Gianni ha chiesto in Matematica e scienzeIngegneria · 7 anni fa

cos'è un tubo in PVC??

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Il cloruro di polivinile, noto anche come polivinilcloruro o con la corrispondente sigla PVC, è il polimero del cloruro di vinile. È il polimero più importante della serie ottenuta da monomeri vinilici ed è una delle materie plastiche di maggior consumo al mondo.

    Puro, è un materiale rigido; deve la sua versatilità applicativa alla possibilità di essere miscelato anche in proporzioni elevate a composti inorganici e a prodotti plastificanti, quali ad esempio gli esteri dell'acido ftalico, che lo rendono flessibile e modellabile. Viene considerato stabile e sicuro nelle applicazioni tecnologiche a temperatura ambiente, ma estremamente pericoloso se bruciato o scaldato ad elevate temperature e in impianti inidonei al suo trattamento per via della presenza di cloro nella molecola, che può liberarsi come acido cloridrico, come diossina, o come cloruro di vinile monomero.

    Al termine delle reazioni di polimerizzazione si presenta come polvere o come granulato bianco; la densità è generalmente 1,40-1,45 g/cm3.

    Risulta essere molto sensibile alla luce ad al calore; questi hanno su di esso un effetto degradativo che si manifesta dapprima con l'ingiallimento e (a temperature più elevate, di circa 180 °C)[1] con la decomposizione dalla quale si libera acido cloridrico, per questa ragione viene pertanto stabilizzato. Il PVC plastificato, ovvero addizionato di additivi plastificanti che ne aumentano la morbidezza, è abitualmente stabilizzato con l'aggiunta di formulati contenenti soprattutto sali di calcio (stearato, ricinoleato), bario e zinco. Il PVC rigido viene abitualmente stabilizzato con derivati organometallici dello stagno, con saponi di piombo o di calcio e zinco. In passato sono stati usati anche carbossilati di cadmio, abbandonati in Europa per via della tossicità di questo metallo. I derivati del cadmio sono ancora usati al di fuori dell'Unione Europea.

    Gli utilizzi del PVC sono innumerevoli, per aggiunta di prodotti plastificanti può essere modellato per stampaggio a caldo nelle forme desiderate. Può essere ridotto a pellicola oppure a liquido con cui vengono spalmati tessuti o rivestite superfici, serbatoi, valvole, rubinetti, vasche e fibre tessili artificiali.

    Le applicazioni più rilevanti sono la produzione di tubi per edilizia (ad esempio grondaie e tubi per acqua potabile) profili per finestra, pavimenti vinilici, pellicola rigida e plastificata per imballi e cartotecnica.

    In termini applicativi, il PVC è la materia plastica più versatile conosciuta. È il "vinile" per antonomasia usato per la produzione dei dischi.

    In genere le tubazioni plastiche per il trasporto di fluidi non in pressione sono costruite con diversi materiali:

    1.PVC;

    2.PE;

    3.PP.

    Il tubo in PVC (cloruro di polivinile) o (polivinilcloruro) viene prodotto sia nella versione liscia (piena) che in quella corrugata. Tipicamente presenta valori elevati di resistenza allo schiacciamento ma, al tempo stesso, è il materiale che più risente dell'azione solare. Inoltre la sua relativa rigidità lo rende meno affidabile perché più soggetto all'azione di carichi puntuali e/o impatti. Storicamente è comunque uno dei materiali più utilizzati. In Italia il PVC venne introdotto dalla Montecatini negli anni intorno al 1950, con il nome Vipra.

    Il tubo in Polietilene, prodotto unicamente in versione strutturata, è invece il materiale plastico pù flessibile tra quelli presi in esame, spesso presenta si presenta nero esternamente in ragione dell'additivo che viene utilizzato a protezione dei raggi solari.

    Il tubo in Polipropilene, prodotto unicamente in versione strutturata, presenta valori di rigidità intermedi tra PE e PP, viene utilizzato anche per raggiungere resistenze allo schiacciamento elevate (SN16).

  • 7 anni fa

    il tubo in pvc è un tubo composto con materiali polimerici (plastica) utilizzato davvero ovunque... come nelle bottiglie per i detersivi, nelle parti in plastica di mezzi di trasporto e di qualsiasi tipo di costruzione... diciamo in parole povere che il PVC è ciò che comunemente viene definito PLASTICA.

    quindi in poche parole è un tubo di plastica.

  • 7 anni fa

    E' un tubo costruito in "polivinilcloruro" che viene spesso abbreviato con la sigla "PVC", è un materiale plastico tra i più usati al mondo.

  • 7 anni fa

    Un tubo costruito con un materiale che si chiama PVC

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.