sito che ti ho dato trovi anche come fare per richiedere un WHV.

    EDIT: Plinio, ho cancellato la prima risposta perchè se no non ho posto per la seconda. Mi spiace contraddirti di nuovo, ma questo articolo è ancora più ridicolo del primo, ecco chi bisognerebbe biasimare, pseudo giornalisti che scrivono articoli senza neanche sapere di cosa stanno parlando:già con la prima frase dice una cretinata colossale, tipica di chi non sa neanche cosa sia un WHV: addio a contratti sottopagati? Lo farei parlare io con chi ci ha lavorato in Australia con un WHV, ci sono dei stramaledetti sfruttatori degni del peggior caporalato nostrano, in Australia, e io ne conosco personalmente un paio! Lo student Visa? Magari per fare l'Università in Australia? Lo sai quanto costa un anno di Università per uno straniero ? Dai 30 ai 40.000 dollari! Peccato che il giornalista si sia "dimenticato" di dirlo! Ma anche se intende l'altro student visa, è appunto un visto provvisorio! Invece farnetica facendo credere che mentre sei lì a fare lo student visa puoi cercare uno sponsor, come se fosse semplice come cercare una stanza. Ci sono pene detentive per gli Australiani che fanno sponsorizzazioni facili. Altra cosa che si è "dimenticato" di dire, ovvero che uno ci pensa 25 volte prima di fare da sponsor ad uno straniero!

    Leggi qui: http://www.immi.gov.au/migration-fraud/giving-migr...

    E quel Marco di cui parla, che lavorava all'esselunga? Parla di professionalità sprecata e poi dove va a finire? A dire che è lì con un WHV e che lo può rinnovare un altro anno! E allora? Cosa c'entra con la professionalità? E' una esperienza, punto.

    Ma, ciliegina, chi è la sua fonte? Uno che ha una agenzia che fa le pratiche, ovvero uno che ha tutto l'interesse ad incoraggiare la gente a provarci, così lui ci guadagna sopra. Ma per piacere! Sarebbe come intervistare un albergatore di Rimini e chiedergli se vale la pena andare in vacanza a Rimini: cosa dovrebbe rispondere, no, andate a Viareggio? Io sono Australiano, ho lavorato lì e avrò conosciuto almeno 200 ragazzi lì con il WHV, sai quanti ne conosco che sono rimasti? Due cuochi, ovviamente rifacendo tutte le pratiche perchè il WHV è un VISTO PROVVISORIO!

    Non dire che l'Australia una volta era un Paese sottosviluppato perchè io ci sono natonegli anni 60 e ci ho vissuto: era un Paese più avanti dell'Italia, il medico faceva la dieta settimanale a mia madre quando era incinta, cose che ti sognavi in Italia! Il problema è che tu confondi quei tempi di immigrazione e questi: la tua analisi sulla forza lavoro del passato è correttissima, ma bisogna capire che i tempi sono cambiati e l'Australia non ha più bisogno di quantità ma di qualità, nella manodopera! In questi tempi non è facile e chi sostiene il contrario è un bugiardo o lo fa per sponsorizzare qualche agenzia che ci marcia sopra. Non è impossibile , ma difficile. Ma fa sorridere vedere intervistato uno che ha una agenzia per pratiche di immigrazione,sulla facilità di immigrazione, ha detto un sacco di fregnacce (o, meglio, ha detto anche cose giuste ma ha mentito spudoratamente sulla facilità di ottenere visti permanenti!). Vera invece l'ultima frase, sulla mobilità nel lavoro.

    Fonte/i: Doppio passaporto Italia - Australia
  • RED
    Lv 4
    8 anni fa

    attualmente il governo australiano sta passando a setaccio tutti I lavoratori stranieri in possesso del visa 457 in quanto sono state riscontrate irregolarità' da parte dei datori di lavoro, ti allego alcuni link molto utili per avere una chiara idea di quello che potrai trovare in Australia riguardo le paghe, le tasse sul lavoro, ed logicamente le leggi sulla immigrazione, tu essendo a Londra io ti consiglio di visitare il padiglione del lavoro che si tiene il 16 - 17 marzo a Londra informati presso la ambasciata Australiana a Londra al piu' presto - contrariamente a quello che afferma l' utente Plinio ... tutti I lavoratori stranieri sono visti male in quanto esiste una mentalità' diffusa che I lavoratori stranieri rubano il lavoro dei locali ed siccome accettano paghe basse quindi spingono il marcato del lavoro a paghe basse,

  • 8 anni fa

    quello che ha scritto Pintupi è corretto e ricco di dettagli. Plinio sarà anche vecchio ma qui dice cose fuori luogo. In australia ci sono stato 4 mesi per turismo e di tutta la gente che è partita col whv non ne ho conosciuto nessuno che si era stabilito salvo due ragazzi svedesi che essendo esperti di vela, avevano trovato impiego come aiutanti di bordo su barche da crociera.

    Per quanto sopra segui attentamente tutti i passaggi del sito www.immi.gov.au che è il sito dedicato per lo scopo e tieni da parte le "fantasie erotiche" del plinio che non ne sa granchè

    Fonte/i: in questi casi stare con i piedi per terra
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Pintupi, cioè Magellano, perché bisogna demoralizzare così chi ha fatto una scelta?

    Stiamo parlando con gente seria che ha voglia di partire, non con stupidi adolescenti infognati di miti che non esistono.

    Allora, il consiglio che do all'utente che ha posto la domanda è il seguente: farsi il working holiday visa e stare in Australia un anno. Farai lavori umili, probabilmente non guadagni molto, ma alla fine che importa? L'importante è che potrai fare un'esperienza invidiabile in un Paese molto interessante dove tanta gente si scorda di andare. Se poi dimostri di portare ricchezza al Paese - cosa non difficile, basta la buona volontà - puoi ottenere la cittadinanza. Ricorda che l'Australia è piena di opportunità: io conosco un italiano che appena finito il liceo è andato a vivere a Sydney, dove i suoi parenti hanno un ristorante, e in poco tempo ha trovato lavoro ad uno stipendio più che accettabile. L'Australia investe molto sugli immigrati, soprattutto gli italiani, perché sono loro, col loro lavoro, che fanno la ricchezza del Paese. E poi un italiano in Australia ha molte possibilità di sfondare, perché gli australiani sono in genere molto "sempliciotti", poco inclini al duro lavoro e tendono ad accontentarsi di poco. Gl italiani invece, essendo molto più "lavoratori" non hanno troppe difficoltà ad emergere.

    Buona fortuna

    PS Leggi qui http://www.gpone.com/paologozzi/2013/02/14/laustra...

    @Mirko: la tua opinione è molto opinabile. Se provi a riflettere un attimo noterai che molti paesi hanno costruito la loro storia e ricchezza grazie all'immigrazione dei non nativi. L'America è diventata tale anche e soprattutto grazie al lavoro di europei o asiatici, non certo solo grazie agli americani. Per l'Australia vale lo stesso discorso. Prima che fosse cominciata quella densa immigrazione, l'Australia era un paese sottosviluppato! Quindi l'immigrazione di persone serie fa sempre comodo e un governo con una mentalità aperta lo sa. Guarda ad esempio gli ebrei: dall'Europa con le stupide leggi razziali li hanno cacciati e allora cos'ha fatto l'America? Li ha accolti a braccia aperte e ha garantito loro di fare ricerche, come Einstein. Guarda anche l'esempio di enrico fermi o di persone italiane contemporanee che emigrando hanno fatto la ricchezza di altri paesi.

    Studia la storia prima di dire stron.zate!

    @CARONTE Per te ho perso rispetto già da un po' e il tuo commento sul mio nome mi fa pensare che sei anche poco colto. Plinio il Vecchio era uno storico romano, non un soprannome mio!!

    All'utente che ha posto la domanda invio questo articolo - visto che l'altro non è stato apprezzato - che dipinge la realtà dell'immigrazione australiana. Leggi attentamente quando viene sottolineato il fatto che con la buona volontà qualcosa di ottiene sempre.

    http://www.lastampa.it/2012/10/06/societa/il-boom-...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.